Visitare Acerenza il Borgo del Santo Graal e della figlia di Dracula


Acerenza guida turistica, cosa fare e cosa vedere tra mistero e leggende.

acerenza-basilicata



Acerenza Basilicata informazioni

Acerenaza è un piccolo borgo situato su un altipiano ad un’altitudine di 833 metri s.l.m e fa parte della provincia di Potenza in Basilicata.

Conosciuto come “La Città Cattedrale”, Acerenza fa parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia e nonostante la sua mole ridotta è ricco di testimonianze storiche, artistiche ed architettoniche basti pensare l’antico nome latino Acherontia compare nei poemi mitologici di Omero.

acerenza-panorama

Acerenza Leggende e Mistero

Leggenda e Mistero sono i termini più appropriati per descrivere questo suggestivo ed incantevole borgo lucano in quanto si narra che nella celebre Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Canio Vescovo sono custoditi il Santo Graal e la salma della figlia del famigerato Conte Dracula.


Leggi anche: Visitare Pietrapertosa: Cosa vedere, cosa fare e volo dell’angelo

Secondo gli storici il borgo di Acerenza era una tappa obbligati dei Crociati che tornavano dalla Terra Santa e secondo la leggenda, il fondatore dell’Ordine dei Templari, Ugo dei Pagani, decise di nascondere il calice biblico del Santo Graal dietro una finestra murata della Cattedrale.

acerenza-mistero

Altra irresistibile leggenda è legata alla figlia del Conte Vlad III di Valdacchia meglio conosciuto come il Conte Dracula o Impalatore.

A quanto pare si pensa che la figlia del Conte Dracula sia stata sepolta all’interno della Cattedrale vista la particolare architettura rumena dell’edificio dove è possibile anche scorgere un drago alato simbolo della nobile dinastia di Vlad Tepes.

acerenza-conte-dracula

Acerenza cosa vedere, luoghi di interesse ed attrazioni

Il centro storico di Acerenza è a dir poco meraviglioso, è costellato da antichi palazzi con portali in pietra bellissimi, da fontane e caratteristici vicoletti sui quali domina l’imponente Cattedrale simbolo indiscusso del borgo.

Scopriamo insieme quali sono le principali attrazioni e i principali luoghi di interesse di Acerenza:

acerenza-centro-storico


Potrebbe interessarti: Castelmezzano Basilicata

Cattedrale di Acerenza

La Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Canio Vescovo è uno degli edifici religiosi più importanti e visitati della Basilicata ed è stata consacrata nel 1080.

Realizzata in stile romanico con pregevoli influenze gotiche, la chiesa, oltre ai misteri di cui abbiamo parlato, custodisce un cripta cinquecentesca impreziosita da affreschi del celebre pittore italiano Giovanni Todisco da Abriola mentre nella sacrestia è possibile ammirare il busto di Flavio Claudio Giuliano, imperatore e filosofo romano.

acerenza-cattedrale

Museo Diocesano di Arte Sacra Acerenza

L’interessantissimo Museo Diocesano di Arte Sacra è stato allestito all’interno dei locali dell’antico castello risalente all’VIII secolo ed espone ceramiche di tradizione dauna, oggetti sacri in oro e in argento, oggetti provenienti da corredi tombali e tesori della Cattedrale.

La torretta del castello ospita un caratteristico orologio in pietra bianca con sistema orario a 6 ore.

acerenza-museo-diocesano

Da non perdere sono i Palazzo Loguercio Polosa e Palazzo Gala che si presentano con portali in pietra finemente decorati e svariate fontane, il Museo dei Legni Intagliati ospitato all’interno del Convento di Sant’Antonio da Padova e il Museo Etnografico che vi porterà alla scoperta delle antiche tradizioni contadine locali.

acerenza-museo-etnografico

Acerenza cosa fare ed escursioni

Una delle escursioni più belle da fare ad Acerenza è quella all’omonimo lago che è un bacino artificiale creatosi a causa dello sbarramento del corso del Fiume Bradano.

Il Lago di Acerenza propone un ambiente naturale davvero molto bello ed incontaminato dove è possibile fare passeggiate a stretto contatto con una natura rigogliosa e dove è possibile ammirare numerose specie protette di uccelli come l’upupa, il picchio rosso e tantissimi altri.

acerenza-lago

Imperdibile è anche il lussureggiante Bosco di San Giuliano che si estende su una superficie di oltre 900 ettari e il Parco delle Cantine dove potrete inoltrarvi in antiche grotte scavate nella roccia dove veniva prodotto il vino e, ancora oggi, c’è qualcuno che le utilizza.

acerenza-bosco-san-giuliano

Acerenza immagini e foto

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta