5 cose da fare in Valtellina per un’estate al fresco tra laghi, cascate e passeggiate in quota

Autore:
Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Se i bollenti giorni appena trascorsi tra afa e temperature altissime ti hanno messo a dura prova, perché non concedersi una vacanza tra aria fine e bellissimi paesaggi alpini? Ecco 5 cose da fare in Valtellina per trascorrere un’estate al fresco.

5 cose da fare in Valtellina
Credit oreundici Pixabay

Laghi dalle calme acque cristalline che riflettono i profili delle montagne, imponenti cascate che fanno venire voglia di fermarsi per una pausa rigenerante ammirando la natura, una temperatura mite che permette di fare passeggiate e attività sportive. La Valtellina, con i suoi laghi, torrenti, cascate, sentieri è una destinazione ideale per chi vuole trascorrere un’estate al fresco.

La Valtellina, assieme alla Valchiavenna, forma la provincia di Sondrio e rappresenta uno dei comprensori turistici, invernale ed estivo, più famosi e gettonati d’Italia. Lunga ben 120 km e dotata di numerose valle laterali, offre tutto il necessario per una vacanza di benessere, tra natura, sport e temperature perfette per sfuggire dal grande caldo di questi giorni. Se siete ancora indecisi sul partire o meno, ecco 5 cose da fare in Valtellina per un’estate al fresco.

5 cose da fare in Valtellina in estate tra sport e natura

cose da fare valtellina estate
Credit Agnes Monkelbaan Wikimedia

Cascate dell’Acquafraggia. Se vi trovate in vacanza a Chiavenna, non perdere le cascate dell’Acquafraggia a Piuro. La loro imponenza vi lascerà a bocca aperta, grazie all’impetuosità dei loro grandi salti d’acqua che scendono dalla montagna. Qui il relax è assicurato, immersi in una natura rigogliosa e la frescura del torrente che scorre. Gli appassionati di trekking possono partire dalle cascate per inoltrarsi lungo i sentieri che attraversano il parco circostante. L’ingresso al parco delle cascate dell’Acquafraggia è a pagamento per i fine settimana giugno, luglio e settembre per un costo di € 3.

Passeggiate in quota. Le vacanze a Madesimo non sono solo quelle invernali. Infatti, questo piccolo comune situato a 1.550 metri di altitudine è ricco di sentieri e percorsi per la bella stagione. Come quello che conduce al suggestivo lago degli Andossi, partendo dalla località di Montespluga, al confine con la Svizzera. L’itinerario è breve e non impegnativo, con un dislivello di 170 metri. Dall’altopiano degli Andossi, attraverso una breve passeggiata, si raggiunge il Giardino Alpino Valcava, situato tra 1800 e 1900 metri. Qui potrete ammirare 11 habitat differenti caratterizzati dalla flora dell’alta valle. Il Giardino Alpino Valcava è aperto tutto l’anno ma settembre è sicuramente il periodo migliore per visitarlo.

Il lago Palù. Quello che per arrivare al lago di Palù è uno dei trekking più belli della Valtellina, attraverso le bellezze paesaggistiche della Valmalenco. Si parte dalla seggiovia di San Giuseppe, imboccando un sentiero di circa 8km che si snoda tra boschi di conifere e prati fino ad arrivare al meraviglioso lago Palù. E’ d’obbligo una pausa di gusto a base di specialità tipiche valtellinesi al vicino rifugio Palù. Chi non ama camminare può arrivare al lago con  gli impianti di risalita da Chiesa in Valmalenco.

Orobie Valtellinesi. Tra le cose da fare in Valtellina in estate c’è questa escursione che porta ai tre laghi alpini di Porcile in Val Tartano, considerati tra i laghi più belli dell’arco alpino. Essi sono situati nel comprensorio di Morbegno, nel cuore delle Orobie Valtellinesi. Si parte dalla Val Lunga e, dopo circa 2 ore e 600 metri di dislivello attraverso boschi di conifere, ampi prati e piccoli torrenti, si giunge al primo lago, detto il Piccolo, a quota 2005 metri. Successivamente, a 2030 metri si trova il Grande e, infine, il lago di Sopra, situato a 2095 metri.

Laghi della Val di Mello. La Val di Mello, compresa nella Val Masino, è famosa per la bellezza paesaggistica e per i suoi specchi d’acqua. Una volta raggiunto l’inizio della Riserva Naturale, si imbocca un sentiero che, in una quarantina di minuti circa, porta al piccolo lago del Qualido, situato a 1070 metri. Proseguendo lungo la mulattiera che porta si giungerà al celebre “Bidet della Contessa“, un lago immerso in un paesaggio naturale di incomparabile bellezza dove è possibile rinfrescarsi dopo la bella camminata.

Valtellina immagini e foto