Carnevale in Barbagia: paesi più famosi della Sardegna dove ammirarlo

Il Carnevale Barbaricino è uno dei più autentici in Italia e nel mondo e vanta origini che si perdono nella notte dei tempi. Ecco quali sono i paesi protagonisti e quali sono tutte le informazioni utili su questo straordinario evento.

sardegna-barbagia-tramonto

Dove su trova la Barbagia: informazioni

Straordinaria “regione montuosa” situata nel cuore della Sardegna, la Barbagia è una terra autentica meravigliosamente ricca di tradizioni che si perdono nella notte dei tempi.

Il territorio della Barbagia si estende sui versanti del Massiccio del Gennargentu ed è costellato da piccolissimi borghi dove, ancora oggi, tutto è rimasto praticamente intatto.

Questa regione montuosa comprende anche l’area dell’Ogliastra, del Supramonte e del Nuorese.

sardegna-barbagia-gennargentu

Carnevale Barbaricino: borghi più importanti ed eventi

Il Carnevale in Barbagia ha davvero dell’incredibile ed è completamente diverso da quelli che siamo abituati a vedere.

Partecipare ad uno dei “Carnevali della Barbagia” significa fare un viaggio nelle tradizioni ancestrali della Sardegna, non a caso tutti gli “eventi carnevaleschi” sono fortemente legati ai riti arcaici del mito di Dionisio ovvero il Dio Greco che incarna la nascita e la morte della natura e degli esseri viventi.

La cosa ancor più particolare è che i Carnevali Barbaricini hanno inizio il 16 gennaio, ovvero alla vigilia di Sant’Antonio Abate, e le maschere si riuniscono intorno a grandi falò per inscenare danze propiziatrici.

I paesi o borghi della Barbagia, considerati i protagonisti di questa magnifica e straordinaria manifestazione sono ben 16 e, ad ognuno di questi, sono legate tradizioni e maschere carnevalesche diverse.

I Carnevali della Barbagia sono tutti belli ma, secondo un nostro punto di vista, ci sono alcuni che sono tradizionalmente più interessanti, particolari e caratteristici e vediamo quali sono.

sardegna-carnevale-barbagia-maschere

Il Carnevale Barbaricino di Momaiada è famoso in tutto il mondo e le maschere simbolo di questa incredibile manifestazione sono i Mamuthones e gli Issohadores.

I Mamuthones indossano una maschera lignea davvero molto particolare e portano con se campanacci di circa 30 kg che risuonano durante le danze mentre gli Issohadores sono dei semplici guardiani.

Queste sono le maschere più conosciute della cosiddetta “Capitale del Carnevale Sardo”.

sardegna-carnevale-momaiada

Potrebbe interessarti Sardegna in Camper

Quello che ha luogo ad Ottana, è considerato il “Carnevale più selvaggio della Sardegna” ed è caratterizzato dall’inseguimento tra i Merdules e di Boes.

I Boes indossano delle maschere bovine e sono sorvegliati dai Merdules i quali indossano le “sas caratzas”, ovvero delle maschere antropoforme lignee di colore nero.

Altra maschera inquietante del Carnevale Barbaricino di Ottana, è quella di “sa filonzana”, ovvero una specie di porca che tesse il filo della vita e con delle forbici a portata di mano, minaccia di tagliarlo.

sardegna-carnavale-barbagia-ottana

Il Carnevale Barbaricino di Fonni, invece, è caratterizzato dai “S’Urtzu”, ovvero personaggi metà caproni e metà uomini che vengono rigorosamente sorvegliati dai “Sos Buttudos”, ovvero montoni non castrati.

Anche le maschere femminili, le “sas mascheras limpias” sono incredibilmente particolari.

sardegna-carnevale-barbagia-fonni

Quello di Orotelli è il Carnevale della Barbagia a viso scoperto più bello e caratteristico.

A questa manifestazione, davvero molto emozionante, sono legate le figure dei “thurpos boinarzu” e dei “thurpos boes” i cui volti sono anneriti dal carbone e portano pesanti campanacci.

sardegna-carnevale-barbagia-orotelli

Imperdibile è anche il Carnevale di Nuoro che è il capoluogo indiscusso della Barbagia.

Carnevale Barbagia: immagini e foto