Visitare Taverna: 6 cose da vedere e da fare nel “Borgo Gioiello ai piedi della Sila”

Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Per una vacanza relax non c’è niente di meglio che scegliere la montagna. Oggi ci troviamo ai piedi della Sila per visitare Taverna, un piccolo e delizioso borgo in provincia di Catanzaro, che si è guadagnato la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano per il suo patrimonio ambientale. In questa guida, andremo a scoprire cosa fare e cosa vedere a Taverna nel Parco Nazionale della Sila.

taverna-cosa-vedere


Taverna Catanzaro: guida turistica

Taverna è un piccolo paese abbarbicato alle prime pendici della Sila Piccola, tra i torrenti Alli e Litrello, ed è inserito nel Parco Nazionale della Sila. Grazie al suo importante patrimonio ambientale, ai rinomati villaggi montani circondati da rigogliosi boschi, da dove partire per effettuare piacevoli escursioni, Taverna è stata insignita della Bandiera Arancione del Touring Club Italiano.

Il territorio di Taverna è dunque l’ideale per trascorrere vacanze all’insegna della calma e del relax, tra camminate nella natura ed escursioni alla scoperta della cultura del paese, dei villaggi montani vicini, situati a quote superiori, e delle numerose cascate che popolano la Sila. Ma Taverna si distingue anche per l’offerta storico-culturale di pregio grazie alle sue numerose chiese e alla tradizione artistica. Taverna è infatti il paese natale di Mattia Preti, uno dei principali pittori del barocco italiano e del caravaggismo del Seicento.

taverna-centro

Taverna: la storia e le distruzioni

Numerosi reperti archeologici della zona indicano per Taverna una probabile fondazione come colonia greca. Anticamente chiamata Trischene, Taverna subì, nel corso della sua lunga storia, numerose distruzioni. La prima fu opera dei saraceni nell’852. Il villaggio fu ricostruito anni più tardi dagli esuli di Trischene con il nome di Taberna o Taverna Vecchia. La seconda, completa distruzione si verificò nel 1162 a opera del re di Sicilia Guglielmo I nell’ambito delle guerre feudali.

Dopo la seconda distruzione, Taberna fu completamente abbandonata poiché i suoi abitanti erano in miseria a causa sia delle guerre sia della continua contesa tra Angioini e Aragonesi. Gli esuli si insediarono nella zona dei casali di Bompignano, che è l’odierno quartiere Santa Maria, e vi fondarono l’attuale cittadina di Taverna.

taverna-panorama

Taverna: luoghi di interesse ed attrazioni

Taverna, con le sue escursioni e i villaggi storici da visitare, è un paese dalla forte vocazione turistica, sia in estate che in inverno. Durante la stagione invernale, infatti, Taverna con i puoi piccoli alberghi e B&B, può essere un ottimo punto di partenza per raggiungere le piste da sci della Sila e per praticare sci alpino, sci di fondo, snow trekking e ciaspolate.

Dopo questa breve introduzione, andiamo ora a scoprire le cose da fare e cosa vedere a Taverna, le attrazioni e i luoghi d’interesse a cui non rinunciare per nessun motivo.

Potrebbe interessarti America Coast to Coast

taverna-villaggio mancuso

Chiesa di San Domenico e Chiesa di Santa Maria Maggiore – Taverna

La Chiesa di San Domenico è una chiesa monumentale, in stile barocco. L’edificio risale alla metà del Quattrocento ma fu ricostruito nel Seicento a causa dei danni di un terremoto. Alla sua ricostruzione lavorò anche Mattia Preti, realizzando numerose pale d’altare e una ricca decorazione a stucchi e affreschi. La chiesa di Santa Barbara fu edificata dai Francescani nel XV secolo. La ristrutturazione effettuata nel secondo dopoguerra ha però stravolto le caratteristiche architettoniche originarie. All’interno conserva sei oli su tela di Mattia Preti, la tomba di Ignazio Poerio in marmi e pietre policrome, antichi altari e il tesoro di sconosciuti argentieri meridionali.

La Chiesa di Santa Maria Maggiore è, dal punto di vista storico, la prima chiesa di Taverna, in quanto essa fu fondata durante lo spostamento degli ultimi esuli da Taberna ai casali di Bompignano dell’attuale abitato. All’interno custodisce opere di Giovanni Balducci, Giò Bernardino Azzolino e Cristoforo Santanna. Da non perdere anche l’oratorio della Madonna del Carmelo con il suo bel soffitto ligneo e ricchi decori in stucco.

taverna-chiesa-san-domenico

Museo civico e Museo all’Aperto – Taverna

Il Museo civico di Taverna si trova nell’affascinante cenobio domenicano del XV secolo, sede anche del municipio, ed è un punto di riferimento per gli studiosi di Mattia Preti. All’interno vi si trovano opere dei fratelli Gregorio e Mattia Preti, Marco Minniti, Giovan Battista Spinelli, Antonio e Giovanni Sarnelli, Antonio De Bellis. Un percorso espositivo è dedicato alle opere del XX e XXI secolo con la Galleria d’arte contemporanea.

Nel centro di Taverna e nella sua piazza principale si trova il Museo d’arte contemporanea all’aperto M.A.C.A.T. e le Vie della Poesia. Si tratta di un’iniziativa per valorizzare e far conoscere l’arte attraverso le opere esposte nel centro e nelle vie del paese. In piazza San Sebastiano si trova l’installazione del Monumento bronzeo del Cavalier Calabrese Mattia Preti di Michele Guerrisi, la riproduzione della scultura raffigurante la ”Primavera” di Ercole Drei e il ritratto in bronzo di Alfonso Frangipane dello scultore Alessandro Monteleone. Nelle Vie della Poesia sulle facciate delle case si trovano formelle di terracotta su cui sono incise le poesie d’importanti autori del Novecento.

taverna-museo all.aperto

Rovine di Torrazzo – Taverna

Sul monte Paramite di Taverna Vecchia, a tre km dall’attuale Taverna lungo la SP3, sono ancora visibili i resti di una piccola torre d’avvistamento. La sua costruzione avvenne dopo la distruzione della cittadina nel X secolo a causa dalle incursioni dei saraceni, quando le genti locali trovarono riparo sulle montagne.

Con la conquista del territorio da parte dei Normanni, Taverna passò nelle mani di Roberto il Guiscardo che la consegnò al nipote Baiolardo. Quest’ultimo valorizzò la cittadina con la costruzione di un possente sistema difensivo. Nel 1064 iniziò a costruirvi un castello alle pendici della Sila Piccola, detto “Torrazzo”. La torre che ne rimane serviva a controllare l’arrivo di eventuali attacchi dal mare.

taverna-torrazzo

Cosa vedere nei dintorni di Taverna

Nei dintorni di Taverna si trovano i Villaggi turistici della Sila: Villaggio Mancuso attrae molti visitatori per le sue tipiche casette di legno bianco e nero sul modello delle baite svizzere. Villaggio Racise si trova nei pressi del Lago del Passante ed è un punto di partenza di numerosi sentieri per andare alla scoperta della tipica vegetazione silana.

I resti dell’abbazia di Peseca si trovano sul costone roccioso che sovrasta Taverna e sono raggiungibili con la strada per il vicino paese di Albi. L’edificio fu fondato nel 970 dai monaci Basiliani come ringraziamento per il ritrovamento miracoloso di un’icona della Vergine con il Bambino Gesù in braccio. Proseguendo il sentiero che parte dall’abbazia, attraverso un vallone ricoperto da faggi e pini secolari, si giunge alle belle cascate del Litrello dalle acque cristalline. Lungo il percorso si incontrano diversi monoliti rocciosi.

taverna-mancuso

Escursioni a Taverna: il Parco nazionale della Sila

Tappa da non perdere durante una vacanza a Taverna è il Parco Nazionale della Sila. Infatti, in località Monaco del Villaggio Mancuso, è situato il Centro Visita “Antonio Garcea”, un’oasi naturalistica del Parco della Sila. Esso comprende musei tematici sulle foreste autoctone,sala esposizioni, un teatro verde. Nel Centro Studi-Educazione Naturalistica, Ambientale e Forestale si svolgono manifestazioni culturali e di educazione ambientale.

All’interno del Centro Visita si possono percorrere il sentiero didattico e il sentiero per disabili, entrambi forniti di pannelli che spiegano la flora e la fauna della Sila Piccola. E ancora il sentiero geologico, il sentiero per non vedenti dove si trovano tabelle descrittive in linguaggio Braille. Si possono visitare il giardino delle erbe aromatiche e medicinali, il giardino della cultura forestale, il vivaio della biodiversità silana e il villaggio rurale dell’antica Sila.

taverna-parco-nazionale-sila-centro-visite

Taverna immagini e foto