4 borghi più belli dell’Umbria da visitare a Pasqua e Pasquetta

L’Umbria è una magnifica terra di turismo lento, spiritualità ed antichi sapori che ospita preziosissimi borghi dalla bellezza disarmante dove organizzare il weekend di Pasqua e Pasquetta è un vero privilegio. Ecco quali sono i più belli e caratteristici.

umbria-pasqua


Dove andare il weekend di Pasqua e Pasquetta in Umbria: idee e consigli su cosa fare e cosa vedere

L’Umbria è una regione meravigliosa, è il “Cuore verde dell’Italia” ed è particolarmente apprezzata per la cucina, i folti e lussureggianti boschi e, soprattutto, per il suoi straordinari borghi medievali felicemente arroccati in cima alle colline.

Questa è una magnifica terra di turismo lento dove regna la pace, la tranquillità e la spiritualità ed è, senza alcun dubbio, una delle destinazioni più belle ed interessanti d’Italia da vivere e scoprire durante il periodo di Pasqua.

Immersi nella natura, nell’arte, nella storia e nella cultura, scopriamo insieme quali sono i 4 borghi più belli dell’Umbria da visitare a Pasqua e Pasquetta.

umbria-pasqua-natura

Amelia – Umbria

Fondato durante il XII secolo a.C e meravigliosamente adagiato sulle dolci colline dei Monti Amerini, Amelia è considerato il borgo più antico d’Italia ed il suo incredibile centro storico è straordinariamente racchiuso nelle celebri Mura Poligonali che rappresentano un vero e proprio “monumento archeologico”.

umbria-pasqua-amelia

Il borgo di Amelia è un museo a cielo aperto dove sono “esposte” attrazioni storiche di epoca romana, medievale e rinascimentale dal valore inestimabile e quelle che consigliamo di non perdere assolutamente, oltre alle Mura Poligonali, sono le Cisterne Romane che sono state costruite tra il II ed I secolo a.C e sono state scavate nella roccia tufacea, il Palazzo Petrignani, magnifico esempio di architettura rinascimentale, la Cattedrale di Santa Fermina ed il Museo Archeologico e Pinacoteca Edilberto Rosa che è tra i più interessanti d’Italia dove sono esposti reperti che partono dall’epoca preromana.

Potrebbe interessarti Visitare Montefalco consigli

Amelia è anche una Città Slow d’Italia dove organizzare percorsi enogastronomici di grande pregio ed il suo territorio è ricco di sentieri dove poter fare escursioni e passeggiate ecologiche adatte a tutti.

umbria-pasqua-amelia-mura-poligonali

Cascia – Umbria

Oltre ad Assisi, altra importantissima meta di turismo religioso dell’Umbria da visitare durante il weekend di Pasqua e Pasquetta è Cascia, straordinario borgo immerso nelle meraviglie della Valnerina.

Il borgo di Cascia ha origini che si perdono nella notte dei tempi, è legato alla figura di Santa Rita, la “Santa degli Impossibili” e, anche se è stata abitata sin dall’epoca preromana, ha raggiunto il massimo splendore durante il periodo medievale.

umbria-pasqua-borghi-cascia

Il bellissimo centro storico di Cascia è impreziosito da numerose chiese e palazzi storici come, ad esempio, la Chiesa di San Francesco di origini quattrocentesche ed il Palazzo Carli risalente al ‘500, ma il principale luogo di interesse del posto è la Basilica Santuario di Santa Rita da Cascia che è un magnifico complesso religioso che ogni anno attira migliaia e migliaia di pellegrini provenienti da ogni angolo del mondo.

Per quanto riguarda le passeggiate e le escursioni, la Valnerina è un “must” ma consigliamo anche di percorrere il Sentiero medievale di Santa Rita che da Cascia arriva a Roccaporena, il piccolissimo borgo dove è nata la Santa.

umbria-pasqua-cascia-santuario

Montone – Umbria

Situato nell’Alta Valle del Tevere e circondato da lussureggianti oliveti e querceti, Montone è uno straordinario borgo medievale che fa parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia e si fregia anche della prestigiosa Bandiera Arancione del Touring Club Italiano.

umbria-pasqua-montone

Il borgo medievale di Montone si trova in una posizione panoramica invidiabile, si presenta con un’architettura unica nel suo genere ed il suo fantastico centro storico è impreziosito da monumenti e musei importantissimi come la Chiesa di San Francesco edificata in stile gotico durante il XIV secolo e la Collegiata di San Gregorio Magno e Santa Maria al cui interno è custodita L’Ultima Cena attribuita al pittore fiammingo Denijs Calvaert.

Durante il weekend di Pasqua e Pasquetta, è obbligatorio organizzare percorsi enogastronomici (prodotti del bosco e formaggi) ed escursioni che vi porteranno alla scoperta delle meraviglie naturalistiche della Valtiberina.

umbria-pasqua-montone-centro-storico

Montefalco – Umbria

Ribattezzato con il nome de “La Ringhiera dell’Umbria” grazie alla sua posizione panoramica a dir poco strepitosa, il borgo di Montefalco è famoso in tutto il mondo per il Sagrantino ed il Rosso di Montefalco.

Montefalco è un borgo che custodisce un patrimonio storico, artistico e culturale di inestimabile valore ed i principali luoghi di interesse da non perdere assolutamente sono la Chiesa di Sant’Agostino di origini duecentesche che custodisce importantissimi affreschi attribuiti al Lorenzetti ed il Complesso Museale di San Francesco risalente al XIV secolo al cui interno potrete ammirare uno dei cicli pittorici più importanti d’Italia realizzato da Benozzo Gozzoli.

umbria-pasqua-montefalco

Organizzare il weekend di Pasqua e Pasquetta a Montefalco significa anche vivere esperienze enogastronomiche di altissimo livello anche perchè il territorio di questo magnifico borgo fa parte del celebre “itinerario enogastronomico della Strada del Sagrantino”.

umbria-pasqua-montefalco-panorama

Consigliamo vivamente la zona del Lago Trasimeno che, oltre ai caratteristici borghi, è ricca di aree pic-nic attrezzate ed aree naturalistiche dove fare interminabili e piacevolissime passeggiate.

Borghi Umbria: immagini e foto