Visitare Amelia: le 5 cose da vedere nel borgo più antico d’Italia


Il borgo di Amelia si trova in provincia di Terni in Umbria ed è il più antico in Italia. Vediamo quali sono le principali attrazioni ed i principali luoghi di interesse da visitare anche in un solo giorno.

amelia-umbria



Amelia Turismo informazioni

Adagiato sulle dolci collinette dei Monti Amerini al confine con Lazio e tra la Valle del Nera e la Valle del Tevere, Amelia è il borgo più antico d’Italia e la sua fondazione risale, probabilmente, al 1.100 a.C.

Il borgo di Amelia è uno scrigno di arte, storia e cultura, per molti è un vero e proprio museo a cielo aperto e le numerose testimonianze di epoca romana, medievale e rinascimentale lo rendono un luogo unico nel suo genere che merita di essere visitato almeno una volta nella vita, anche in un solo giorno.


Leggi anche: Terni dove mangiare bene spendendo poco

amelia-centro-storico

Amelia luoghi di interesse ed attrazioni

Il centro storico di Amelia è circondato da una possente cinta muraria di epoca romana che è stata realizzata con blocchi di calcare massiccio poligonali a secco tra loro tra il VI ed il II secolo a.C.

Immersi in “scenari” che si perdono nella notte dei tempi, scopriamo insieme cosa vedere ad Amelia in borgo più antico d’Italia.

amelia-piazza-marconi

Mura Poligonali – Amelia

Un viaggio alla scoperta di Amelia, il borgo più antico d’Italia, non può che partire dalle Mura Poligonali che rappresentano il “monumento” archeologico più importante.

Come già accennato le Mura Poligonali cingono lo straordinario centro storico di Amelia, quelle più antiche sono quelle che si trovano tra Porta della Valle ed in Teatro Sociale mentre nella parte superiore del borgo potrete ammirare quelle risalenti alla epoca romana ed al medioevo e sono interrotte da antiche porte d’ingresso, Porta Romana, Porta Posterola e Porta Leone IV.


Potrebbe interessarti: Visitare Terni consigli

amelia-mura-poligonali

Museo Archeologico – Amelia

Il Museo Archeologico e Pinacoteca Edilberto Rosa è stato fondato nel 2001 all’interno dell’ex Collegio Boccarini ed il suggestivo e caratteristico ingresso è preceduto da un chiostro rinascimentale edificato durante il XVI secolo.

Questo straordinario museo, considerato tra i più interessanti in Italia, custodisce importantissimi reperti archeologici risalenti al periodo preromano, romano ed altomedievale e quelli che consigliamo di non perdere assolutamente sono le monete ed i gioielli che sono la testimonianza dei traffici commerciali con l’Antica Grecia ed i particolarissimi corredi funerari.

Imperdibile è anche la statua bronzea di Nerone Claudio Druso, il generale romano conosciuto con il nome di Germanico.

amelia-museo-archeologico

Palazzo Petrignani – Amelia

Affacciato sulla bellissima Piazza Marconi, cuore pulsante della vita cittadina del borgo di Amelia, il Palazzo Petrignani rappresenta un magnifico esempio di architettura rinascimentale del ‘500.

Il Palazzo Petrignani dispone di una bellissima ed imponente facciata realizzata in muratura in laterizi a cortina mentre internamente custodisce affreschi preziosissimi attribuiti alla scuola degli Zuccari.

Consigliamo di ammirare, anche solo dall’esterno, lo straordinario Palazzo Frattini risalente al 1520 che è di proprietà privata ed è stato edificato grazie ad un progetto del grande Antonio da Sangallo il Giovane sui resti di antiche terme romane.

amelia-palazzo-petrignani

Cisterne Romane – Amelia

Un’altra delle attrazioni imperdibili del borgo di Amelia sono le celebri e suggestive Cisterne Romane che si trovano sotto al “forum” che attualmente corrisponde a Piazza Matteotti e sono state costruite tra il II ed il I secolo a.C.

Le Cisterne Romane di Amelia venivano utilizzate per la raccolta dell’acqua piovana, dispongono di ben 10 ambienti paralleli scavati nella roccia tufacea e la cosa straordinaria è che versano in uno stato di conservazione quasi perfetto e, pensate un pò, sono ancora funzionanti.

amelia-cisterne-romane

Chiesa di Sant’Agostino – Amelia

La Chiesa di Sant’Agostino ha origini antichissime, è stata edificata nel luogo in cui sorgeva la Pieve di San Pancrazio e si presenta ai visitatori con una pregevole e preziosissima architettura romano-gotica.

Questo meraviglioso edificio religioso dispone di un particolarissimo portale in stile gotico mentre internamente custodisce numerosi affreschi neoclassici dei quali il più importante è quello de “Il Martirio di San Pancrazio” realizzato dal pittore Francesco Appiani verso la metà del XVIII secolo.

Anche il Monastero e Chiesa di San Magno sono davvero un bel vedere.

AMELIA-PORTA-ROMANA

Amelia immagini e foto

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta