3 borghi più belli dei Colli Euganei da visitare in primavera

Federica Massari
  • Giornalista professionista

Territorio dagli scorci naturalistici incantati e ricco di storia, i Colli Euganei si prestano alla perfezione per una gita fuori porta alla scoperta delle sue bellezze visitando i suoi borghi più belli soprattutto nel periodo primaverile.

colli-euganei-borghi


Gita fuori porta o weekend primaverile nei Colli Euganei: dove andare e consigli su cosa vedere e cosa fare

I Colli Euganei sono immersi nella pianura veneta nella zona a sud ovest di Padova e si contraddistinguono per le vigne, da cui nascono alcuni dei vini più pregiati d’Italia.

In questa meravigliosa terra immersa nel verde ci sono alcuni dei più caratteristici borghi italiani, che meritano di essere visitati almeno una volta nella vita soprattutto nel periodo primaverile.

Durante questi giorni infatti il clima è amabile e mite a differenza dell’estate in cui fa decisamente troppo caldo.

Andiamo quindi a scoprire i borghi più belli e pittoreschi dei Colli Euganei da visitare in primavera.

colli-euganei-tramonto

Arquà Petrarca – Colli Euganei

Arquà Petrarca è un borgo medievale situato all’interno del Parco dei Colli Euganei anche se la sua creazione sembra andare ancora al di là nel tempo, risalente al ‘900. Nel 2011 è stato inserito a pieno titolo nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO e fa parte anche della rete dei “Borghi più belli d’Italia”.

Inizialmente questo borgo si chiamava soltanto Arquà, la seconda denominazione è stata aggiunta a seguito del periodo in cui visse e morì il grande poeta e scrittore Francesco Petrarca.

In questa terra infatti una tappa obbligata da parte dei visitatori è la Casa di Petrarca. Un tuffo nella vita personale e professionale del grande letterato italiano. La dimora si presenta divisa in due parti, quella destinata alla famiglia e l’altra alla servitù.

colli-euganei-arqua-petrarca

Sebbene nel 1500 siano state apportate delle modifiche la struttura è per lo più rimasta invariata soprattutto la stanza che ospitava lo studio del poeta.

Davanti alla Chiesa di Santa Maria Assunta dall’aspetto semplice e con il soffitto a cassettoni c’è anche la tomba del Petrarca. Nella piazza omonima si può ammirare un fantastico belvedere sui Colli Euganei da cui scattare una bellissima foto ricordo in compagnia della verdeggiante natura circostante.

Dopo la visita obbligata alla casa-museo del Petrarca lasciatevi ispirare e girovagate immersi nelle stradine di Arquà Petrarca in un’atomosfera bucolica tra il verde del paesaggio e i palazzi in pietra ricchi di storia. Da segnalare il laghetto della Costa, peculiare perché furono trovati resti di un villaggio di palafitte che risalgono al periodo tra il 2800 e il 1500 A.C.

colli-euganei-arqua-petrarca-casa

Passeggiando tra scorci naturalistici e palazzi antichi come il gotico Palazzo Contarini dell’omonima famiglia patrizia veneziana e la Casa Strozzi dove vengono svolti eventi culturali il viaggiatore si sarà di sicuro imbattuto in negozietti di prodotti tipici. Non si può andar via infatti senza assaggiare il famoso brodo di giuggiole, liquore e frutto tipici di Arquà Petrarca.

In una delle varie enoteche presenti poi si possono assaggiare prodotti tipici locali come salumi e formaggi e i vini dei Colli Euganei. Uno di quest’ultimi, il Fior d’Arancio DOCG, è uno degli ingredienti speciali insieme a una giuggiola e a un altro liquore all’arancia dello spritz euganeo, l’aperitivo tipico del Veneto.

colli-euganei-arqua-petrarca-centro-storico

Este – Colli Euganei

Il borgo di Este è sempre di fattura medievale ma anche in questo caso le sue origini sono molto antiche e risalgono all’età del ferro. Vale davvero la pena dedicare un pomeriggio per visitare il centro storico di questa cittadina dove perdersi tra antichi reperti dell’età romana e risalenti ai paleoveneti e il lato più “moderno” con i tipici negozietti, le casette colorate e i portici (bellissima foto in basso scattata da Francesco Trivellato).

colli-euganei-este

Regna sovrana all’estremità di Este la Torre Civica di Porta Vecchia, uno dei due monumenti-simbolo da visitare e su cui notare il caratteristico orologio dal quadrante blu e dalle lancette dorate. L’altra importante costruzione è il Castello d’Este. Per raggiungerlo dovrete passare attraverso i giardini estensi ricchi di piante e roseti: uno scenario davvero incantevole.

Gli amanti di storia dell’arte non possono non entrare nel Duomo d’Este. In questo luogo di culto infatti è custodita la pala d’altare di Giovan Battista Tiepolo dedicata a Santa Tecla del 1759. In questo borgo si possono acquistare alcuni souvenir all’interno dei vari laboratori di ceramica.

colli-euganei-este-palazzo

Monselice – Colli Euganei

Un altro borgo molto pittoresco e caratteristico dei Colli Euganei è Monselice. In questa cittadina è praticamente d’obbligo compiere il tour di Via del Santuario per visitare i luoghi più belli del comune del padovano.

Durante questo percorso scoprirete il Santuario Giubilare delle Sette Chiese, il complesso museale religioso più importante di Monselice, che deve la sua costruzione nel ‘600 a un mercante veneziano.

colli-euganei-monselice

Si tratta di sei cappelle la cui ultima e più nota, la Chiesa di San Giorgio che è stata minuziosamente affrescata da Tommaso Sandrini , è situata accanto a Villa Duodo, la dimora di questo mercante.

Quest’edificio non è visitabile ma la vista che si gode da questo esatto punto di Monselice è spettacolare.

colli-euganei-monselice-castello-interno

Il consiglio è di visitarla al mattino presto o al tramonto in modo da godere degli spettacolari giochi di luce.

Assolutamente imperdibile è lo straordinario Castello di Monselice o Castello Cini che è, in effetti, un complesso monumentale composto da una rocca e quattro nuclei principali che sono stati edificati ed ristrutturati tra l’XI ed i XVI secolo.

colli-euganei-monselice-castello

Borghi Colli Euganei: immagini e foto