Vacanze sulla neve a Kitzbühel: cosa vedere e cosa fare in una delle “Regine sciistiche dell’Austria”

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Capoluogo del Tirolo austriaco, questa antica cittadina dal cuore medievale offre una amplissima gamma di servizi turistici, soprattutto per le vacanze sulla neve. In questa guida scopriremo cosa fare e cosa vedere a Kitzbühel, nella parte nord-orientale dell’Austria.

vacanze sulla neve Kitzbühel
Vacanze sulla neve Kitzbühel (photo credit kitzbuehel.com)

Visitare Kitzbühel: guida turistica

Kitzbühel è una piccola cittadina situata nel cuore nord-orientale del Tirolo, a meno di 100 chilometri da Innsbruck. Un paradiso per le vacanze invernali ed estive grazie ai magnifici paesaggi, i moderni servizi, una natura incontaminata e un affascinante centro storico di origine medievale che incanta con i suoi edifici dalle facciate colorate e le architetture allo stesso tempo caratteristiche ed eleganti.

La città di Kitzbühel è conosciuta a livello internazionale come una delle località di sport invernali più importanti delle Alpi. La città vecchia è adagiata su un’alta terrazza soleggiata della vallata del Leukental, solcata dal fiume Kitzbüheler Ache e circondata dalle magnifiche montagne innevate del Wilder Kaiser, del Kitzbüheler Horn e dell’Hahnenkamm.

guida turistica Kitzbühel
Scorcio di Kitzbühel (photo credit kitzbuehel.com)

Kitzbühel: la storia

La storia di Kitzbühel inizia da molto lontano perché, a causa della presenza di miniere di rame, la zona fu frequentata dall’epoca dei Romani che si stabilirono qui sotto l’imperatore Augusto. Intorno alla fine dell’XI secolo comparve il nome “Chizbuhel” per la prima volta in un documento. Nel Duecento la cittadina appariva già ben sviluppata e protetta da una poderosa cinta muraria, conosciuta come luogo di traffici commerciali grazie alla sua posizione tra il passo Thurn e il Chiemgau.

Potrebbe interessarti America Coast to Coast

Kitzbühel ebbe la fortuna di essere risparmiata dalle distruzioni delle due Guerre Mondiali. Durante il periodo nazionalsocialista, dal 1938 al 1945, la cittadina divenne luogo di villeggiatura per i principali funzionari del regime nazista. Ospiti, tra gli altri, Albert Speer e Hermann Göring. Dopo il secondo conflitto mondiale, Kitzbühel ha conosciuto una rinnovata crescita come stazione sciistica. Nel 1950 fu aperta la prima scuola di sci.

_Kitzbühel cosa vedere
Centro di Kitzbühel (photo credit wikipedia)

Kitzbühel: attrazioni e luoghi di interesse

Kitzbühel è una delle destinazioni più tradizionali delle Alpi e promette qualità eccellente, ospiti internazionali, gastronomia di alto livello, un centro storico ricco di boutique e suggestive caffetterie. La cittadina è tra i membri fondatori di Best of The Alps, associazione europea che riconosce il marchio di qualità internazionale che riunisce i 13 paesi più famosi ed esclusivi dell’intero arco alpino.

Dopo questa rapida premessa, andiamo ora a scoprire nel dettaglio cosa fare e cosa vedere a Kitzbühel, le attrazioni e i luoghi di interesse da non perdere per nessun motivo.

_Kitzbühel settimana bianca
Panorama di Kitzbühel (photo credit kitzbuehel.com)

Comprensorio sciistico Kitzbühel: piste sci ed impianti di risalita

KitzSki è il nome del comprensorio sciistico di Kitzbühel e offre ben 233 chilometri di piste da sci da discesa di tutti i livelli di difficoltà, 57 impianti di risalita, 60 ristoranti e rifugi situati al suo interno. Kitzski è riuscito a ottenere il titolo di Best Ski Resort Company del mondo ai World Ski Awards 2020 per la settima volta consecutiva. Grazie agli inverni lunghi e all’ottimo innevamento, qui si può sciare fino a primavera inoltrata.

I 233 km di piste da sci, di cui 188 segnalate e preparate, sono così suddivise: 46 blu (94 km), 32 rosse (67 km), 18 nere (20 km). Simbolo di Kitzbühel è la Streif, la più spettacolare e difficile pista di discesa libera di Coppa del Mondo che segna un pendenza massima dell’85%. Per lo sci di fondo ci sono oltre 60 km di piste battute, mentre 32 km di sentieri invernali aspettano gli amanti dello sci d’alpinismo e delle ciaspolate. Per lo slittino ci sono tre piste.

_Kitzbühel comprensorio sciistico
Comprensorio sciistico Kitzbühel (photo credit kitzbuehel.com)

Chiese – Kitzbühel

La chiesa parrocchiale di Sant’Andrea fu consacrata nel 1506 ed è opera di Stefan Krumenauer, uno dei più importanti capomastri tardogotici dell’Alta Baviera. All’interno, stili artistici appartenenti a ben sette secoli si susseguono a formare un insieme armonioso. Prima di lasciare la chiesa, si consiglia una visita alla Rosakapelle, dal nome della sua protettrice, che confina a sud con il coro. La chiesa di Nostra Signora è situata poco fuori dal centro storico e fu costruita nel XIV secolo come cappella a due piani, con il basamento che fungeva da ossario. La caratteristica e massiccia torre alta 48 metri fu aggiunta alla metà del Cinquecento.

La chiesa dell’Ospedale è un edificio tardo classico con volta a botte. All’interno si trova il gruppo colorato a grandezza naturale “Nostro Signore sulle scale”. Il nome di questo complesso cinquecentesco deriva dalla sua antica collocazione. Nelle immediate vicinanze dell’autorità distrettuale si trova la chiesa di Santa Caterina, uno dei migliori esempi di stile tardo gotico in Tirolo. La chiesa fu consacrata nel 1365. Sul suo retro, nella Vorderstadt, si trova una fontana del Seicento in marmo, stemma e grata in ferro battuto.

_Kitzbühel chiesa di sant’andrea
Chiesa di Sant’Andrea (photo credit Wikipedia)

Museo Collezione Alfons Walde- Kitzbühel

Il Museo di Kitzbühel – Collezione Alfons Walde è ospitato all’interno di due degli edifici storici più antichi della città e offre uno spaccato unico della storia e della cultura di Kitzbühel e della sua regione. Mostre selezionate, film e installazioni sonore portano a conoscerne la storia della cittadina dall’estrazione mineraria dell’età del bronzo intorno al 1000 a.C. fino all’epoca dello sviluppo del turismo e degli sport invernali.

Il fulcro del museo è la collezione permanente di Alfons Walde. Al terzo piano e ultimo piano dell’edificio, infatti, l’opera del pittore di Kitzbühel è presentata in modo completo con 60 dipinti e oltre 100 grafici, disegni, fotografie e stampe.

Museo Kitzbühel
Museo Kitzbühel (photo credit Wikipedia)

Museo contadino di Hinteroberau e Museo dei Krampus – Kitzbühel

Il museo contadino di Hinteroberau è interamente dedicato alla vita e al lavoro dei contadini e dei pastori di montagna nel passato. Vi si trovano un mulino funzionante del 1770, una sala di tessitura, un’officina di un calzolaio e un laboratorio di sellaio, grandi attrezzature agricole e le testimonianze della prima funivia sportiva di Jochberg.

Il museo dei Krampus di Kitzbühel è una viva testimonianza della tradizione regionale dei Krampus, esseri demoniaci che, nella mitologia delle zone europee di lingua tedesca, accompagnano la figura religiosa-folkloristica di San Nicola come sua incarnazione. All’interno del museo vi si trova una esposizione di ben 780 maschere e abiti che si estende per 750 mq.

Museo dei Krampus Kitzbühel
Museo dei Krampus Kitzbühel (photo credit ruatnpass.at)

Cosa vedere nei dintorni di Kitzbühel: Aurach e Jochberg

Aurach si trova a soli 5 km a sud di Kitzbühel, nella meravigliosa area escursionistica delle montagne meridionali della cittadina e nel mezzo del comprensorio sciistico. Si tratta di un pittoresco villaggio con le sue fattorie tradizionali, i masi antichi di trecento anni, vecchie miniere di rame. L’omonimo parco naturale offre una vista panoramica sulle Alpi e il più grande recinto del Tirolo che racchiude e protegge cervi, daini e mufloni.

Jochberg si trova a 10 km a sud di Kitzbühel ed è noto per la sua miniera. Localmente viene anche chiamato villaggio sull’acqua per le sue numerose fontane, la straordinaria cascata Sintersbacher e la piscina nel bosco. La chiesa parrocchiale dedicata a St. Wolfgang è un magnifico edificio barocco. Diffusissime le fattorie e i masi, vecchi di centinaia di anni, a conduzione familiare da generazioni.

Aurach
Aurach (photo credit kitzbuehel.com)

La magia dell’Avvento e Mercatino di Natale – Kitzbühel

Kitzbühel è conosciuta ben oltre i confini nazionali come una destinazione ideale durante il periodo natalizio per la magia che emana. Dalla fine di novembre fino al 26 dicembre di ogni anno, il centro storico prende ulteriormente vita con le luci natalizie, le decorazioni e il caratteristico e suggestivo mercatino di Natale.

Prelibatezze regionali e artigianato tradizionale si possono trovare nelle oltre 30 bancarelle decorate con cura. Animazione, cantastorie, mostre di presepi, esibizioni di cori e gruppi musicali locali creano un ambiente suggestivo. I bambini possono abbreviare i tempi di attesa per la vigilia di Natale partecipando ai laboratori creativi, alle passeggiate sui pony o presso l’ufficio postale di Babbo Natale.

Escursioni a Kitzbühel: i laghi Schwarzsee e Gieringer Weiher

Schwarzsee, situato tra Kitzbühel e Reith, è uno dei laghi più belli delle Alpi. Ideale per le escursioni, si possono fare tranquille e rilassanti passeggiate lungo le rive, mentre in estate è possibile fare il bagno, stando immersi nelle calde acque circondate dalla brughiera e dalle vette alpine.

Tornando verso Kitzbühel non si può perdere un’escursione a Gieringer Weiher, situato all’interno dell’area escursionistica, ciclistica e ricreativa “Bichlach”. Gieringer Weiher è un lago di palude naturale e un’oasi di pace e relax. Oltre a sentieri naturalistici, in inverno la superficie ghiacciata diviene lo scenario ideale per fare partite di curling.

Kitzbühel Schwarzsee
Kitzbühel Schwarzsee (photo credit kitzbueheler-alpen.com)

Kitzbühel immagini e foto