5 cose da vedere a Dolceacqua, il borgo medievale ligure che incantò Monet

Feliciana De Martis
  • Autrice viaggi e discipline umanistiche

Visitare Dolceacqua. Ecco un incredibile viaggio alla scoperta del luogo che fece innamorare il pittore impressionista Monet. Cosa vedere nel borgo medievale. Il ponte romano, il castello, le antiche chiese. Itinerario tra storia e leggende.

Weekend a Dolceacqua: cosa vedere nel borgo ligure che incantò Monet


Dolceacqua dove si trova e distanza dal mare

Dolceacqua è un borgo medievale ligure che sorge in Val Nervia, in provincia di Imperia perfettamente incastonato in un contesto naturale mozzafiato a soli 5 km dal mare ed a pochi chilometri dalle montagne della Liguria e quelle francesi, fungendo così da meta perfetta per gli amanti della natura in generale.

Il borgo si trova ad un’altezza sul livello del mare di 51 metri ed è attraversato dal torrente Nervia. La storia è ricca di un susseguirsi di eventi ed importanti famiglie come quella dei Doria che hanno lasciato segni e testimonianze che ad oggi i visitatori possono ancona ammirare.

Weekend a Dolceacqua: cosa vedere nel borgo ligure che incantò Monet

Perché visitare Dolceacqua

I motivi che spingono ogni anno visitatori da tutta Italia e non solo ad ammirare le bellezze di Dolceacqua sono molteplici. Innanzitutto parte del merito va alle atmosfere medievali, uniche e suggestive qui ancora custodite con cura complice un centro storico ben conservato e ricco di palazzi storici, piccole piazze e botteghe perfettamente inseriti nel contesto.

Non è un caso infatti se proprio uno dei più grandi poeti impressionisti francesi abbia trovato ispirazione in questo borgo per dipingere alcuni splendidi quadri avente proprio Dolceacqua come soggetto. Il poeta in questione è Monet, che, in visita al borgo, lo definì un “gioiello di leggerezza”.

Weekend a Dolceacqua: cosa vedere nel borgo ligure che incantò Monet

Insomma, Dolceacqua è la destinazione ideale per un viaggio alla riscoperta di luoghi autentici, così ricchi di storia e tradizioni oltre che di panorami e scorci indimenticabili.

Dulcis in fundo, qui è possibile degustare una vera eccellenza del territorio: il vino rosso Rossese DOC di Dolceacqua.

Per tutti questi motivi il borgo ha ottenuto la prestigiosa Bandiera Arancione del Touring Club Italiano.

Weekend a Dolceacqua: cosa vedere nel borgo ligure che incantò Monet

Dolceacqua attrazioni e luoghi di interesse

Dolceacqua offre ai visitatori una serie di attività da svolgere e luoghi di interesse tutti da scoprire ed ammirare, a partire da una semplice passeggiata per le vie del borgo che in ogni stagione incantano i passanti con luci e profumi tipici di un tempo passato.

Non mancano poi sentieri per gli appassionati di camminate come quello verso la Chiesa di San Bernardo oppure monumenti bellissimi come il celebre ponte vecchio, il castello Doria, la chiesa di Sant’Antonio Abate ed il più recente Visionarium.

Weekend a Dolceacqua: cosa vedere nel borgo ligure che incantò Monet

Ponte vecchio – Dolceacqua

Celebre per la sua apparizione in alcuni dipinti di Monet, il ponte vecchio di Dolceacqua è stato costruito nel XV secolo su un ponte preesistente, la cui struttura è a schiena d’asino ad unica campata lunga 33 metri.

Il ponte suddivide Dolceacqua in due parti: il Borgo, vale a dire la parte più recente e la Terra, la parte più antica in salita che si sviluppa attorno al castello.

Potrebbe interessarti Ponte di Legno vacanze consigli

Weekend a Dolceacqua: cosa vedere nel borgo ligure che incantò Monet

Castello Doria – Dolceacqua

Il castello di Dolceacqua, noto anche come castello Doria, risale anteriormente al XII secolo e sorge in una posizione dominante rispetto al centro abitato offrendo così una vista davvero incredibile.

Anche il castello è presente in alcuni quadri di Monet e basta visitarlo per comprenderne il motivo: si tratta di un’opera di straordinaria bellezza che sovrasta il borgo e ne arricchisce il profilo.

La struttura venne notevolmente ampliata nel XVI secolo per volere del signore locale Stefano Doria che fece aggiungere un bastione speronato e due torri quadrate.

Weekend a Dolceacqua: cosa vedere nel borgo ligure che incantò Monet

Chiesa di Sant’Antonio Abate -Dolceacqua

Informazioni certe circa la chiesa di Sant’Antonio Abate risalgono al XV secolo, anche se probabilmente la costruzione risale ad epoche più lontane. Il campanile attiguo invece è stato costruito nel 1621 sopraelevando una torre della cinta muraria.

L’interno della chiesa è un perfetto esempio di barocco, caratterizzato da stucchi in oro e contenete opere di grande rilievo artistico come il polittico rinascimentale “Santa Devota” realizzato dal pittore Ludovico Brea e la tela ritraente Sant’Antonio Abate dipinta da Giuseppe Vermiglio nel XVII secolo.

Weekend a Dolceacqua: cosa vedere nel borgo ligure che incantò Monet

Palazzo Doria Garoscio – Dolceacqua

Il Palazzo Doria Garoscio si trova nel cuore del centro storico di Dolceacqua ed ospita la biblioteca comunale e l’interessantissima Pinacoteca dedicata a Giovanni Morscio, famoso pittore locale.

La Pinacoteca Giovanni Morscio, oltre ad opere dal notevole interesse storico ed artistico realizzate dal pittore che amava dipingere la “natura morta”, qui sono visibili anche tantissimi dipinti realizzati da artisti quotati dell’epoca.

Weekend a Dolceacqua: cosa vedere nel borgo ligure che incantò Monet

Cosa fare a Dolceacqua: passeggiata alla Chiesa di San Bernardo

Chi adora passeggiare non può non raggiungere a piedi la chiesa di San Bernardo che si trova a circa 25 minuti di cammino dalla centrale Piazza Garibaldi.

La chiesetta campestre è perfettamente inserita in un contesto rurale in cima ad una collina da dove poter ammirare un panorama da cartolina.

Inoltre, al suo interno è possibile ammirare degli affreschi risalenti al XVI secolo pienamente recuperati grazie ad un efficace lavoro di restauro.

Weekend a Dolceacqua: cosa vedere nel borgo ligure che incantò Monet

Visionarium – Dolceacqua

Infine, a Dolceacqua si trova una sala proiezioni in 3D e Omnimax davvero particolare: il Visionarium. Qui è possibile lasciarsi andare ad un’esperienza unica in grado di coinvolgere adulti e bambini.

In questa sala unica in Italia si può assistere alla proiezione di documentari che, grazie alle avanzate tecnologie utilizzate, interessano tutti i sensi immergendo i visitatori nella realtà mostrata sullo schermo.

Weekend a Dolceacqua: cosa vedere nel borgo ligure che incantò Monet

Immagini e foto di Dolceacqua