Curiosità su Torino: i segreti della “città magica”

La storia della città di Torino è stata segnata da una serie di eventi che sono ricordati non solo dai torinesi ma un po’ in tutta la penisola. Come tantissime altre città, anche il capoluogo piemontese, nasconde delle vicende curiose che non tutti conoscono, per questo te le racconteremo in questa piccola guida.

Torino
Fonte: Canva

Torino, come moltissime altre città presenti nel nostro Bel Pese nasconde delle curiosità che non sono note a tutti. Capoluogo della Regione Piemonte è conosciuta non solo per la sua raffinatezza artistica ma anche per la sua cucina.

A nord-ovest della città, si sviluppano le Alpi che fanno da contorno ai suntuosi edifici in stile barocco che accompagnano le caffetterie che costeggiano i grandissimi viali e le grandi piazze della città piemontese.

Le 4 curiosità su Torino ancora poco note

Torino dall’alto
Fonte: Canva

Come già accennato, la città di Torino, nasconde tra le sue immense piazze, delle curiosità che la fanno vivere con occhi diversi. Protagonista di moltissime vicende storiche di grande importanza, la città possiede un’asteroide che porta il suo nome (9523 Torino) scoperta nel 1981.

La cometa è stata dedicata in maniera ufficiale alla città sabauda soltanto nell’anno 2010 in occasione dell’Euro Science Open Forum, un’associazione senza scopo di lucro che – con una scadenza annuale – si riunisce per promuove il dibattitto sull’innovazione e sulla scienza.

Tra le tantissime curiosità che la città nasconde troviamo:

La prima metropolitana senza conducente

Metro senza conducente
Fonte: Canva

Quando si parla di metropolitana automatica, viene alla mente la città per eccellenza dell’innovazione ovvero Milano. La città italiana che possiede il primato per aver inventato la prima metropolitana senza conducente, va proprio al capoluogo piemontese che la mise in azione per la prima volta nel 2006 in occasione delle Olimpiadi Invernali.

Torino: la città che vanta moltissimi primati per il cinema

Cinema
Autore: MasterTux / Pixabay

Se si parla di grande schermo il primato alla città va per aver proiettato per la prima volta in Italia un film nel marzo 1896. All’epoca l’evento era completamente gratuito, ma pochissimi mesi dopo, Torino si vide arrivare un secondo primato: nel capoluogo piemontese, ci fu la prima proiezione con un pubblico pagante.

Oltre a questi due primati, non dobbiamo dimenticare che è proprio a Torino che sorge l’importantissimo Museo Nazionale del Cinema ospitato all’interno della Mole Antonelliana dove è possibile trovare illustrata la storia dell’arte più amata al mondo ovvero quella cinematografica.

Capitale italiana dell’editoria

Piazza principale della città di Torino
Fonte: Canva

Quando si decide di trascorrere un paio di giorni a Torino, si sa fin da subito che la città – grazie alle sue molteplici attrazioni – non permette di annoiarsi.

Non tutti ne sono a conoscenza, ma il capoluogo del Piemonte è da sempre non solo la città della cultura ma anche della letteratura in quanto ha visto nascere moltissime case editrici. Tra le più note troviamo: la Bollati Boringhieri, l’Einaudi e l’UTET restando ancora oggi la sede principale in quanto ospita oltre il 50% delle case editrici universitarie e scolastiche.

Città della magia

Panorama torinese
Fonte: Canva

Torino non è solo la città dei gianduiotti e dei grissini ma è anche considerata la “città della magia“. Si parla di Torino magica in quanto accoglie sia elementi della magia buona, che elementi della magia negativa.

La città insieme a Praga e Lione fa parte del triangolo della magia bianca, mentre insieme a Londra e San Francisco della magia nera. Sono moltissimi in città gli edifici sulla quale sono rappresentati degli elementi, significati e simboli magici uno di questi è la Mole Antonelliana.

Curiosità su Torino: foto e immagini