Visitare Sutri: le 7 attrazioni del borgo della Tuscia famoso per le rovine etrusche

Cosa vedere a Sutri. Itinerario alla scoperta dell’antico borgo della Tuscia in provincia di Viterbo. Piccolo centro tra i più storici e interessanti della regione grazie al suo patrimonio archeologico ed architettonico, Sutri è stato inserito a pieno titolo nel circuito dei Borghi più belli d’Italia.

sutri-veduta-anfiteatro-romano


Sutri: storia, cosa vedere e luoghi di interesse

Oltre ad essere insignito della targa dei borghi più belli d’Italia, Sutri ha ottenuto il riconoscimento della Bandiera Arancione dal Touring Club italiano per la sua qualità turistico-ambientale.

Si distingue, infatti, per la tutela e la promozione del territorio, per accoglienza e ospitalità al turista, tutti parametri fondamentali per l’assegnazione di questo riconoscimento.

La storia di Sutri risale all’epoca degli Etruschi che vi si stabilirono per la posizione strategica di questo luogo, per poi essere ceduta ai Romani. Di queste civiltà rimangono ancora interessanti resti e rovine.

parco-archeologico-sutri

Potrebbe interessarti Visitare Viterbo La Città dei Papi

Centro storico di Sutri con la Torre dell’Orologio

Sutri è arroccato su uno sperone di roccia tufacea, ubicazione che dimostra le sue origini come rocca difensiva medievale.

Tra i vicoli del centro storico è un piacere perdersi tra negozietti e ristoranti dove mangiare le specialità locali.

La piazza principale, Piazza del Comune, è il fulcro della cittadina. Ospita la pittoresca Torre dell’Orologio che risale ai primi del ‘700 e consiste in un arco romano sormontato da una torre campanaria.

Sutri-tuscia

Su Piazza del Comune si affaccia anche il Municipio e, al centro, domina una bella fontana del ‘900.

Sulla pavimentazione è raffigurato il simbolo del comune: Saturno a Cavallo con tre spighe.

Nelle immediate vicinanze, in Piazza dell’Assemblea, si può ammirare l’antico lavatoio cittadino oggi trasformato in fontana.

sutri-piazza-del-comune

Parco archeologico Antichissima Città di Sutri

Un luogo di grande rilevanza storica e archeologica si trova a pochi minuti a piedi dal centro storico ed è il celebre Parco Archeologico Antichissima Città di Sutri.

Questa è in effetti un’area naturale protetta che a livello storico, naturalistico ed archeologico è senza ombra di dubbio una delle più belle ed interessanti della Tuscia Viterbese.

Facciamo presente che acquistando il ticket d’ingresso cumulativo potrete visitare l’Anfiteatro Romano, il Mitreo e la Necropoli Etrusca.

sutri-parco-archeologico

Anfiteatro Romano di Sutri

L’Anfiteatro romano di Sutri è databile intorno al I secolo a.C., si presenta scavato nel tufo ed eroso dal tempo.

La sua classica struttura ellittica fa venire alla mente i luoghi di spettacolo dell’antichità. I tre ordini di gradinate potevano contenere più di 9000 persone!

sutri-anfiteatro-romano

Mitreo di Sutri

Si tratta di una piccola chiesa rupestre dedicata alla Madonna del Parto, interamente scavata nel tufo, dove sono conservati bellissimi affreschi e la fonte battesimale.

In epoca romana era adibito a luogo di culto del dio Mitra, è infatti un luogo dal grande fascino mistico.

sutri-mitreo

Necropoli di Sutri

La necropoli di Sutri è una testimonianza storica preziosa dei passati insediamenti etruschi.

Contiene circa 64 tombe rupestri scavate nel tufo disposte su una o più file e di varie tipologie: ad una camera, a doppia camera e nicchie rettangolari.

sutri-necropoli-etrusca

Villa Savorelli Sutri

All’interno del parco archeologico si trova anche una bella villa cinquecentesca, Villa Savorelli.

Si può ammirare solo dall’esterno insieme ai suoi giardini all’italiana, a pochi passi dall’Anfiteatro romano.

sutri-villa-savorelli

Cosa mangiare a Sutri: piatti tipici e la Sagra del fagiolo

A Sutri si possono assaggiare ottime specialità della cucina locale. Basta accomodarsi in uno dei suoi numerosi locali: ristornati, osterie e agriturismi.

Tra le pietanze da ordinare non possono mancare cinghiale e stinco di maiale cucinati in infinite varianti, fettuccine con ragù di anatra e arancia, pici cacio e pepe, crostini di antipasto e i salumi locali, il tutto accompagnato da ottimi vini locali.

Tra fine agosto e inizio settembre di ogni anno a Sutri ha luogo la celebre Sagra del Fagiolo dove i buongustai potranno assaggiare i fagioli “regina” – varietà della famiglia dei borlotti – declinati in innumerevoli ricette.

Non mancano musica dal vivo, spettacoli ed intrattenimento.

sutri-fagioli

Cosa vedere nei dintorni di Sutri: borghi medievali in provincia di Viterbo

Sempre in provincia di Viterbo, in pochi d’auto si raggiungono altri interessanti borghi medievali.

  • Ronciglione con il suo delizioso centro storico
  • Calcata, arroccato su uno sperone tufaceo sulla Valle del Treja
  • Nepi, borgo della Tuscia famoso per l’acqua effervescente di Nepi
  • Capranica, cittadina circondata da mura medievali sulle pendici dei Monti Cimini.

Luoghi ideali per un tour all’insegna del turismo sostenibile alla scoperta di itinerari storico-artistici.

sutri-palazzo-episcopale

Dove si trova Sutri e come raggiungerla

Sutri si trova in provincia di Viterbo, nel Lazio. Da Viterbo e da Roma si raggiunge attraversando la Via Cassia e dista rispettivamente 27 e 50 chilometri.

Chi arriva in auto dovrà percorrere l’Autostrada A1, prendere l’uscita Magliano Sabina, proseguire fino a Civita Castellana e da qui prendere la S.S. 311 per Nepi e poi la Cassia.

Per chi arriva in treno, la linea di riferimento è la Linea Viterbo – Roma, stazione di Capranica – Sutri.

sutri-viterbo

Sutri immagini e foto