Città sotterranea di Derinkuyu in Turchia: ecco cosa nasconde

Derinkuyu è un’antica città sotterranea, situata nella provincia di Cappadocia in Turchia. Scoperta nel 1963 da un abitante del luogo, oggi è la città sotterranea più grande mai scoperta sul nostro pianeta.

Derinkuyu
Fonte: Canva

Derinkuyu è un’antica città sotterranea situata in Turchia nella provincia di Cappadocia. Questa meravigliosa scoperta archeologica, fu casualmente riportata alla luce da un abitante del luogo nel 1963 quando durante i lavori di ristrutturazione della sua casa, si ritrovò improvvisamente davanti a un passaggio ricco di grotte e cunicoli che si estendeva per oltre 85 metri in profondità.

La città fu costruita per proteggere gli abitanti dalle persecuzioni e dalle guerre religiose ed era in grado di ospitare fino a 20.000 persone. Il luogo, era costituito non solo da delle grosse porte in pietra per impedire l’accesso agli invasori, ma era dotata di letti, cucine e un pozzo per consentire il consumo dell’acqua potabile.

Città sotterranea di Derinkuyu: cosa nasconde?

Uno dei luoghi più ricchi di fascino della Turchia è la città sotterranea di Derinkuyu che non solo nasconde moltissimi segreti ma è un vero e proprio capolavoro di bellezza.

Città sotterranea Turchia
Fonte: Canva

La città di Derinkuyu, un tempo era collegata con altre città sotterranee tramite dei tunnel che si estendevano per chilometri risultando uno dei numerosi insediamenti ipogei che sono stati ritrovati in quest’area. L’identità della civiltà che la costruita resta ad oggi ancora sconosciuta e nonostante siano 11 livelli esplorati quelli visitabili sono soltanto 8.

Nonostante la sua scoperta ufficiale risalga agli anni ’60, una prima testimonianza riguardo all’esistenza della città sotterranea di Derinkuyu risale tra il VII – VIII secolo. Senofonte – storico ateniese dell’epoca – ha descritto la vita sotterranea di intere popolazioni e secondo i suoi racconti, molto probabilmente ad iniziare gli scavi furono i Frigiani una popolazione che in quel periodo era molto presente in Turchia.

85 metri di profondità su 11 livelli e oltre 20.000 persone

Derinkuyu Turchia
Fonte: Canva

Come già accennato in precedenza, la città sotterranea di Derinkuyu, fu costruita per proteggere il popolo dalle guerre religiose e dalle persecuzioni portandoli a trasferire tutta la loro quotidianità (animali e bambini compresi) sottoterra. La città ha una profondità di ben 85 metri e si estende per interi chilometri attraverso delle gallerie che servivano come collegamento con le altre città sotterranee.

Essendo l’aerea caratterizzata dalla roccia vulcanica – molto semplice da lavorare – ha fatto sì che fossero scoperte in Turchia oltre 200 città ipogee anche se Derinkuyu con i suoi 20.000 abitanti resta tra quelle più estese.

Tutti gli abitanti erano divisi su 11 livelli di profondità in cui si alternavano stalle, cantine, si faceva la preparazione del vino e non mancavano delle piccole cappelle che erano adibite a luoghi di culto.

Ecco come “respirava” la città sotterranea

Città sotterranea più grande al mondo
Fonte: Canva

A quanto pare la popolazione che abitava Derinkuyu, si era organizzata alla perfezione per vivere davvero bene. La sicurezza era altissima dato che la città sotterranea era protetta da pietre che pesavano più di 400 chili. Questo enorme peso, evitava delle possibili invasioni da parte di malintenzionati.

La città “respirava” attraverso dei camini di ventilazione, un perfetto sistema ingegneristico che prendeva l’aria dall’esterno e la facevano circolare per le gallerie.

Come visitare la città

La meravigliosa Regione della Cappadocia, offre incantevoli luoghi da visitare: dalle località balneari della Turchia ai siti ipogei che ogni anno attraggono non solo milioni di turisti ma anche moltissimi archeologi.

Solo i primi 4 livelli sono accessibili al pubblico anche se resta un’attrazione poco consigliata per tutti coloro che soffrono di claustrofobia. Tra i vari livelli che costituiscono la città di Derinkuyu, si possono ammirare camere da letto e magazzini che venivano utilizzati per lo stoccaggio del cibo.

Inoltre – come già accennato – sono presenti cantine, una scuola, una chiesa. Siccome le permanenze si protraevano per moltissimo tempo, gli abitanti, si erano organizzati in modo tale da ricavare delle stalle per l’allevamento del bestiame. Completamente scavata nella roccia, la città è un mix di mistero e fascino che merita di essere visto almeno una volta nella vita.

Città sotterranea di Derinkuyu: foto e immagini