Vacanze a Saint Tropez: cosa vedere e cosa fare nella “Città dei vip e degli artisti”

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Saint Tropez è, dagli anni ’60, meta vacanziera del jet set internazionale per la vita notturna e il lusso. Ma questa cittadina sulla Costa Azzurra francese incanta anche per i paesaggi mozzafiato e i numerosi sentieri vista mare che si possono percorrere nel suo promontorio.

saint-tropez-francia


Visitare Saint Tropez: informazioni e turismo

Saint Tropez è un’esclusiva località balneare che sorge nella penisola omonima e su un piccolo golfo della Costa Azzurra, nella regione francese della Provenza. Saint Tropez si caratterizza per un centro storico che richiama le sue umili origini di borgo di pescatori e una costa frastagliata dove si aprono calette d’incomparabile bellezza.

Pittoreschi quartieri si dispongono a raggiera attorno al porto vecchio, il nucleo più antico di Saint Tropez. Qui, infatti, nel Medioevo, a seguito dello spopolamento del borgo, vennero condotte sessanta famiglie provenienti dall vicina Liguria che fecero rinascere il paese a vocazione marinara e vi costruirono fortificazioni e mura tuttora esistenti.

saint-tropez-centro

Saint Tropez: luoghi di interesse ed attrazioni

Da umile borgo di pescatori, Saint Tropez salì alla ribalta internazionale alla fine degli anni ’50 quando venne girato il film “Piace a troppi”, interpretato dalla nascente star Brigitte Bardot. Il successo fu tale che altri film furono ambientati a Saint Tropez e il paese divenne meta vacanziera esclusiva, frequentata dagli esponenti della corrente cinematografica della Nouvelle Vague. Oggi Saint Tropez, oltre a conservare la fama di località turistica di lusso, costellata da sfarzose ville e hotel cinque stelle, ha saputo conservare l’aspetto medievale nella parte vecchia della città e anche una certa propensione al turismo escursionistico con i suoi numerosi sentieri che percorrono il promontorio e conducono a spiagge da sogno.

Dopo queste brevi notizie andiamo ora a scoprire cosa vedere a Saint Tropez, i luoghi d’interesse e le attrazioni da non perdere.

saint-tropez-porto-vecchio

Centro storico La Ponche e il vecchio porto – Saint Tropez

Il centro storico di Saint Tropez, chiamato La Ponche, colpisce l’attenzione per le facciate delle case dai tenui color pastello, che richiamano subito quelli dei borghi situati sulla costa ligure. È questa la zona più pittoresca della città, e anche una delle più caratteristiche, dove si può ancora respirare quell’atmosfera marinara, con vicoli stretti e acciottolati su cui affacciano botteghe di artigiani, ristoranti, bar e negozi di souvenir.

Il centro storico con le sue case colorate termina sul romantico vecchio porto, brulicante d’imbarcazioni e costeggiato da lunghe banchine dove passeggiare al tramonto. In particolare, da non perdere una passeggiata al Mole Jean-Réveille, con scorci e panorami eccezionali, fonte d’ispirazione, un tempo, per i pittori impressionisti.

saint-tropez-marina

Chiesa di Nostra Signora dell’Assunzione – Saint Tropez

Principale luogo di culto della città, la Chiesa di Nostra Signora dell’Assunzione è uno dei simboli di Saint Tropez e fa parte del registro francese dei monumenti storici. L’edificio, sorto nel 1784, presenta forme barocche sia all’interno che all’esterno. Svettante sulla città, è il suo originale campanile tricolore in ocra, terra di Siena e giallo nella parte terminale che reca ben quattro orologi, visibili da ogni angolo della città.

Nel portale esterno si trova la statua di San Torpè, il martire pisano che perì decapitato per ordine dell’imperatore romano Nerone e da cui la cittadina francese deriva il nome. All’interno della chiesa è conservato il busto di San Torpè che viene portato in processione durante le Bravades (16-18 maggio di ogni anno) e sculture lignee intagliate del XIX secolo.

saint-tropez-chiesa

La Cittadella – Saint Tropez

La Cittadella di Saint Tropez è una struttura fortificata, unica nel suo genere in tutta la Costa Azzurra, che sorge sulla sommità della verde collina che domina il centro storico nella parte settentrionale. Fatta edificare alla fine del Cinquecento per proteggere la città dagli attacchi provenienti dal mare, la Cittadella fu dotata in breve anche di una possente cinta muraria con fossati. La Cittadella a pianta esagonale, come la conosciamo noi oggi, fu però riedificata all’inizio del Seicento per volere di re Enrico IV, dopo che il parlamento provenzale ne aveva decretato la demolizione.

La fortezza perse il suo ruolo strategico verso gli anni ’70 dell’Ottocento quando i suoi bastioni si rivelarono non abbastanza fortificati per resistere ai proiettili moderni che avevano sostituito le palle di cannone. Di particolare interesse il possente dongione, che oggi ospita il Museo della storia marittima. I piedi dei bastioni sono un ottimo punto per ammirare il panorama eccezionale sul golfo di Saint Tropez.

saint-tropez-la-cittadella

Musei – Saint Tropez

Il Museo della storia marittima, situato nella Cittadella di Saint Tropez, offre un percorso espositivo che affronta 15 temi sulla cultura marinara della città, attraverso un prezioso patrimonio proveniente da generazioni di pescatori e soprattutto di mercanti di mare. Il Museo dell’Annonciade è ospitato all’interno della cinquecentesca cappella dell’Annunziata e raccoglie opere pittoriche dal 1890 al 1950 degli artisti puntinisti, nabis e fauve e soprattutto quadri di Paul Signac, Pierre Bonnard e Henri Matisse.

Il Museo della Gendarmerie e del Cinema è l’occasione per scoprire la storia di Saint Tropez nel cinema e il suo ruolo tra finzione e realtà, a partire dalla serie di film di Jean Girault che resero famosa la città a livello internazionale, “I gendarmi di Saint-Tropez”. Il Museo delle Farfalle è una singolare casa-museo del pittore Dany Lartigue che presenta le sue farfalle in un modo del tutto inedito: la raccolta espositiva comprende quadri con lastra di vetro dove, su uno sfondo paesaggistico dipinto, sono appuntate le farfalle, raccogliendone così oltre 35.000 esemplari.

saint-tropez-museo-delle-farfalle

Percorsi naturalistici – Saint Tropez

Dal centro di Saint Tropez partono sentieri escursionistici di grande valore naturalistico che conducono attraverso la macchia mediterranea del promontorio della città e verso spiagge paradisiache. Sentieri non troppo impegnativi e alla portata di tutti, sono l’occasione per scoprire il parco, le ariose pinete e le spiagge del litorale.

In particolare, il Sentiero del Litorale di Saint Tropez è un antico percorso ad anello lungo 20 chilometri che parte dalla Cittadella e che può essere percorso in più tappe. Attraverso la costa, esso conduce ad alcune delle spiagge più celebri della zona tra scorci sulle acque turchesi per tornare al porto vecchio, passando nell’entroterra. Dall’anello del Sentiero del Litorale si possono effettuare deviazioni per un totale di 38 chilometri, tutti da godere immersi nella natura della Costa Azzurra.

saint-tropez-sentiero-del-litorale

 Saint Tropez immagini e foto