Turismo a Venezia, dal prossimo 25 aprile al via il primo blocco del ticket d’ingresso in città

Cambiano le regole di contingentamento del turismo a Venezia: dal prossimo 25 aprile 2024 al via il primo blocco di sperimentazione del ticket d’ingresso in città che introduce tantissime novità.

venezia-san-marco-laguna
Ph credits Wolfang, Pexels

La splendida Venezia è sempre una buona idea quando si tratta della scelta di mete di viaggio, anche solo per un weekend fugace. In ogni periodo dell’anno regala un’esperienza unica e indimenticabile, con la magia delle gondole e della laguna, il grandissimo patrimonio artistico e storico presente, la tradizione enogastronomica del Bacaro e gli eventi che costellano ogni settimana. Anche nel periodo natalizio regala scorci incantati e la suggestione di fuochi e luci, perfetta sia per una pausa di relax in famiglia che di divertimento in coppia o con gli amici. Con il flusso di visitatori sempre crescente e spesso ingestibile, dal prossimo aprile 2024 il turismo a Venezia si appresta a un grande cambiamento con l’introduzione sperimentale del primo blocco del ticket d’ingresso. Scopriamo insieme tutte le novità a riguardo.

Cambia il turismo a Venezia con il primo blocco del ticket d’ingresso

Negli ultimi anni la città di Venezia ha dovuto affrontare molte emergenze, in primis quella del cambiamento climatico con l’acqua alta che spesso durante l’anno ha minacciato strade, monumenti e piazze storiche. Il flusso del turismo però non si è mai fermato, anzi, è incrementato godendo dell’eterna bellezza di una città senza tempo.

Visitatori da tutta Italia, Europa e dal mondo intero giungono in Laguna per perdersi tra il fascino delle stradine, partecipare all’iconico Carnevale e ammirare da una prospettiva affascinante una delle città più belle, approfondendone storia, cultura e attrazioni. Proprio per assicurare un’esperienza di qualità, si è deciso per l’introduzione del ticket d’ingresso contingentando così le presenze giornaliere.

veneziia-turista-panorama
Ph credits Yan Krukau, Pexels

Come funziona il ticket d’ingresso

Il ticket d’ingresso prevede una sperimentazione in blocchi a partire dal periodo di grande afflusso dei turisti dal 25 aprile al 1 maggio 2024. Non sarà rivolto a tutti ma soltanto ai visitatori non residenti in Veneto e che non pernottano in città, godendo delle bellezze di Venezia soltanto per 24 ore.

La prenotazione sarà obbligatoria con un contributo di 5 euro a persona previsto per la città antica e il centro storico dalle 8.30 alle 16, escluse le isole come il Lido di Venezia o per un giro tra le bellezze di Murano e Burano. Sono previste inizialmente 29 giornate in cui sarà attivo il contributo: si inizia dal 25 aprile e 1 maggio proseguendo con tutti i sabati e le domeniche di maggio, giugno e luglio soltanto nel 6-7 e 13-14.

venezia-laguna-gondola
Ph credits Olga Lioncat, Pexels

Come versare il contributo e le esenzioni previste

Versare il contributo è molto facile: basterà utilizzare la web-app preposta versando l’importo direttamente al Comune di Venezia. La piattaforma è disponibile in più lingue ed è interattiva, permettendo anche di conoscere Venezia e le sue meraviglie come la Basilica di San Marco godendo di sconti e promozioni per numerose attrazioni, chiese e musei.

Rientrano nei visitatori tipo tutti coloro che superano i 14 anni, non sono residenti in Veneto e visitano la città soltanto per 24 ore. Sono esenti i bambini al di sotto dei 14 anni e i loro accompagnatori, i residenti e coloro che vi pernottano, necessitando però comunque della prenotazione a costo zero.

Cambia il turismo a Venezia con il via del ticket d’ingresso immagini e foto