Visitare Burano: cosa vedere in una delle città colorate più belle d’Europa

Cosa vedere a Burano, il pittoresco isolotto della laguna di Venezia famoso per le case variopinte dei pescatori e per la lavorazione artigianale del merletto. Passeggiata tra le vie del paese con i ponti e le case colorate. Visita alla Chiesa di San Martino e al Museo del Merletto.

burano


Isola di Burano turismo ed informazioni

Siamo in provincia di Venezia, a nord della laguna. L’isolotto di Burano con le sue case colorate e i ponti che collegano le piccole calli, sembra quasi uscito da una fiaba.

Lasciatevi incantare da uno dei luoghi più colorati al mondo! Nonostante il grande afflusso di turisti tutto l’anno, resta un posto autentico.

Burano è la gita di un giorno per antonomasia da Venezia. Si raggiunge imbarcandosi su uno dei traghetti con partenza da Fondamente Nove o dalla Stazione Santa Lucia che conducono sui suggestivi isolotti della laguna.

Oltre a Burano rientrano nel tour anche Murano e Torcello. La distanza Venezia-Burano è di circa quaranta minuti.


Leggi anche: San Martino di Castrozza dove mangiare bene spendendo poco

venice-burano-tramonto

Cosa fare a Burano

Resa famosa dalle variopinte casette dei pescatori, Burano è piena di scorci unici da scoprire a ritmo lento in una giornata di sole. Nelle botteghe tipiche potrete acquistare i bellissimi merletti della tradizione.

Fermatevi a mangiare in uno dei ristoranti di Burano, ordinate un risotto al gò o una frittura di pesce fresco di laguna e per finire assaggiate il tradizionale biscotto, il bussolà di Burano detto anche “buranello”.

Un consiglio: mentre vi perdete nelle tranquille viuzze dell’isola, cercate sulla mappa Fondamenta Cao di Rio e Fondamenta di Terranova.

Qui respirerete l’atmosfera più antica e autentica della laguna di Venezia. Le case che si specchiano sull’acqua danno vita ad uno spettacolo di colori. Non perdetevi un selfie con le tipiche barche da pesca locali tra cui gondolini e pupparini.

burano-case-colorate

Burano luoghi di interesse ed attrazioni

Burano nasce come antico villaggio di pescatori ed è proprio alla pesca che è legata la tradizione di dipingere le case di colori variopinti.

Ogni pescatore sceglieva infatti un colore vivace per la propria abitazione in modo da distinguerla e riconoscerla anche a distanza, al ritorno dal mare dopo una giornata di pesca.

burano-venezia-ponti


Potrebbe interessarti: San Martino di Castrozza vacanze consigli

I Tre Ponti di Burano e Piazza Baldassarre Gualuppi

Attraversate i pittoreschi ponticelli che sono un emblema del posto. Da non perdere i Tre Ponti di Burano, sono in legno e mettono in comunicazione tre dei cinque sestieri dell’isola. Uno degli spot fotografici più gettonati dove non può mancare il selfie di rito.

Un altro ponte famoso di Burano è il Love Viewing Bridge, che regala una delle più belle vedute dell’isola sulle case colorate e sul campanile della Chiesa di San Martino.

Arriviamo in Piazza Baldassarre Gualuppi, l’unica e centrale piazza del piccolo isolotto di Burano. È dedicata al musicista compositore di Burano Baldassarre Galluppi, infatti troverete anche la statua a lui dedicata.

Soprannominato “il Buranello”, era conosciuto come compositore di opere buffe e di musica religiosa. Sulla piazza si affacciano anche la Chiesa di San Martino e il Museo del Merletto.

ponti-burano

La Chiesa di San Martino con il Campanile pendente

La Chiesa Parrocchiale di San Martino, risalente al XVI secolo, spicca per la presenza del campanile pendente a causa di un cedimento del terreno.

Il campanile ha origini settecentesche e possiede una cuspide piramidale. Per osservare al massimo la sua inclinazione consigliamo di guardarlo dal Ponte di Terranova.

Entrate a visitare gli interni della chiesa in stile classico: ammirerete pilastri con capitelli corinzi, soffitti con volte a crociera e una Crocifissione di Gianbattista Tiepolo. Merita una visita anche la vicina Cappella di Santa Barbara, che conserva le reliquie della santa.

burano-chiesa-san-martino

Il Museo del Merletto

Il Museo del Merletto è interessante per conoscere tutte le tradizioni legate a questa arte antica tramandata di madre in figlia. Per prima cosa assisterete ad una videoproiezione che racconta la storia del merletto e delle merlettaie.

Al primo piano si trova la sala espositiva dove potrete ammirare dei bellissimi merletti e vedere all’opera delle signore del posto mentre li realizzano dal vivo con la loro raffinata tecnica.

Nella sua semplicità, troverete il museo interessante ed istruttivo e conoscerete queste importanti testimonianze della storica produzione veneziana.

Sapevate che realizzare il merletto è un lavoro certosino che può richiedere anche diversi mesi? Un suggerimento: se desideriate acquistare merletti di Burano autentici realizzati a mano in una delle botteghe dell’isola, assicuratevi sempre di leggere l’etichetta.

merletto-burano

La Casa di Bepi

A due passi dalla piazza centrale di Burano non potete perdervi la Casa di Bepi Suà. È un’esplosione di colori, forse la casa più colorata in assoluto. Appare in moltissime cartoline ed è senza ombra di dubbio l’abitazione più famosa dell’isola.

Si racconta che sin dagli anni ’80 il signor Bepi era solito organizzare proiezioni di cartoni animati per i bambini del borgo, nel campiello davanti alla sua casa. Era conosciuto anche come Bepi Suà Candy perché vendeva le caramelle in Piazza Gualuppi.

casa-di-bepi-burano

Burano immagini e foto