Vacanze ad Iglesias: cosa vedere e spiagge più belle della Perla del Sulcis Iglesiente


Cosa vedere in vacanza a Iglesias. Luoghi d’interesse del centro storico e testimonianze del passato minerario della zona. Un tuffo nelle acque incontaminate delle spiagge più belle del Sulcis Iglesiente.

pan-di-zucchero-iglesias



Iglesias Sardegna Turismo

Iglesias è una cittadina fortificata, la più importante e conosciuta della sub-regione dell’Iglesiente.

Meta estiva per eccellenza, oltre ad offrire spiagge da sogno e acque cristalline è anche un’interessante destinazione storico-culturale da scoprire a ritmo lento durante un tour nel sud ovest della Sardegna.

iglesias-palazzi-storici

Iglesias luoghi di interesse ed attrazioni

Città Regia durante la dominazione catalano aragonese, Iglesias in spagnolo significa “chiese” infatti il centro storico ospita moltissimi edifici sacri.

La cittadina è famosa per il suo passato minerario, legato all’estrazione e alla lavorazione di piombo e zinco.


Leggi anche: Le 8 migliori località dove andare in vacanza in Sardegna del Nord

La costa sud occidentale della regione è un vero e proprio paradiso terrestre! Gli amanti del mare potranno godersi sole e relax sulle lunghe distese di sabbia bianca finissima e tuffarsi in acque incontaminate.

Inoltre Iglesias è un ottimo punto di partenza per raggiungere alcuni dei posti più affascinanti del Sulcis Iglesiente tra cui Carbonia, l’Isola di Sant’Antioco e il borgo di Portoscuso con la spiaggia di Portopaglietto.

masua-sardegna

Il centro storico: palazzi nobiliari e edifici sacri

Il centro storico pur essendo piccolo, brulica di negozietti, bar, ristoranti, palazzi d’epoca ed edifici sacri.

Passeggiando per le vie circoscritte dalle mura Pisane si incontrano piazze, vicoli e palazzi storici tra cui il Palazzo Comunale, il Palazzo Vescovile, l’edificio appartenuto alla nobile famiglia Salazar e il Palazzo Lamarmora.

iglesias-centro-storico

Tra le numerose chiese del centro spicca la Cattedrale di Santa Chiara risalente al 1200, restaurata nel ‘500 in stile romanico-gotico.

Si affaccia su Piazza Municipio e si tratta dell’unica cattedrale dedicata alla Santa di Assisi.

Tra gli altri edifici sacri di Iglesias meritano una visita anche la Chiesa di Santa Maria di Valverde, la Chiesa di San Domenico, quella di San Francesco con il Chiostro e la Chiesa della Purissima.


Potrebbe interessarti: Visitare Carbonia: le 5 cose da vedere in una delle città più giovani d’Italia

Nei pressi della Chiesa di Santa Maria di Valverde, fate una piccola deviazione fino al Cimitero Monumentale per ammirare tombe e sculture dal grande valore artistico tra cui quella dedicata alla piccola Zaira, morta a sei anni, conosciuta come “la bambina col cerchio di Iglesias”.

cattedrale-iglesias

Castello di Salvaterra Iglesias

Proseguiamo alla scoperta del Castello di Salvaterra, la piccola fortezza della cittadina che al suo interno ospita una mostra di armi e di strumenti di tortura medievali risalenti al periodo dell’Inquisizione.

Vi consigliamo di unirvi ad un tour guidato che vi porterà alla scoperta delle sale del castello, raccontandovi la storia e l’utilizzo degli strumenti esposti.

iglesias-spiagge

Museo dell’Arte Mineraria e Miniera di Monteponi

Nel centro storico di Iglesias si può visitare il Museo dell’Arte Mineraria che testimonia il passato minerario di questa zona della Sardegna.

Il Sulcis Iglesiente rappresenta infatti uno dei più importanti bacini minerari d’Italia. Durante il percorso conoscerete le antiche tecniche di estrazione, farete un salto nel passato e nel duro lavoro del minatore.

Per approfondire l’argomento vi consigliamo di proseguire la visita presso la Miniera di Monteponi, che si trova a poco più di tre chilometri dal centro di Iglesias.

Si tratta di una delle maggiori miniere sarde, nata nel 1840 per sfruttare i giacimenti di piombo e zinco del sottosuolo. Unitevi ad una visita guidata per capirne a fondo la storia e immedesimarvi nella fatica dei minatori.

miniera-di-monteponi

Iglesias: spiagge e mare incontaminato

Iglesias è a due passi da alcune delle spiagge più belle ed incontaminate della costa sud occidentale della Sardegna.

Tra i litorali più suggestivi, consigliamo sicuramente la spiaggia di Masua, uno spettacolo della natura da togliere il fiato.

Questo tratto di costa ospita un monumento naturale tra i più scenografici della Sardegna: il Pan di Zucchero, un faraglione alto 133 metri.

Il mare è verde smeraldo e il fondale sabbioso con qualche scoglio, il paradiso per gli amanti dello snorkeling.

iglesias-sardegna

Di fronte al faraglione si trova l’insenatura di Porto Flavia, ex struttura per l’imbarco dei minerali, ancora oggi visitabile.

Altra spiaggia da non perdere accanto al lido di Masua è quella di Portu Cauli, apprezzatissima sia dai turisti che dagli stessi sardi.

Il litorale è caratterizzato da sabbia bianca fine e da acque trasparenti. Chi preferisce le comodità, può recarsi al punto ristoro e noleggiare ombrellone, sdraio e lettini.

Tra gli altri posti dove andare a mare durante una vacanza ad Iglesias, c’è sicuramente la spiaggia di Porto Paglia.

Si trova all’inizio del litorale di Gonnesa, al confine tra le coste dell’Iglesiente e del Sulcis, è una lunga spiaggia sabbiosa color ambra con striature tendenti al rosa. Un paradiso in terra!

iglesias-acque-cristalline

Eventi ad Iglesias: il Corteo Storico Medievale e “Ombreggiando”

Tra gli eventi estivi a cui non mancare c’è il Corteo Storico Medievale che si tiene ad Iglesias nel mese di agosto.

Durante la cosiddetta “settimana medievale” si svolgono tornei e cortei per le strade del centro che vedono sfilare cavalieri, trombettieri e sbandieratori.

L’evento vuole essere una rievocazione storica del coraggio della popolazione locale nel difendere la propria terra contro l’assedio di Alfonso d’Aragona nel XIV secolo.

Famosissima anche l’installazione degli ombrelli multicolore chiamata “Ombreggiando”, che potete trovare in Corso Matteotti nei mesi estivi. Un vero e proprio simbolo della cittadina!

iglesias-ombrelli

Iglesias: foto e immagini

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta