I Mursi e la tradizione del disco labiale: qual è il valore simbolico?

La tradizione del disco labiale, un’usanza del popolo dei Mursi e di moltissime altre popolazioni appartenenti al Continente africano come i Surma. Si tratta di un’usanza molto antica tramandata sino ad oggi come simbolo di valore delle diverse tribù.

Guarda il video

Mursi
Fonte: Canva

I Mursi, sono un gruppo etnico appartenente all’Etiopia e da secoli tramandano la tradizione del disco labiale. Si possono trovare in gran numero nel Parco Nazionale Mago in quanto la popolazione conta circa 5000 persone anche se purtroppo l’area in cui vivono è difficilmente raggiungibile.

La tribù dei Mursi è conosciuta in quanto è sempre alla continua ricerca di un luogo fresco in cui vivere e principalmente gradiscono tutti quei luoghi in cui è presente la foresta lungo il corso del fiume. La vita di questa popolazione non è sempre facile, anzi a volte è ricca di insidie anche se nel corso del tempo si sono adeguati trovando lo spazio per danzare, chiacchierare e divertirsi, inoltre la tradizione orale permette di tramandare quella che è la conoscenza ai giovani del villaggio.

I Mursi un popolo ricco di tradizione e cultura

Disco labiale
Fonte: Canva

Durante un viaggio in Africa, – anche se molto difficile – può capitare di imbattersi nel popolo dei Mursi, conosciuti per la tradizione del disco labiale.

Il disco labiale è una pratica di modifica deco rativa del corpo usata come tradizione da moltissimi popoli appartenenti all’Africa e al Sud America. L’usanza prevede l’esecuzione di un piercing al labbro e la sua successiva dilatazione tramite un disco di legno, oppure di terracotta o argilla.

In Africa questa tradizione si trova in numerose popolazioni e la dimensione del disco è spesso associata all’ importanza sociale della persona dalla quale viene indossato. Alcune tribù come i Sara in Ciad e i Makonde (popolazioni appartenenti alla Tanzania e al Mozambico) applicano questo disco solo nel labbro superiore.

Donna Mursi
Fonte: Canva

Surma e Mursi (popolazioni che vivono lungo il corso del fiume Omo in Etiopia), il disco labiale viene indossato soltanto dalle donne come simbolo di maturità sessuale. La dilatazione del labbro, si inizia o intorno ai 16 anni di età oppure 6 – 12 mesi prima del matrimonio.

Secondo lo studio di alcuni  antropologi, si è evinto che, questa pratica in epoca storica servisse per scoraggiare il rapimento delle donne da parte degli schiavisti, mentre oggi è considerato un vero e proprio gioiello.

Cerimonie ed eventi

Tribù africane
Fonte: Canva

Nella popolazione dei Mursi, gli uomini vengono divisi in “gruppi di età“, un’usanza molto comune nelle moltissime che abitano l’Africa orientale.

Quando i giovani del villaggio raggiungono l’età adulta, iniziano a “combattere” tra loro tramite dei pali di legno (meglio noti sotto il nome di dongen) della lunghezza di ben 2 metri. Questi combattimenti, servono non  solo per mostrare il proprio valore alle donne e trovare il prima possibile moglie ma anche per risolvere le varie problematiche relative al bestiame con le popolazioni vicine.

Nonostante si tratti di un rito di natura cerimoniale, quando gli attacchi avvengono, possono essere talvolta molto feroci e provocare non solo gravi lesioni ma molto spesso anche la morte di uno dei due contendenti. Essere il campione della competizione, comporta l’acquisizione di uno status sociale di alto livello.

I Mursi e il disco labiale: foto e immagini