5 borghi più belli della Calabria da visitare a Pasqua e Pasquetta

Feliciana De Martis
  • Autrice viaggi e discipline umanistiche

La Calabria, con il suo clima mite e piacevole, con i lunghi tratti di costa sabbiosa meravigliosa che si alternano a tratti rocciosi e selvaggi, un entroterra ricco di storia e caratteristiche località montane, offre ai visitatori uno scenario davvero unico e variegato dove tutti potranno trovare il borgo perfetto dove trascorrere il weekend di Pasqua e Pasquetta.

calabria-pasqua-mare


Dove andare il weekend di Pasqua e Pasquetta in Calabria: idee e consigli su cosa fare e cosa vedere

La Calabria è una regione del sud Italia all’insegna dello slow tourism, il turismo lento che fa della scoperta di luoghi veri ed autentici il suo punto di forza.

In questo luogo meraviglioso è possibile entrare in contatto con una natura rigogliosa dove fermarsi per fare pic-nic rigeneranti, oppure rilassarsi in riva al mare passeggiando lungo le spiagge di una località marittima o, ancora, visitare borghi ricchi di storia e tradizioni dove immergersi completamente nell’atmosfera del posto e, perché no, dove degustare la cucina locale.

Non resta che scoprire quali sono i 5 borghi più belli della Calabria da visitare a Pasqua e Pasquetta.

calabria-pasqua-natura

Caulonia – Calabria

Caulonia è un borgo in provincia di Reggio Calabria dove ogni anno, nella domenica di Pasqua, si svolge uno dei riti pasquali più rappresentativi di tutta la regione, stiamo parlando della “Svelata”.

caulonia

Si tratta della commemorazione del momento della resurrezione che avviene attraverso una processione con le statue di Cristo, San Giovanni e la Madonna Addolorata, che ha inizio all’incirca verso mezzogiorno e che raduna tutti gli abitanti del posto e dei paesi limitrofi.

Dopo aver assistito al rito è d’obbligo una visita al borgo, al suo centro storico caratterizzato da viuzze strette e chiese secolari, ai ruderi dell’antico castello ed al territorio circostante, in particolare al Museo e Parco Archeologico dell’Antica Kaulon, ovvero il sito archeologico di Monasterace Marina, facilmente raggiungibile in auto, il cui fulcro ruota attorno al grande tempio dorico.

calabria-caulonia-sito-archeologico

Badolato – Calabria

Un altro luogo sul versante ionico che rappresenta una valida meta dove trascorrere il weekend di Pasqua e Pasquetta è Badolato, un borgo medievale affacciato sul mare che si compone di due parti, Badolato Superiore e Badolato Marina.

badolato

Un itinerario di viaggio completo non può non comprendere entrambe le frazioni, se infatti Badolato Marina, con la sua spiaggia sabbiosa mista a ciottoli è l’ideale per fare una passeggiata o per trascorrere una Pasquetta particolarmente mite, d’altra parte Badolato Superiore rappresenta l’aspetto più intimo.

badolato-mare

Passeggiando per le strade del borgo è possibile imbattersi in panorami bellissimi, numerose chiese tra cui la chiesa dell’Immacolata e la chiesa di San Domenico.

Chiunque invece volesse organizzare un pranzo all’aperto a contatto con la natura, può farlo nella pineta adiacente attrezzata per il picnic con tavoli, una fontana e parcheggio.

badolato-chiesa-immacolata

Papasidero – Calabria

Papasidero è un borgo della provincia di Cosenza che sorge su una collina ai cui piedi scorre il fiume Lao lungo, ci troviamo dunque dinanzi ad uno spettacolo naturale di rara ed incredibile bellezza.

Per chi desidera trascorrere un weekend di Pasqua all’insegna del relax, senza disegnare un assaggio della cucina tipica del Pollino, allora Papasidero è decisamente il luogo perfetto.

papasidero

Questo borgo di origine medievale così piccolo, offre in realtà diverse attività e luoghi di interesse come il Santuario della Madonna di Costantinopoli del XVII secolo, la chiesa di San Costantino, i ruderi del castello e, soprattutto, la grotta del Romito che si trova in località Nuppolara, facente parte del comune di Papasidero.

La grotta del Romito è un sito archeologico risalente al Paleolitico Superiore che presenta tracce di arte preistorica tra le più importanti di tutta Europa. Infatti, l’elemento più importante è elemento più importante è il graffito del Bos Primigenius raffigurante un bovide selvatico antenato degli attuali bovini domestici.

calabria-papasidero-grotta-del-romito

Gerace – Calabria

Gerace è un borgo in provincia di Reggio Calabria immerso nel cuore del Parco nazionale dell’Aspromonte e rappresenta uno dei borghi più belli di questa meravigliosa regione, merito della sua posizione suggestiva e per la sua ricca storia che ha lasciato sul territorio tracce di grande interesse storico ed artistico.

Per un weekend di Pasqua da sogno, Gerace è il posto perfetto (bellissima foto in basso scattata dal Domenico Cavallo).

calabria-pasqua-gerace

Gerace sorge su una rupe tabulare, in una posizione straordinariamente strategica e vanta un panorama mozzafiato su tutto il territorio circostante.

L’impianto urbanistico è tipicamente medievale e tra le attrazioni più importanti ci sono i resti dell’imponente Castello che si trovano sulla parte più alta del borgo, il Duomo di Gerace di epoca normanna e la chiesa di San Francesco d’Assisi situata nella “piazza delle tre chiese” insieme alla chiesa del Sacro Cuore ed alla chiesetta di S. Giovanello.

duomo-di-gerace

Stilo – Calabria

Inserito nel circuito de “I borghi più belli d’Italia“, Stilo è un luogo semplicemente incantevole, uno dei posti in Calabria più belli ed affascinanti con la sua storia, le sue leggende e le tradizioni, dove trascorrere le giornate di Pasqua e Pasquetta in modo indimenticabile.

stilo-vista

Stilo offre ai suoi visitatori un patrimonio culturale e paesaggistico unico, ricco e variegato a partire proprio dalle porte e dalla cinta muraria della città.

Le attrazioni da non perdere sono tante, primo fra tutti il centro storico con le sue vie strette, gli incantevoli palazzi nobiliari, cortili e chiese. In particolare, consigliamo assolutamente una visita al Castello Normanno la cui prima attestazione risale al 1093, al Duomo ed alla grotta di Sant’Angelo che custodisce al suo interno degli affreschi di origine bizantina.

Infine, situata alle falde del Monte Consolino, troviamo la Cattolica una chiesa bizantina di dimensioni contenute immediatamente riconoscibile dal tetto con muratura in mattoni costituito da 5 cupole. La Cattolica è tra i più notevoli monumenti calabresi ed al suo interno conserva preziosi affreschi databili tra la fine del X e il XV secolo.

stilo-cattolica2

Borghi Calabria: immagini e foto