4 borghi più belli e caratteristici da visitare in Basilicata a Pasqua e Pasquetta

Feliciana De Martis
  • Autrice viaggi e discipline umanistiche

La Basilicata è una regione ricca di piccole perle nascoste e ben custodite dove natura e tradizioni si fondono dando vita ad uno scenario unico nel suo genere ed il periodo pasquale è l’occasione perfetta per poter godere di così tanta bellezza. Ecco i borghi più belli della Basilicata dove andare a Pasqua e Pasquetta.

cascate-san-fele


Dove andare il weekend di Pasqua e Pasquetta in Basilicata: idee e consigli su cosa fare e cosa vedere

La Basilicata è una regione del sud Italia dove paesaggi fiabeschi ed una natura incontaminata, unitamente a tradizioni e riti locali ancora molto vivi e sentiti, trasportano i visitatori in un mondo suggestivo in cui il tempo pare essersi fermato.

Ospita splendidi borghi che si affacciano su un mare cristallino, piccoli paesi dell’entroterra molto caratteristici dove apprezzare anche la tradizione culinaria del posto e siti naturalistici incredibili dove organizzare pic-nic a contatto con il verde circostante.

Il weekend di Pasqua può senza dubbio essere l’occasione perfetta per poter vivere e scoprire così tanta meraviglia, quindi non resta che scoprire quali sono i 4 borghi più belli e caratteristici della Toscana da visitare a Pasqua e Pasquetta.

basilicata-borghi

Tursi – Basilicata

Situato in provincia di Matera, Tursi è un piccolo borgo collinare non molto distante da mare, tra i fiumi Sinni e Agri. Dalla storia antichissima, il borgo conserva ancora le tracce di un passato ricco di storia ed accadimenti, impossibile dunque non citare il nucleo abitativo più antico, noto come Rabatana.

tursi-rabatana

Il rione in questione risale all’incirca alla metà del V secolo d.C. ad opera dei Goti ed è circondato da burroni praticamente su ogni lato, vi si può accedere soltanto per mezzo di una ripida scalinata lunga oltre 200 metri, ma ne vale assolutamente la pena. Qui è possibile anche ammirare i resti del Castello del V secolo, compresi i sotterranei.

basilicata-pasqua-tursi

Inoltre, proprio in questo rione è nato il poeta Albino Pierro.

Tra gli altri luoghi di interesse ci sono il Santuario di Santa Maria Regina di Anglona, la Chiesa di Santa Maria Maggiore e Palazzo Pierro.

Il weekend di Pasqua può essere l’occasione ideale per riscoprire la storia importante di questo paese.

tursi

Venosa – Basilicata

Venosa, in provincia di Potenza, è la destinazione perfetta per un weekend di Pasqua immersi in un territorio incredibile in cui storia, natura e cultura convivono armoniosamente.

Inserita nel circuito dei Borghi più belli d’Italia” ed immersa nel cuore del Vulture, la città di Venosa è conosciuta a livello mondiale per aver dato i natali al grande poeta latino Quinto Orazio Flacco. Inoltre, qui si trova il sito preistorico Notarchirico più antico di tutta la Basilicata oltre ad essere uno dei siti sul Pleistocene Medio meglio conservati e ricchi di reperti di tutta Europa.

venosa-incompiuta

Dopo aver ammirato le bellezze del luogo, è possibile fermarsi per un aperitivo sulla piazza principale sulla quale sorge in maestoso Castello aragonese a pianta quadrata risalente al 1470.

venosa1

Da non perdere sono anche il Complesso della Santissima Trinità nota anche come Chiesa Incompiuta, il Parco archeologico che sorge nelle sue vicinanze, la Casa di Orazio, l’anfiteatro romano e le catacombe ebraiche, poco distanti dal centro abitato.

venosa-casa-orazio

Maratea – Basilicata

Maratea è un borgo marittimo della provincia di Potenza, situato sul versante tirrenico, perfetto dove trascorrere un indimenticabile weekend di Pasqua, complice il clima solitamente mite che permette di trascorrere dei momenti piacevoli all’aperto.

maratea

Cara ai greci che la definivano “La Dea del mare”, Maratea è una vera e propria perla che, con i suoi colori e le sue bellezze selvagge ed incontaminate, merita assolutamente una visita. Iconica è la Statua del Redentore che si trova sulla vetta del Monte San Biagio e che sovrasta il centro storico.

Oltre a visitare le oltre 44 strutture tra chiese, cappelle e monasteri sparsi per il borgo o il Castello di Castrocucco, a Maratea è possibile trascorrere la giornata di Pasquetta sulle sue bellissime spiagge oppure organizzare dei pic nic nel vicino Parco Nazionale del Pollino.

maratea-statua

San Fele – Basilicata

Tutti gli amanti dei cammini, percorsi e natura non possono non approfittare delle giornate di Pasqua e Pasquetta per visitare il pittoresco borgo di San Fele, in provincia di Potenza, con le sue bellissime cascate dove fermarsi per un pranzo in compagnia, accompagnati dal suggestivo suono dell’acqua.

cascate-san-fele2

Per raggiungere le cascate ci sono differenti percorsi, da quelli più semplici e brevi come “Il paradiso” o “La pineta” perfetti da affrontare anche con i bambini, fino al più completo sentiero “Il ponte“, lungo circa 4,5 km.

Nelle vicinanze ci sono, oltre ad aree picnic, anche ristoranti e locande dove assaggiare piatti della cucina locale con le sue specialità, immersi in un contesto unico.

Dopo aver visitato le cascate, ci si può rilassare nel borgo di San Fele dove tra le principali attrazioni ci sono la Casa natale di San Giustino de Jacobis, la Chiesa di Santa Maria della Quercia ed il Santuario di Santa Maria di Pierno che si trova a circa 10 Km di distanza dal centro abitato.

basilicata-pasqua-san-fele

Borghi Basilicata: immagini e foto