Praga itinerario di viaggio

praga-vecchia

Partenza di mattino presto da Orio al Serio siamo due famiglie per un totale di 7 persone.

La partenza avviene in perfetto orario, l’arrivo a Praga addirittura in leggero anticipo.

Il tempo è nuvoloso ma tende a schiarirsi. (Fortunatamente incontreremo tre giorni di tempo discreto, con sole e solo ogni tanto qualche annuvolamento, l’ideale per chi vuole muoversi per visitare).

Ritiriamo i bagagli immediatamente in quanto l’aeroporto di Praga è moderno, funzionale, pulito e ben attrezzato.

Abbiamo prenotato al Residence Trinidad trovato su internet.

Praga #prague #diariodiviaggio


Visitare Praga consigli utili, informazioni e suggerimenti

Iniziamo la nostra visita alla città e decidiamo di iniziare con il Castello (Hrad) che troviamo dopo aver percorso la celebre via Nerudova, molto pittoresca, con tanti negozi e con la nostra Ambasciata che troneggia con tanto di tricolore al vento.

Decidiamo di prendere il ticket family che con sole 500 corone ci permetterà di visitare tutti i monumenti ed i luoghi a pagamento.

Potrebbe interessarti Praga discoteche e locali notturni

E’ una soluzione molto economica e vantaggiosa in quanto ha validità per due giorni quindi permette di stemperare la visita al complesso del Castello anche in due giornate.

Il Venerdì visitiamo la Cattedrale di San Vito, il Palazzo Reale e il Vicolo d’oro.

Praga Cattedrale di San Vito

La Cattedrale di San Vito ricorda molto le chiese francesi, in stile gotico.

praga-cattedraleSVito

All’interno si possono ammirare lo splendido rosone e delle bellissime vetrate ed è anche possibile fotografare.

Notevole anche la tomba imperiale, davanti all’altare maggiore, le statue sono quelle di Massimiliano II d’Asburgo, del padre Ferdinando I e della madre Anna Jagellone.

Da qui una scala scende alla cripta dove c’è la tomba di Carlo IV.

Da non perdere durante la visita anche il Coro e la Cappella di San Venceslao.

Cappella di San Venceslao

Usciamo dalla Cattedrale che è già ora di pranzo e siccome siamo in piedi dalle quattro di mattina la sosta giunge gradita a tutti.

Iniziamo con il dire che a Praga è impossibile morire di fame, il problema del dove mangiare non esiste.

Ci sono centinaia di ristoranti, di birrerie, di negozi che possono risolvere qualsiasi problema alimentare.

Optiamo per un ristorante dove consumiamo un piatto unico a base di carne con contorni vari.

Ottima la loro birra di produzione locale, abbiamo preferito la scura a quella chiara.

Con circa 300-350 corone a testa riusciamo anche a prendere un discreto caffè espresso.

Praga Palazzo Reale

Nel pomeriggio proseguiamo con la visita al Palazzo Reale.

praga-palazzorelae

Immensa la Sala Vladislao, caratterizzata dalle enormi vetrate rinascimentali.

Sala molto ampia perchè pare che all’epoca vi si svolgevano all’interno dei giochi a cavallo.

Approfittatene per uscire sulle balconate e godervi dall’alto dei bellissimi panorami della città.

Passiamo nella piazzetta antistante dove c’è la Chiesa di San Giorgio che decidiamo di visitare domani perchè siamo desiderosi di raggiungere il Vicolo d’Oro.

Praga Vicolo d’Oro

Il Vicolo d’Oro è un vicoletto con delle casette piccole, minute dai colori particolari.

praga-vicolod'oro

Anticamente erano sede della guarnigione poi allontanata perchè pare importunasse le monache del convento.

Fu quindi sede di alchimisti ed orafi da qui il nome vicolo d’oro.

All’interno delle casette negozietti che vendono souvenir un pò particolari.

Al numero civico 22 pare ci abbia abitato per un annetto niente meno che Kafka.

Eccoci quindi fuori dal Castello, presidiato nelle varie entrate da guardie armate di fucile e baionetta, in uniforme di rappresentanza.

Eccoci arrivati al Ponte Carlo.

Praga Ponte Carlo

E’ luogo sempre affollatissimo, turisti, pittori, artisti di strada, musicisti, bancarelle di souvenir.

praga-notte

Costruito a partire dal 1357 dall’Imperatore Carlo V dopo che la Moldova si era appena portata via il Ponte Giuditta in una delle sue tante numerose piene rovinose.

Nei giorni appresso abbiamo fatto un’escursione anche sul battello intorno al ponte e si è potuto notare il livello raggiunto dalle acque del fiume in piena nel 2002, anno in cui morirono 9 persone e Praga rimase praticamente isolata a metà dalla furia della Moldova in piena.

Fu la piena più disastrosa degli ultimi 500 anni.

Ponte Carlo offre immagini ed atmosfere molto significative, a noi è capitato di tornarci per tutti e tre i giorni del nostro soggiorno a Praga.

Al tramonto offre colori ed immagini uniche, degne di essere immortalate in una fotografia o ancor meglio nella bacheca dei propri ricordi.

Torniamo in albergo stanchi ma soddisfatti di quanto visto ed ammirato.

praga-cittàvechhia

Una rapida sortita serale per una cena nella Città Vecchia.

E’ una Praga che pullula di turisti, i negozi sono aperti e si intervallano a ristoranti e birrerie, e poi ci sono le splendide immagini dei monumenti sempre illuminati.

Il racconto continua…Praga in 3 giorni

Galleria foto Praga