La crisi delle compagnie aeree low cost in Italia: nel 2024 voli nazionali sempre più ridotti per Vueling, Ryanair e Wizz Air

Sempre più crisi per le compagnie aeree low cost in Italia nel 2024: voli nazionali ridotti per Ryanair e Wizz Air mentre Vueling ne cancella tanti, creando numerosi disagi per il comparto turismo del Paese.

Guarda il video

wizzair
Ph credits Markus Eigenheer, Wikimedia Commons

L’avvento del nuovo anno è un momento perfetto per programmare le prossime vacanze, weekend o soggiorni per staccare la spina e approfittare dei tanti ponti presenti in calendario, prenotando biglietti e strutture e risparmiando anche sui costi. Sia per le destinazioni in Italia che per quelli internazionali o intercontinentali, l’aereo resta decisamente il mezzo di trasporto preferito abbinando comodità e rapidità. Con le compagnie low cost è possibile viaggiare anche con un budget ridotto ma negli ultimi mesi gli italiani stanno riscontrando numerosi problemi nel trovare il volo giusto in partenza dai maggiori aeroporti. Non è soltanto una percezione: come conferma l’analisi del Corriere della Sera, molte compagnie hanno drasticamente ridotto i voli nazionali. Ma scopriamo cosa sta accadendo e le prospettive per questo 2024.

Le compagnie aeree low cost tagliano i voli in Italia per il 2024

L‘avvento delle compagnie aeree low cost ha rivoluzionato ormai da decenni totalmente il comparto viaggi in tutto il mondo, donando la possibilità di scegliere mete da sogno e destinazioni lontane anche con un budget più ridotto. Nonostante i numerosi cambiamenti della policy delle varie aziende negli anni con sostanziali novità negli ultimi mesi, le stesse hanno mantenuto prezzi accessibili e molti benefit, seppur a pagamento. Si è sempre però trovato un punto d’incontro per soddisfare le esigenze dei viaggiatori e delle compagnie stesse, riportando i flussi del turismo del 2023 ai livelli pre pandemia. Poi, qualcosa è cambiato in Italia: i voli nazionali si sono fortemente ridotti, portando a una decisione drastica prevista per il 2024.

Vueling
(ph credit corgaasbeek, Pixabay)

Riduzione del 50% per Wizz Air, Vueling ad un passo dall’addio

La forte riduzione dei voli delle compagnie low cost riguarda la flotta in Italia. Si fa infatti sempre più fatica a trovare voli nazionali per gli scali aeroportuali del Paese, registrando nel 2023 un taglio di ben 2 milioni di sedili, cifra record per tutto il comparto. La decisione più drastica è stata quella di Vueling, quasi sparita per le rotte nazionali mantenendo quelle più importanti internazionali ma con giorni e orari molto più ridotti. Anche la super economica Wizz Air ha dimezzato la sua offerta da e per l’Italia, tra le più scelte degli ultimi anni per i prezzi super competitivi. Forse anche troppo, di pari passo della mancanza di provvedimenti e nuovi voli da parte della compagnia di bandiera Ita Airways e di un’offerta del comparto treni e pullman che si fa spazio nonostante le tempistiche diverse.

taormina-sicilia-funivia
Ph credits Holger Uwe Schmitt, Wikimedia Commons

Sud Italia in difficoltà e con prospettive sempre più allarmanti

Se numerose destinazioni in Italia sono state ridotte, altrettanti luoghi non hanno più a disposizione voli nazionali. E’ questo il caso del Sud Italia e di regioni come la splendida Sicilia e Catania o la Calabria, mete di viaggio predilette in particolar modo in primavera e in estate, che hanno visto una fortissima cancellazione dei voli interni. I pochi rimasti, come successo nel periodo natalizio, hanno costi davvero esosi, obbligando turisti, studenti e residenti a compiere scelte e rinunce importanti. La prospettiva delle compagnie internazionali low cost per questo 2024 è quindi chiara: cercare di dirottare il turismo italiano verso l’Europa causando così un grande problema per il comparto turistico nazionale tutto.

Le compagnie aeree low cost tagliano i voli in Italia per il 2024 immagini e foto