Le 3 cose da vedere, da fare e da mangiare ad Acqualagna la Capitale Italiana del Tartufo


Acqualagna guida turistica, escursioni più belle, migliori piatti tipici da gustare e consigli su cosa fare e cosa vedere.

acqualagna-marche



Acqualagna Turismo: Dove si trova ed informazioni

Acqualagna è una ridente cittadina situata nelle Marche in provincia di Pesaro e Urbino ed è meta di turismo enogastronomico ed escursionistico.

Conosciuta come La Capitale Italiana del Tartufo, Acqualagna è una meta molto apprezzata da chi vuole letteralmente “staccare la spina” o dachi vuole allontanarsi dal caos cittadino dedicando del tempo al relax, al benessere, alla natura e alla buona cucina.

acqualagna-panorama

Acqualagna luoghi di interesse ed attrazioni

Durante un tour di Acqualagna consigliamo di visitare la Chiesa Parrocchiale di Santa Lucia dove è possibile ammirare bellissimi affreschi risalenti al XVI secolo, il Santuario del Plingo situato nei pressi della Località Furlo ed è meta di pellegrinaggio in quanto custodisce un preziosa e venerata immagini della Madonna col Bambino di origini tutt’ora incerte, l’Abbazia di San Vincenzo al Furlo le cui origini risalgono all’VIII secolo ma quella che appare oggi ai nostri occhi è una costruzione in stile romanico dell’XI secolo, il Castello di Pietralta risalente all’XI secolo che si trova sul versante meridionale dell’omonimo monte e la Chiesa del Santissimo Sacramento situata nel cuore del centro storico del borgo che è stata edificata probabilmente nel XV secolo.


Leggi anche: Cosa mangiare a Pesaro

acqualagna-abbazia-di-san-vincenzo

Gola del Furlo Acqualagna

Il Borgo di Acqualagna si trova nei pressi delle meravigliosa Riserva Naturale della Gola del Furlo che è un’area protetta immersa tra boschi, cime incontaminate e pascoli e si estende su una superficie di oltre 3600 ettari.

La Riserva Naturale della Gola del Furlo si è formata tra il Monte Pietralata e il Monte Paganuccio nella confluenza del Torrente Burano che ha dato vita al lago artificiale del Furlo che, come si evince dal nome “gola”, è stretto da pareti rocciose a strapiombo sulle acque.

acqualagna-riserva-naturale-gola-del-furlo

All’interno di questo incredibile parco naturalistico ci sono percorsi e sentieri che vi porteranno alla scoperta di un mondo magico ricco di paesaggi incontaminati unici al mondo e dove è possibile ammirare animali come aquile reali, falchi, lupi appenninici, daini, caprioli e tantissime altre specie.

La Riserva Naturale della Gola del Furlo è costeggiata da sentieri attraversati dal fiume adatti anche e soprattutto a famiglie con bambini piccoli ed è possibile praticare anche arrampicate sportive, trekking, Kayak ed altre discipline.

acqualagna-gola-del-furlo

La maggior parte dei percorsi situati all’interno della Riserva Naturale della Gola del Furlo sono di breve durata (circa uno ora e mezza di cammino) e sono accessibili a persone anziane, genitori con passeggini e a persone diversamente abili (è possibile usufruire di una carrozzella speciale da fuoristrada).


Potrebbe interessarti: Cosa mangiare a Urbino

Insomma che dire, la Gola del Furlo non ha nulla a che invidiare a famigerati Canyon Americani ed è il posto giusto per chi vuole vivere un’esperienza “Wild”.

acqualagna-gola-del-furlo-paesaggi

Tartufo di Acqualagna e piatti tipici

Acqualagna è la Capita del Tartufo in Italia ed è considerata una vera e propria meta di “pellegrinaggio enogastronomico” dove potrete scoprire i veri tesori di questa magnifica terra.

Grazie al particolare microclima, il territorio di Acqualagna è letteralmente invaso da diverse varietà di tartufi ovvero tuberi pregiati conosciuti sin dall’epoca romana e ogni anno vengono “celebrati” da ben tre eventi dedicati dei quali il più famoso in assoluto è conosciuto come Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna che si tiene, solitamente, tra ottobre e novembre.

Il tartufo più costoso e celebre che potrete gustare ad Acqualagna è il Tuber Magantum Pico ovvero quello di colore bianco dall’odore forte ed aromatico.

acqualagna-tartufo-bianco

Molto buono è digeribile è il Tuber Melanosprum Vitt che è considerato il tartufo alimentare per antonomasia ed è di colore nero.

Una visita all’interno dell’interessantissimo Museo del Tartufo vi darà molte spiegazioni sulle particolarità e le caratteristiche di questo celebre tubero.

Ad Acqualagna potrete gustare prevalentemente piatti tipici a base di tartufo bianco o nero che vengono “grattugiati” in ogni dove e vi consigliamo anche di provare la celebre carne marchigiana famosa ormai in tutto il mondo.

acqualagna-piatto-tartufo-bianco

Acqualagna immagini e foto

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta