Vacanze al mare a Sori: cosa vedere, cosa fare e spiagge

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Lungo la costa frastagliata della Liguria di Levante, i paesi sono stretti tra terra e mare e Sori conferma la regola. In questo borgo marinaro bagnato dal mare del Golfo Paradiso, l’entroterra montuoso e impervio è subito alle spalle del paese e permette di abbinare ai bagni e alle spiagge, piacevoli escursioni sui sentieri che si inerpicano sul monte Cornua. In questa guida, andremo alla scoperta di cosa fare e cosa vedere a Sori, località balneare della città metropolitana di Genova.

sori-liguria-mare


Sori Liguria: guida turistica

Sori è un piccolo borgo marinaro situato tra Recco e Genova. Il territorio comunale si estende lungo la valle scavata dal torrente Sori, comprendendo un entroterra montuoso e verdeggiante, percorso da ben cento sentieri che, attraversando i tipici terrazzamenti, collegano i  borghi collinari con le vette che sovrastano Sori.

Mare e monti, dunque, a pochi chilometri di distanza tra loro per un’offerta turistica diversificata che va dalla spiaggia sabbiosa alle calette dell’alta costa frastagliata, dagli sport acquatici come le immersioni alle escursioni tra la macchia mediterranea e i boschi di castagni, alla scoperta delle antiche tradizioni contadine e marinare che qui sembrano non sentire il tempo che passa.

sori-liguria

Sori: la storia

Come spesso accade nella storia dei borghi marinari liguri, abbiamo notizie di Sori a partire dagli anni successivi al Mille. Prima di tale data, infatti, l’antica popolazione risiedeva in abitati sparsi nella fascia collinare a mezza costa per sfuggire dalle incursioni saracene, che qui colpivano in modo particolarmente feroce. Dopo il Mille, cessato il pericolo anche grazie al controllo dei mari esercitato da Genova, le genti scesero a mare per fondare i borghi che ancora oggi possiamo ammirare con le loro caratteristiche e colorate case torri a schiera.

Le scorribande saracene ripresero nei secoli successivi tanto che Sori il 1 luglio 1548 fu assaltato da 1500 pirati. Il borgo fu saccheggiato, distrutto, incendiato e 134 persone furono rapite. La storia di Sori comunque seguì le vicende politiche della vicina Genova, rientrando nella sua orbita d’interesse.

cosa-vedere-sori-centro

Visitare Sori: attrazioni e luoghi d’interesse

Il centro storico di Sori è un borgo di mare nel tipico stile ligure: case colorate le cui facciate si specchiano nelle acque della marina, vicoli stretti su cui affacciano botteghe e negozietti, “crëuze” che salgono verso l’entroterra tra terrazzamenti e ulivi. E poi la spiaggia: un arenile in sabbia, bagnato dal mare del Golfo Paradiso, i cui fondali conservano un particolare habitat caratterizzato da praterie di posidonia oceanica e formazioni coralline.

Dopo queste brevi informazioni, ora scopriamo insieme cosa fare e cosa vedere a Sori, le attrazioni e i siti d’interesse da non perdere per nessun motivo.

cosa-vedere-sori

Chiese – Sori

La Chiesa di Santa Margherita di Antiochia fu edificata a partire dal XII secolo, originariamente in stile romanico. Fu poi ricostruita all’inizio del Settecento. Al 1740 risale invece il campanile, considerato uno dei più pregiati campanili barocchi in Liguria. L’interno è riccamente decorato con quadri e affreschi del XVIII secolo, opera degli artisti della scuola pittorica ligure.

Il Santuario di Nostra Signora delle Grazie si trova, come la precedente chiesa, vicino alla spiaggia. Si tratta di un edificio del 1509, dotato di una facciata tardo rinascimentale in pietra bianca. Qui viene venerata un’immagine della Madonna nera col bambino in braccio che venne portata nel santuario dal marittimo Gerolamo Stagno, dopo che l’ebbe acquistata durante un viaggio in Oriente. Numerosi sono i racconti di miracoli attribuiti a tale immagine.

cosa-vedere-sori-chiesa-santa-margherita

Via Sant’Erasmo – Sori

Via Sant’Erasmo è il carruggio di Sori e la strada più antica e meglio conservata. Su di essa si affacciano due schiere di case torri che ricalcano la struttura tipica e compatta dei borghi che dovevano difendersi dagli assalti provenienti dal mare. Nella via è situata la casa natale del nonno materno di Pablo Picasso. L’abitazione è segnalata da una targa. Nella piazzetta di Sant’Erasmo si trova l’oratorio dove vengono organizzati eventi e concerti di musica classica.

cosa-vedere-sori-via-sant-erasmo

Spiaggia libere ed attrezzate – Sori

Sori è dotata di una bella spiaggia dove si trovano diversi stabilimenti balneari attrezzati con tutti i comfort per trascorrere una giornata al mare come noleggio ombrelloni, lettini, cabine, docce, bar e ristoranti. Diverse le porzioni adibite a spiaggia libera che sono situate nella zona dei rimessaggi e a lato della piscina all’aperto, costruita in riva al mare.

La spiaggia di Sori è in sabbia fine e scura mista a piccoli sassolini sulla battigia. Il fondale è sabbioso e digrada dolcemente. Nei pressi della spiaggia del centro cittadino la costa è alta, rocciosa e frastagliata ma vi sono delle piccole zone accessibili dove fare il bagno tra gli scogli e l’acqua azzurra e cristallina.

spiaggia-sori

Cosa vedere nei dintorni di Sori

Il Golfo Paradiso è una piccola insenatura che comprende cinque comuni sul mare: Bogliasco, Pieve Ligure, Sori, Recco e Camogli. Il clima mite favorisce lo sviluppo di una rigogliosa macchia mediterranea, di agrumeti e oliveti che ricoprono le colline prospicienti la costa. Il litorale è per lo più alto e frastagliato ma proprio per questo Golfo Paradiso offre scorci d’incomparabile bellezza sul mare, baie e calette dalle acque cristalline e color smeraldo.

Il Golfo Paradiso può essere ammirato via terra e via mare. Esso è percorso per la sua lunghezza dalla strada statale 1 Via Aurelia. Essendo, però, questa una strada parecchio trafficata in estate, il modo migliore per ammirare la bellezza del golfo con i suoi paesini che si affacciano sul mare è il battello. Le linee dei traghetti partono dalla vicina Recco e toccano Camogli fino a San Fruttuoso.

dintorni-sori-golfo-paradiso

Escursioni – Sori

L’entroterra di Sori offre innumerevoli sentieri per effettuare passeggiate ed escursioni immersi nella macchia mediterranea. I percorsi costeggiano i tipici muretti a secco dei crinali oppure ricalcano le antiche mulattiere che, fino a un passato non troppo lontano, costituivano le principali vie di comunicazione e di collegamento di questa terra ripida e scoscesa.

Da Sori parte il sentiero che porta a Sant’Apollinare attraverso una scalinata che parte da via Dante Alighieri. Dalla chiesa di Sant’Apollinare magnifica è la vista sull’intero Golfo Paradiso. Continuando oltre Sant’Apollinare si può percorrere l’anello che porta alla scoperta dell’entroterra di Sori e delle sue frazioni, passando per Case Cornua, il passo del Becco e Canepa.

escursioni-sori-sentieri

Sori immagini e foto