Il Parco Archeologico di Pompei accoglie i visitatori nell’area dei nuovi incredibili scavi della Regio IX

Nei primi giorni del 2024 è giunta una bellissima novità per il Parco Archeologico di Pompei che accoglie i visitatori nell’area dei nuovi incredibili scavi della Regio IX previa prenotazione in gruppi di massimo 15 persone.

Guarda il video

pompei-nuova-area
Ph credits Pompeii-Parco Archeologico, Facebook

L’Italia è uno dei paesi più belli del mondo, che cela un’offerta turistica sempre al di là delle aspettative. Nel visitare una città oltre alle bellezze naturalistiche e paesaggistiche, i monumenti più iconici e le tradizioni enogastronomiche, è sempre presente un incontro ben palpabile con la storia e il passato. E’ questo il caso del Parco Archeologico di Pompei, che tra Natale e l’Epifania ha registrato un vero record di visitatori, mantenendo i numeri sempre alti e al contempo in crescita. Dal 3 gennaio ha riservato una grande sorpresa a coloro che hanno la fortuna di passeggiare tra le sue stradine, aprendo l’area degli scavi della Regio IX.

Il Parco Archeologico di Pompei apre i nuovi scavi della Regio IX

Il Parco Archeologico di Pompei si trova a due passi da Napoli, in una posizione davvero privilegiata, a due passi dal Vesuvio e dal golfo partenopeo. Il sito ripercorre la storia della città prima e durante la tragica eruzione del 79 d.C., riportando in vita non solo luoghi ma anche abitudini, utensili e tutto ciò che vi era ben presente.

Un percorso incredibile tra passato e presente che convoglia ogni anno milioni di visitatori da ogni luogo del mondo, fiore all’occhiello dell’Italia e della Campania. Dal 3 gennaio presenta un’incredibile novità: è stata infatti aperta ai turisti la nuova area degli scavi della Regio IX, in un’area di 3200 metri quadrati che rappresenta uno dei nove quartieri del sito archeologico.

pompei-scavi-domus
Ph credits Didier da Pixabay

Gli incredibili scavi della Regio IX

La storia della Regio IX è tutt’altro che recente. I primi scavi si sono registrati già nel 1988 ma richiedevano un surplus di lavoro molto preciso, dovendo interromperli per numerosi motivi burocratici e fattivi. Poi nel febbraio 2023 sono ripresi a ritmi serrati, riportando alle luce uno dei nove quartieri presenti.

Potrebbe interessarti Visitare Pompei consigli

Sono stati ritrovati numerosi reperti e nuove ambientazioni con metodologie di scavo delicate e innovative, risolvendo anche dei problemi relativi alla conservazione dei terreni tra le zone già scoperte e quelle ancora in fase di lavori. Dal 3 gennaio al 30 aprile 2024 infatti, gli scavi della Regio IX sono visitabili consultando il progetto insieme ad archeologi e ingegneri di due grandissimi ambienti scoperti tra le incredibili bellezze di Pompei. 

pompei-scavi-scultura
Ph credits Iyad Al Ghafari, Pixabay

L’esperienza di visita tra guide e archeologi

Per visitare il cantiere della Regio IX è necessaria una prenotazione tramite i canali ufficiali del Parco Archeologico, dal lunedì al venerdì dalle ore 11 in gruppi con non più di 15 persone. Il personale del cantiere illustrerà sia le metodologie di scavo e lavoro ma anche i primi rinvenimenti con due grandi ambienti emersi, ripercorrendo insieme la storia di Pompei. Ventidue ettari di isolati sono ancora coperti da cenere e lapilli e unicamente risolvendo i problemi della zona Regio IX sarà possibile riportarli tutti alla luce, dando sempre più riposte nel ricostruire la zona degli scavi, assolutamente da inserire in un tour guidato sia del Parco Archeologico di Pompei che di quello vicino di Ercolano. 

Il Parco Archeologico di Pompei apre gli scavi della Regio IX immagini e foto