Milano sotterranea e poco conosciuta: ecco i suoi segreti

Pochi sono i turisti che conoscono la Milano sotterranea, quella che cela aree archeologiche incredibilmente belle da visitare e ammirare in ogni suo aspetto. Eppure, è proprio ad oltre quattro metri sotto terra che la città meneghina può sorprendere.

Milano
Autore: ShenXin/Pixabay

La Milano sotterranea sorprende tutti, sia i turisti italiani che gli stranieri. In pochi in realtà, conoscono la città meneghina in tutta la sua bellezza, visto che si pensa erroneamente che la metropoli sia soltanto “lavoro e finanza”.

In questa guida stessa, smentiremo il falso mito che Milano sia unicamente la città per il lavoro, approfondendo le bellezze che nasconde a quattro metri di profondità: dall’area archeologica del Duomo fino alla Cripta di San Sepolcro, dalla Cripta di San Giovanni in Conca fino alle cripte medievali della città lombarda.

Milano sotterranea: cosa si nasconde a 4 metri di profondità?

Milano
Autore: IgorSaveliev/Pixabay

Il primo segreto che si cela sotto la Milano sotterranea, sta proprio al centro (Piazza Duomo) della città meneghina, e riguarda le origini della metropoli: a quattro metri di profondità troviamo il nucleo più importante e che riguarda la prima cristianità milanese.

Continuando la visita nei sotterranei di Milano, è possibile far visita al bellissimo edificio ottagonale che rappresentava il Battistero di San Giovanni alle Fonti, la cui realizzazione risale al 378, e di notevole importanza storica visto che lì stesso, Sant’Ambrogio battezzò Agostino D’Ippona, che successivamente diventerà Sant’Agostino.

San Giovanni in Conca

San Giovanni in Conca

Continuando la visita nella Milano sotterranea e sconosciuta a molti, troviamo l’unica cripta romanica milanese, San Giovanni in Conca, che si trova in Piazza Missori. E quel che stupirà i turisti in questo caso, è proprio ciò che si cela nel sottosuolo, completamente diverso da ciò che si nota nel suolo urbano: avvolto da caos e traffico.

Sicuramente, la cripta San Giovanni in Conca, è una delle attrazioni da visitare di Milano, specialmente se si è attratti dai complessi religiosi e più importanti di un tempo. E se il sottosuolo vi è piaciuto, percorrendo via Francesco Sforza, è possibile ammirare facciata della chiesa Valdese, facciata originale della famosissima basilica di San Giovanni in Conca.

San Sepolcro

San Sepolcro
Fonte: Canva.com

Il San Sepolcro di Milano è una vera chicca storica di grande successo. Tanto che la posizione di questo “rifugio sotterraneo”, venne definito da Leonardo da Vinci: “nel vero mezzo di Milano”. Le pietre di questo foro romano sono calpestabili e visibili a chiunque ne avesse voglia. Sopra di esse, hanno camminato personaggi storici di un certo spicco: da San Carlo Borromeo agli imperatori romani.

Il San Sepolcro della Milano sotterranea, oltre ad avere un importante significato storico per via della storia della città meneghina, in verità cela un valore ancora più impattante: nel sottosuolo infatti, è presente un cielo stellato dipinto e pieno di significati poco noti ai turisti.

Milano sotterranea: informazioni sul “dresscode”

Dal momento che la Milano sotterranea prevede dei luoghi di culto religioso, è indispensabile indossare un abbigliamento consono e rispettoso. È indispensabile che sia le ginocchia che le spalle siano coperte.

Un’attenzione particolare va alle scarpe, che devono essere comode per evitare rischi di cadute, causate dai gradini sdrucciolevoli e lisci delle cripte.

Milano sotterranea: foto e immagini