Rasiglia e San Marino entrano a fare parte del circuito dei “Borghi più belli d’Italia”

Autore:
Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Il 2024 inizia decisamente bene per due borghi che entrano a far parte dell’esclusivo circuito dei “Borghi più Belli d’Italia”. Si tratta di Rasiglia, il borgo umbro sull’acqua, e San Marino.

Guarda il video

Rasiglia e San Marino entrano a fare parte Borghi piu belli d Italia
Credit Iaia quark Wikimedia Commons

Rasiglia e San Marino entrano a fare parte del prestigioso club dei “Borghi più Belli d’Italia“. E lo fanno entrambi con una menzione speciale. San Marino è stato infatti accolto come “Borgo Onorario“, mentre Rasiglia, incantevole villaggio noto per le sue acque che scorrono tra edifici di pietra, vi è entrato a far parte come “Borgo Ospite”. L’ammissione di San Marino ha decretato per la prima volta nella storia dell’Associazione de I Borghi più Belli d’Italia l’inserimento di un Paese estero come Borgo Onorario e Ospite Internazionale.

san marino
Credit Sprinter_Lucio Pixabay

Rasiglia, il borgo sull’acqua

rasiglia
Credit sailko Pixabay

Rasiglia è una piccola frazione del comune di Foligno, situata nella provincia di Perugia. Il suo territorio montano è attraversato da tantissimi torrenti e canali che nascono da altrettanto numerose sorgenti e che hanno fatto la fortuna di questo piccolo borgo. Infatti, Rasiglia è nota in tutta Italia per la bellezza delle sue atmosfere che rimandano al passato e alla pace creata dallo scorrere incessante dell’acqua tra antichi edifici in pietra, formando percorsi, cascatelle e laghetti.

Per questo motivo Rasiglia è conosciuta anche come “Borgo dei ruscelli” o come la “Venezia dell’Umbria“. Anticamente, i ruscelli che attraversano da ogni lato l’abitato permisero la nascita di una fiorente industria tessile, che si sviluppò a partire dal Medioevo. In paese rimangono molte testimonianze di questo passato, ad esempio gli antichi mulini.

Da vedere poi ci sono i resti della Rocca di Rasiglia che si erge a 700 metri di altitudine a controllo del borgo. Risalente probabilmente al XII secolo, oggi rimangono, in parte restaurati, il mastio, due torri e tratti della cinta muraria. Lungo la SS 319 Sellanese, a circa un chilometro da Rasiglia, da vedere anche il Santuario della Madonna delle Grazie. L’edificio di culto fu fondato alla metà del Quattrocento per accogliere una statua della Madonna inginocchiata in adorazione del Bambino, ritrovata nei pressi. L’interno presenta ricchi cicli di affreschi appartenenti a maestri del XV secolo.

Città di San Marino

san marino palazzo pubblico
Credit Schwoaze Pixabay

La Repubblica di San Marino è situata al confine fra Emilia Romagna e Marche e la sua capitale è Città di San Marino, il cui centro storico è entrato a far parte dei Borghi più Belli d’Italia come Borgo Onorario – Ospite Internazionale. E’ il terzo stato più piccolo d’Europa. La storia di San Marino è molto antica così come la sua indipendenza, anche se l’Italia lo riconobbe come tale solo nel 1862.

La sua lunga storia ci ha lasciato numerose testimonianze e monumenti, tanto che San Marino è una destinazione turistica molto richiesta. Tra le attrazioni spiccano il Palazzo Pubblico, nell centrale piazza della Libertà, che rappresenta la sede degli organi istituzionali e amministrativi della Repubblica. Di fronte si erge la statua della Libertà. San Marino è poi circondato dalle mura dalle quali si ergono ancora alcune torri che comprendono annesso anche un castello.

Ma il castello più famoso di San Marino è la Rocca Guaita, conosciuta anche come Prima Torre. Si tratta del simbolo del Paese e la più antica delle tre rocche della Città di San Marino. Il nucleo originario risale infatti all’XI secolo. Interamente visitabile, all’interno troviamo la torre a pianta pentagonale, la Cappella di Santa Barbara, il Campanone, le prigioni e la Torre della Penna, ricostruzione della metà del Quattrocento della più antica torre di guardia.

I Borghi più belli d’Italia

I Borghi più Belli d’Italia è un’associazione che nel corso degli anni ha raggiunto un notevole successo nel promuovere e valorizzare una parte straordinaria del patrimonio culturale, storico, artistico italiano, i borghi appunto. Tra i compiti dell’Associazione c’è la selezione annuale di nuovi borghi che possono rientrare nella prestigiosa lista dei Borghi più Belli d’Italia.

I borghi italiani che aspirano a entrarvi devono appartenere a comuni con non contino più di 15.000 abitanti, numero che rappresenta il limite massimo stabilito per ottenere la certificazione, e devono soddisfare tutti i requisiti richiesti dalla Carta di Qualità dell’Associazione. Ad esempio devono possedere un patrimonio architettonico o naturale attestato tramite documenti del Comune o dalla Sovrintendenza delle Belle Arti.

Nuovi Borghi più Belli d’Italia 2024 immagini e foto