10 cose da vedere e da fare a Lussemburgo, la capitale che non ti aspetti

Autore:
Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Capitale del Granducato di Lussemburgo, città natale di uno dei padri fondatori dell’Unione europea e una delle tre sedi ufficiali dell’UE, in questa guida andremo a scoprire cosa fare e cosa vedere a Lussemburgo, nel cuore dell’Europa.

Visitare Lussemburgo
Lussemburgo al tramonto (ph credit Unsplash)

Visitare Lussemburgo: guida turistica

Capitale di un piccolo stato incastonato tra Belgio, Germania e Francia, Lussemburgo è una città dove l’antico e il moderno si fondono in maniera armoniosa. Capitale elegante e cosmopolita, la città è dotata di una storia antichissima che ha lasciato importanti testimonianze, alcune delle quali sono entrate a far parte dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO.

Lussemburgo è una città costruita su più livelli con numerosi terrazze e belvederi che offrono panorami e scorci a non finire sui tetti e sulla campagna circostante. Lussemburgo è anche una città verde e immediatamente fuori dal centro abitato si trovano aree naturalistiche tutte da esplorare.

Cosa vedere Lussemburgo
Fiume Alzette Lussumburgo (ph credit Wikipedia)

Lussemburgo: la storia

Già durante la dominazione romana l’insediamento era caratterizzato dalla presenza di un torrione fortificato che, durante il Medioevo, fu ribattezzato Lucilinburhuc ovvero piccolo castello, toponimo da cui derivò il nome di Lussemburgo. Nel 963 il nobile franco e primo conte di Lussemburgo, Sigfrido, trasformò il Lucilinburhuc in un castello residenziale. Per tale motivo Sigfrido è considerato il fondatore della città. Subito dopo venne costruita la nuova cinta muraria e la chiesa di San Nicola. Nel 1340 venne realizzata l’ultima cerchia di mura per volere di Giovanni di Lussemburgo

Potrebbe interessarti America Coast to Coast

Durante il dominio asburgico le fortificazioni di Lussemburgo vennero ulteriormente rafforzate e la città divenne una delle più robuste e protette roccaforti d’Europa. Si costruirono inoltre casematte e una ventina di chilometri di gallerie sotterranee. Durante le guerre rivoluzionarie, i francesi tentarono di conquistare la città ma vi riuscirono solo dopo sette mesi d’assedio. Questo provocò malcontento presso l’opinione pubblica francese che definì Lussemburgo la roccaforte più difficile da conquistare al mondo dopo Gibilterra.

attrazioni Lussemburgo
Edizici storici Lussemburgo (ph credit Pixabay)

Lussemburgo: attrazioni e luoghi di interesse

Lussemburgo è una delle tre sedi ufficiali dell’Unione Europea e qui si trovano le sue istituzioni giurisdizionali e finanziarie. Questo ha reso Lussemburgo una città moderna, cosmopolita e all’avanguardia il che si rivela anche nelle numerose architetture moderne che convivono armoniosamente accanto agli edifici storici e monumentali.

Dopo questa breve introduzione, ora andiamo a scoprire nel dettaglio le 10 cose da vedere a Lussemburgo, le attrazioni e i luoghi d’interesse da non perdere per nessun motivo.

Lussemburgo cosa vedere
Lussemburgo dall’alto (ph credit LCTO)

Centro storico – Lussemburgo

Il centro storico di Lussemburgo è Patrimonio dell’Umanità UNESCO dal 1994. Il quartiere vecchio è piccolo e raccolto, protetto dalle fortificazioni che hanno fatto grande la storia della città. Esso è altresì circondato da una fascia verde di parchi e giardini mentre i livelli terrazzati che si innalzano a nord-est, dove scorre il fiume Alzette, offrono straordinari panorami sulla città.

Nel centro storico di Lussemburgo sono celate gran parte delle attrazioni della città. Si può partire dalla Gran Rue, una via pedonale con botteghe, boutique e café per giungere a Place d’Armes, il salotto buono e della movida grazie ai suoi ristoranti e pub. Sulla piazza affaccia il Palazzo Municipale in stile neoclassico e la colonna dedicata ai poeti Dicks e Michel Lentz. Place Guillaume è la piazza storica e medievale della città.

Lussemburgo centro storico
Lussemburgo centro storico (ph credit Pixabay)

Fortificazioni UNESCO – Lussemburgo

Brani di antiche mura, torri, cunicoli sotterranei, casematte costellano tutto il centro storico e soprattutto i quartieri Grund, Clausen e Pfaffenthal. Il Bock Casemates è un sistema di difesa sotterraneo formato da chilometri di tunnel e oggi rappresenta uno dei siti più visitati e più importanti del Lussemburgo.

Queste gallerie sotterranee furono inizialmente scavate nel XVII secolo durante il dominio spagnolo e successivamente furono ampliate due volte. Anticamera delle casematte è la cripta archeologica. La presenza di queste imponenti fortificazioni fece guadagnare a Lussemburgo l’epiteto di “Gibilterra del Nord”.

Lussemburgo Bock Casemates
Lussemburgo Bock Casemates (ph credit Wikipedia)

Place de la Constitution – Lussemburgo

Place de la Constitution si trova a sud del centro storico, incastonata nell’area verde che cinge l’abitato. Questa piazza è famosa per il suo belvedere da cui si può ammirare il panorama sul sottostante quartiere Grund e sul ponte Adolphe. Tra mirabili giardini, qui si trova anche il “Gëlle Fra“, il memoriale costituito dalla scultura della “Signora d’oro”, eretto nel 1923 per commemorare i lussemburghesi caduti nella prima guerra mondiale. Il memoriale fu abbattuto dai nazisti nel 1940 e solo nel 1984 un ampio restauro ha restituito l’aspetto originario.

Accanto si trovano le Pétrusse Casemates che risalgono all’epoca in cui gli spagnoli modernizzarono le fortificazioni medievali e costruirono grandi bastioni come quello del Beck, la cui piattaforma è attualmente occupata dalla Place de la Constitution. Oggi rappresentano un’importante testimonianza del passato con le rovine del forte medievale e rigogliosi giardini.

Lussemburgo Place de la Constitution
Lussemburgo Place de la Constitution (ph credit Pixabay)

Palazzo Granducale – Lussemburgo

Nel cuore del centro storico di Lussemburgo troviamo il Palazzo Granducale, residenza ufficiale dei Granduchi del Lussemburgo e sede del capo dello stato del Granducato. Questo edificio era un tempo il palazzo del municipio della città e venne eretto nel corso del XV secolo. É fiancheggiato dalla bella piazza delle Erbe.

Il Palazzo Granducale rappresenta senza dubbio una delle facciate più belle della città in quanto mirabile esempio di stile rinascimentale fiammingo. Gli interni sono maestosi con le loro ricche decorazioni ma sono visitabili solo nel periodo estivo.

Lussemburgo Palazzo Granducale
Lussemburgo Palazzo Granducale (ph credit Visit Luxembourg)

Cattedrale di Notre-Dame – Lussemburgo

La Cattedrale di Notre-Dame è uno dei simboli del centro storico di Lussemburgo. Eretta nel 1613 dai Gesuiti e presenta un pregevole stile tardo gotico, con influssi rinascimentali. Negli anni successivi furono creati i preziosi mobili barocchi, fra cui si segnalano i confessionali e la grande tribuna della cantoria, riccamente scolpita.

Nel 1794 l’edificio di culto diviene la dimora della statua miracolosa della Madonna Consolatrice degli afflitti, proveniente da una cappella fuori le mura e divenuta patrona del Lussemburgo. La cripta sotterranea della cattedrale di Notre-Dame funge da necropoli dei Granduchi del Lussemburgo. Questo ambiente accoglie infatti le tombe di numerosi membri della famiglia ducale del Lussemburgo.

Lussemburgo Cattedrale di Notre Dame
Lussemburgo Cattedrale di Notre Dame (/ph credit Wikipedia)

Musei – Lussemburgo

In un raggio di poco più di un chilometro nel centro di Lussemburgo vi sono ben sette musei da visitare. Villa Vauban ospita collezioni di dipinti e sculture dal XVII al XIX secolo e arte lussemburghese dal XIX al XXI secolo. Il Casino Luxembourg è diventato un centro d’arte contemporanea e ospita mostre di giovani artisti internazionali. Il Museo cittadino di Lëtzebuerg ripercorre i mille anni di storia della città tra numerosi reperti.

Il Museo Nazionale di Storia e Arte – MNHA espone reperti archeologici del territorio lussemburghese dall’età della pietra fino al Medioevo. Il Museo Nazionale di Storia Naturale permette di scoprire come vivevano gli uomini dell’età della pietra, i misteri della scienza e della natura. Nel parco Dräi Eechelen si trova lo storico e imponente Forte Thüngen, le cui mura e sotterranei ospitano il museo dedicato alla storia dal Medioevo al Novecento. Il Mudam – Museum of Modern Art aggiunge un’atmosfera cosmopolita nella capitale grazie a mostre, conferenze ed eventi culturali.

Lussemburgo Villa Vauban
Villa Vauban (ph credit Wikipedia)

Ascensore panoramico Pfaffenthal – Lussemburgo

Lussemburgo è una sorta di città terrazzata che si divide tra parte alta e bassa ed è caratterizzata da molte scalinate e salite. Per raggiungere i punti più alti ci sono anche ascensori come quello panoramico di Pfaffenthal. Con la sua altezza di oltre 70 metri, il breve viaggio offre un magnifico panorama sulla Valle Alzette.

Una volta arrivati, è possibile attraversare una passerella con pavimento in vetro trasparente che dall’arrivo dell’ascensore porta al quartiere Ville Haute, a circa 9 metri di altezza sopra la valle. L’ascensore panoramico Pfaffenthal è sotuato in 2 Rue du Pont e si raggiunge a piedi dal centro storico.

Lussemburgo ascensore panoramico Pfaffenthal
Lussemburgo ascensore panoramico Pfaffenthal (ph credit Visit Luxembourg)

Chemin de la Corniche – Lussemburgo

Una delle cose assolutamente da fare durante una vacanza a Lussemburgo è una passeggiata lungo il Chemin de la Corniche, dichiarato anche “il balcone più bello d’Europa” dallo scrittore lussemburghese Batty Weber. Si tratta di un sentiero panoramico, a pochi minuti a piedi dal centro storico, e che porta al sottostante quartiere del Grund e le vallate che circondano la capitale, come quelle del Pétrusse e dell’Alzette.

Il percorso si snoda lungo gli antichi bastioni che fanno capolino sul fiume Alzette. In realtà, tale percorso ha un’origine storica molto antica. Infatti, nel corso del Seicento qui sorgeva un forte che venne successivamente spianato, diventando così il punto più panoramico della città.

Lussemburgo Chemin de la Corniche
Vista dal Chemin de la Corniche (ph credit Visit Luxembourg)

Grund – Lussemburgo

Grund è il quartiere sottostante il centro storico di Lussemburgo e occupa la valle attraversata dal fiume Alzette. Oltre a essere una zona molto pittoresca della città grazie ai suoi tradizionali edifici che si affacciano sulle sponde del fiume, questo è anche il quartiere più vivo per la movida notturna.

Tra le cose da ammirare: le casematte di Bock e il memoriale, il bellissimo ponte di Stierchen situato nei giardini, l’ex abbazia di Neumünster che oggi ospita eventi di vari genere, il Rham-Plateau, un altopiano bagnato su tre lati dalle Alzette e da cui si gode della magnifica vista sugli edifici militari e le fortificazioni.

Lussemburgo Grund
Lussemburgo Grund (ph credit Pixabay)

Escursioni a Lussemburgo: Mëllerdall Nature & Geopark

Il Granducato di Lussemburgo vanta tantissime aree naturali e tre riserve tra cui il Mëllerdall Nature & Geopark, che nel 2022 è stato premiato con l’etichetta UNESCO Global Geopark. Situato nella parte nord orientale del Granducato, questo sito è caratterizzato da un paesaggio roccioso impressionante, imponenti rocce e gole, ma anche dai tradizionali frutteti con centinaia di tipi di alberi da frutta.

Il Geopark UNESCO vanta grandi foreste, una flora unica di felci e muschi, riserve forestali naturali. Il 42% della superficie è protetta tramite aree Natura2000. Inoltre, qui sono stati trovati i resti dei più antichi insediamenti lussemburghesi e vi si trovano numerose attrazioni come il patrimonio culturale mondiale immateriale “Echternacher Dancing Procession”, i castelli e i palazzi di Beaufort e Larochette, l’abbazia di Echternach ed esempi di archeologia industriale siderurgica e tessile. Tutto ciò può essere esplorato tramite sentieri escursionistici segnalati.

Lussemburgo Mëllerdall Nature & Geopark
Mëllerdall Nature & Geopark UNESCO (ph credit Pixabay)

Lussemburgo immagini e foto