Vacanze sulla neve a Garmisch: cosa vedere e cosa fare in una delle mete più modaiole della Baviera

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Dall’unione di due comuni nel 1935 nacque la località sciistica più rinomata e frequentata della Germania, un paradiso per gli sport invernali e per le escursioni in estate. In questa guida andremo alla scoperta di cosa fare e cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen, nell’alta Baviera.

Garmisch-Partenkirchen guida turistica
Centro Garmisch-Partenkirchen (photo credit pagina Facebook Garmisch-Partenkirchen Tourismus)

Visitare Garmisch-Partenkirchen: guida turistica

Sul confine austro-tedesco, in una ampia conca caratterizzata dalla confluenza del Loisach e del Partnach, troviamo la località sciistica più rinomata e famosa della Germania, Garmisch-Partenkirchen. All’ombra della montagna più alta della nazione, lo Zugspitze, questa cittadina si distingue per la qualità dell’accoglienza e dell’offerta turistica.

Garmisch-Partenkirchen è conosciuta principalmente per i suoi numerosi comprensori sciistici alpini e per lo stadio olimpico di sci con il grande trampolino olimpico. Ma la cittadina offre anche numerose attrazioni, monumenti storici, testimonianze artistiche oltre che le gradevoli atmosfere del centro storico con le architetture tipiche dell’Alta Baviera.

Garmisch-Partenkirchen cosa vedere
Garmisch-Partenkirchen di sera (photo credit pagina Facebook Garmisch-Partenkirchen Tourismus)

Garmisch-Partenkirchen: la storia

Le origini di Garmisch-Partenkirchen risalgono all’epoca romana quando il luogo era una stazione di sosta chiamata “Partanum” lungo il ramo laterale della Via Claudia, realizzata dopo la conquista delle Alpi settentrionali nel 15 a.C. Nell’alto medioevo, Partenkirchen era un’importante stazione sulla via per l’Italia. Ciò provocò un’eccezionale crescita economica ma con la Guerra dei Trent’Anni, la regione si impoverì.

Lo sviluppo turistico di Garmisch-Partenkirchen iniziò intorno alla metà del XIX secolo quando alcuni pittori scoprirono questa località come luogo di villeggiatura per ritrarre paesaggi. Con il collegamento ferroviario con Monaco realizzato nel 1889, arrivarono sempre più artisti e con essi i primi turisti. Il vero boom avvenne con lo sviluppo delle infrastrutture e dei servizi per gli sport invernali.

Garmisch-Partenkirchen settimana bianca
Knorhütte (photo credit pagina Facebook Garmisch-Partenkirchen Tourismus)

Garmisch-Partenkirchen: attrazioni e luoghi di interesse

Garmisch-Partenkirchen è una cittadina che unisce due territori comunali, entrambi caratterizzati da tipici centri storici dal fascino bavarese, accanto a quartieri più moderni. Questa località di montagna si caratterizza anche per la straordinaria natura, i paesaggi mozzafiato e le attrazioni naturalistiche dei dintorni.

Dopo questa breve introduzione, andiamo ora a scoprire più da vicino cosa fare e cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen, le attrazioni e i siti di interesse da non perdere per nessun motivo.

cosa vedere Garmisch-Partenkirchen
Scorcio di Garmisch-Partenkirchen (photo credit pagina Facebook Garmisch-Partenkirchen Tourismus)

Comprensorio sciistico Garmisch-Partenkirchen: piste sci ed impianti di risalita

Il comprensorio sciistico di Garmisch-Partenkirchen comprende due stazioni sciistiche: Garmisch Classic e Zugspitze, più il Gudiberg dove si trova il percorso di slalom di Coppa del Mondo, lo stadio Olimpico e il trampolino da sci. Garmisch Classic offre 40 chilometri di discese, 19 piste di sci alpino e 18 impianti di risalita. É a sua volta diviso in tre aree: Hausberg, Alpspitze, Kreuzeck.

Nelle prime due skiarea ci sono le discese più facili. A Garmisch Classic si trovano anche uno snowpark e una pista slittino. Invece, nella Zugspitze troviamo 12 piste e 8 impianti di risalita, tra piste slittino e un villaggio con 21 igloo, il tutto sullo sfondo dello Zugspitzplatt, il possente ghiacciaio tedesco. La pista da sci più difficile è la mitica Kandahar che segna un dislivello di 940 metri. Per gli amanti del fondo classico ci sono 28 km di pista a Garmisch Partenkirchen. Negli immediati dintorni vi sono ulteriori 250 km di piste tracciate.

Comprensorio sciistico Garmisch-Partenkirchen
Comprensorio sciistico Garmisch-Partenkirchen (photo credit Wikipedia)

Centro storico – Garmisch-Partenkirchen

Il centro storico di Garmisch è caratterizzato dalla passeggiata lungo la famosa Frühlingstraße, dove si è circondati da atmosfere pittoresche e tipicamente bavaresi e dove il tempo sembra essersi fermato: balconi adornati con splendidi fiori, case costruite principalmente nel XVIII secolo, murali colorati sulle facciate.

Potrebbe interessarti America Coast to Coast

La Ludwigstrasse a Partenkirchen è una strada nel quartiere storico di Garmisch-Partenkirchen, importante già nel XIII secolo come sede di botteghe e commerci. Le facciate delle fattorie, delle case degli artigiani e delle locande nella parte centrale della Ludwigstrasse e nel cosiddetto Oberen Markt furono costruite dopo il 1865 in uno stile sobrio ma nel XIX secolo furono decorate con murales, bovindi e stucchi in stile alpino.

Ludwigstrasse Garmisch-Partenkirchen
Ludwigstrasse (photo credit Germany Tourism / Francesco Carovillano)

Musei – Garmisch-Partenkirchen

Il museo Aschenbrenner ospita tre mostre permanenti sui temi della porcellana della prima metà del XVIII secolo, delle bambole del XIX secolo e dei presepi e presenta ogni anno diverse esposizioni speciali. Il Werdenfels Museum nasce da una collezione privata nel 1895 ed è oggi uno dei musei più importanti del suo genere in Baviera. Su cinque piani e un’area espositiva di 900 metri quadrati, è possibile conoscere la storia e la cultura della regione di Werdenfels tramite l’arte popolare, l’artigianato e oggetti delle famiglie borghesi e contadine di un tempo.

L’Istituto Richard Strauss ha sede nella Villa Christina di fine Ottocento, situata in un contesto verde nel Kurpark Partenkirchen. Ospita una mostra permanente, una sala da concerto, una biblioteca e un archivio specializzato. I concerti sinfonici e di musica da camera, insieme all’annuale Richard Strauss Festival sono appuntamenti molto attesi nella regione dello Zugspitz.

Istituto Richard Strauss
Istituto Richard Strauss (photo credit buergerservice.gapa.de)

Chiese – Garmisch-Partenkirchen

La vecchia chiesa parrocchiale di San Martino era un tempo l’unico edificio di culto della zona ed è menzionata per la prima volta nei documenti nell’802. L’apparentemente semplice esterno in stile romanico-gotico nasconde all’interno ampi resti di pitture murali gotiche. La nuova chiesa di San Martino è un mirabile esempio di barocco nella Germania meridionale e fu costruita tra il 1730 e il 1734. I dipinti del soffitto sono di Matthäus Günther, gli affreschi accanto alla galleria dell’organo di Franz Seraph Zwinck.

La chiesa di Maria Himmelfahrt si trova in Ludwigstrasse. Fu costruita nella prima metà del Settecento in stile barocco e ricostruita in seguito a un incendio nel 1868 in stile neogotico con coro. La chiesa di Sant’Antonio è una meta di pellegrinaggio posta appena sopra Partenkirchen. L’edificio di culto fu costruito nel corso del XVII secolo in stile barocco sulle rovine di una preesistente cappella, sempre dedicata a Sant’Antonio da Padova.

Chiesa di San Martino
Chiesa di San Martino (photo credit Wikipedia)

Michael-Ende-Kurpark

Il Michael-Ende-Kurpark è un’area naturale di 35.000 mq con oltre 40.000 piante, situata nel cuore di Garmisch. Un’oasi di calma e di relax, circondata da alberi secolari, magnifiche aiuole e un colorato laghetto delle ninfee. Oltre a passeggiare a godersi la natura, qui si può leggere nelle numerose panchine, giocare con gli scacchi da giardino oppure divertirsi sulla storica pista da bowling.

Il “sentiero a piedi nudi” promette un’esperienza sensoriale incredibile: si può camminare sotto ombrosi alberi decidui, tra pigne, ciottoli di fiume delicatamente modellati e muschi morbidi come il cotone. Un viaggio che stimola i sensi, rafforza i muscoli del piede e allo stesso tempo promuove il senso di equilibrio. In estate qui si svolgono concerti dal vivo dalla musica classica ai suoni delle big band.

Michael-Ende-Kurpark
Michael-Ende-Kurpark (photo credit pagina Facebook Garmisch-Partenkirchen Tourismus)

 Cosa vedere nei dintorni di Garmisch-Partenkirchen

Vista mozzafiato fino all’orizzonte e sulle imponenti vette della regione dello Zugspitz. Ecco cosa vi aspetta sulla piattaforma panoramica AlpspiX sull’Osterfelderkopf. A pochi passi dalla stazione a monte della funivia Alpspitzbahn, la costruzione in acciaio lunga 25 metri e a forma di X si protende su un dislivello di mille metri. Sopra la valle Loisachtal tra Garmisch e Farchant, si trovano le affascinanti rovine del castello di Werdenfels del XIII secolo e caratterizzato da un sentiero storico-didattico con 15 pannelli informativi.

Partendo dalla stazione a valle della funivia Eckbauernbahn, un sentiero escursionistico porta in 40 minuti a Wamberg, un piccolo villaggio di montagna che sembra una cartolina. Abitato da soli 30 abitanti, Wamberg è uno dei villaggi più alti della Germania e dove il tempo sembra essersi fermato. Oltre alle architetture rustiche tradizionali e la natura incontaminata, merita una visita anche la chiesa di Sant’Anna con il suo altare maggiore artistico.

AlpspiX
AlpspiX (photo credit zugspitze.de)

Escursioni Garmisch-Partenkirchen: Zugspitze e Gola di Partnach

Con il suoi 3.000 metri d’altezza, lo Zugspitze è la montagna più alta della Germania. In alto sopra le nuvole, su questa cima la vista spazia a 360 gradi su oltre 400 vette. Lo Zugspitze è un paradiso per gli escursionisti grazie ai suoi numerosi sentieri invernali ed estivi e gli imponenti ghiacciai. Si può affrontare il percorso facile attraverso la valle del Rein o un tour più impegnativo attraverso la valle dell’Inferno.

Quella di Partnach è una gola lunga quasi un chilometro nella Reintal, vicino a Garmisch-Partenkirchen e tagliata in più punti dal torrente omonimo. Formatasi circa 240 milioni di anni fa, la gola di Partnach nel 1912 fu aperta ai turisti che possono percorrere, quasi tutto l’anno, il facile sentiero che la attraversa. Lungo l’itinerario si percorrono tunnel, il ponte di ferro Brüche a 68 metri d’altezza e si possono ammirare le pareti rocciose alte fino a 86 metri.

Gola di Partnach
Gola di Partnach (photo credit Vitya Maly Goodfon.com)

Garmisch-Partenkirchen immagini e foto