A Forte dei Marmi apre un nuovo museo dove si potrà fare un viaggio attraverso l’arte del Novecento

Autore:
Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

La regina della Versilia, Forte dei Marmi, si arricchisce di una nuova attrazione, un museo per la precisione che farà parte del patrimonio culturale della località balneare, una delle più lussuose ed esclusive d’Italia, per fare un vero e proprio viaggio attraverso l’arte del Novecento. Scopriamone di più insieme. 

museo Quarto Platano a Villa Bertelli
Credit Cristina Maioglio Wikimedia Commons

A Forte dei Marmi, e precisamente a Villa Bertelli, aprirà il Museo Quarto Platano che sarà custode di una grande collezione dedicata all’arte del Novecento e a quegli artisti che a lungo lavorarono nella località della Versilia, trasformandola in un importante centro culturale. Se ne parlava già da tempo ma ora l’apertura è ufficiale e con questo nuovo museo, l’offerta culturale di Forte di Marmi si arricchirà di una nuova attrazione dove sarà possibile ammirare opere di Savinio, de Chirico, Carrà, Treccani, Moore.

A Forte dei Marmi apre un nuovo museo

museo Quarto Platano forte dei marmi
Credit Alerove Wikimedia Commons

Ma partiamo dall’inizio, quando cioè Forte dei Marmi divenne la culla di un centro culturale d’eccezione. A partire dall’Ottocento, la più famosa tra le località della Versilia, grazie alla sua atmosfera mondana, attirava personalità importanti e artisti. Le prime a scoprire queste spiagge della Versilia per trascorrervi le vacanze estive erano state le più importanti nobili famiglie toscane e fiorentine in particolare. Poi anche i viaggiatori dei Grand Tour: Isolde Kurz, Arnold Böcklin, Thomas Mann, Aldous Huxley solo per fare qualche esempio.

Vicino a Villa Bertelli, ecco il Caffè Roma – “Quarto Platano” che per decenni fu il luogo in cui si incontravano letterati, artisti e intellettuali. Oggi il locale è completamente rinnovato e anche i platani non sono più quelli di un tempo. Sotto di essi trascorsero le ore, confrontandosi e discutendo, Enrico Pea, Carlo Carrà, Giovan Battista Angioletti, Giuseppe De Robertis, Ardengo Soffici. Se di quell’epoca rimane poco o niente, la sua eredità non andrà perduta perché al Quarto Platano sarà dedicato il nuovo museo che troverà spazio al secondo piano di Villa Bertelli.

Il museo Quarto Platano a Villa Bertelli

forte dei marmi pontile
Credit Framor1981 Wikimedia Commons

La splendida villa di fine Ottocento, che da due decenni rappresenta il centro artistico e culturale di Forte dei Marmi, ospiterà infatti il nuovo museo Quarto Platano della Fondazione Corrente di Milano, in collaborazione con la Fondazione Villa Bertelli, un legame simbolo che mira a rinsaldare quello tra il capoluogo lombardo, patria di molti artisti che in estate si trasferivano nella località versiliese.

La prima fase dell’allestimento prevede uno spazio espositivo di 175 metri quadrati dove troveranno spazio opere di Ernesto Treccani e Carlo Carrà. Ad accogliere il visitatore, però, sarà l’esposizione di Arturo Dazzi (1881-1966), nato nella vicina città di Carrara ma stabilitosi a Forte dei Marmi fin dal 1925, a cui sarà dedicata la prima sala. Una parte del percorso espositivo illustrerà la storia della cultura locale tramite documenti e fotografie d’autore che ritraggono gli intellettuali nei loro incontri al Quarto Platano tra cui Eugenio Montale e Giuseppe Ungaretti.

Il nuovo museo di Forte dei Marmi esporrà poi opere di collezioni private di Giorgio de Chirico, Achille Funi, Renato Guttuso, Giuseppe Migneco, Mino Maccari, Francesco Messina, Marino Marini, Henry Moore, Ottone Rosai, Alberto Savinio, Ardengo Soffici e molti altri. I lavori proseguono e le previsioni di apertura sono per la Pasqua 2024.

Potrebbe interessarti Forte dei Marmi vacanze

Villa Bertelli

Tra le attrazioni di Forte dei Marmi, Villa Bertelli è un elegante edificio di fine Ottocento, situato in Via Giuseppe Mazzini, appena fuori del centro storico e vicinissimo alle spiagge. Inizialmente fu costruita come sede della SIPE (Società italiana prodotti esplodenti). All’epoca l’edificio era collegato al mare tramite un pontile da cui venivano imbarcate le mine prodotte.

Nel primo Dopoguerra la società fallì e, nel 1926, Ilio Bertelli acquistò la villa a cui diede il suo nome e la trasformò in hotel che accolse turisti e vacanzieri di un certo livello fino al 1971. Dopo un periodo di abbandono, dal 2002 rappresenta il centro artistico e culturale del comune di Forte dei Marmi.

Museo Quarto Platano Forte dei Marmi immagini e foto