Da febbraio 2024 eccezionalmente aperte “Le segrete stanze” della Galleria nazionale dell’Umbria

Autore:
Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

La Galleria nazionale dell’Umbria è un importante museo situato nel Palazzo dei Priori di Perugia. La sua importanza è data dalle collezioni che raccolgono alcune delle più significative e preziose opere dell’arte umbra e dell’Italia centrale, dal XIII al XIX secolo. E ora c’è una nuova opportunità per scoprire e conoscere questo tesoro. 

Galleria nazionale dell’Umbria
Credit Nastoshka Wikimedia Commons

A breve la Galleria nazionale dell’Umbria si arricchirà di una nuova attrazione e di un’occasione unica per scoprire e conoscere eccezionalmente una parte significativa delle sue collezioni. Si tratta di una serie di visite guidate che consentiranno di ammirare alcuni capolavori, esposti per la prima volta alla vista del grande pubblico. Ecco tutti i dettagli per non perdere questa occasione.

Perugia: la Galleria nazionale dell’Umbria apre le “Stanze segrete”

Perugia Galleria nazionale dell Umbria
Credit Sailko Wikimedia Commons

A partire da febbraio e fino a maggio 2024, tutti gli amanti dell‘arte e gli appassionati di cultura avranno una nuova possibilità per scoprire e conoscere “Le segrete stanze” della Galleria Nazionale dell’Umbria, il magnifico museo sito nel cuore del centro storico di Perugia. Si tratta di una serie di visite guidate, che avverranno in compagnia del direttore Costantino D’Orazio, per scoprire i depositi collocati al quinto piano del magnifico palazzo gotico dei Priori di Perugia. I depositi, ovvero “Le stanze segrete“, saranno aperti per la prima volta al pubblico, assieme alle stanze Capitini della Torre Campanaria dell’edificio storico.

Potrebbe interessarti Perugia discoteche e locali notturni

Il percorso espositivo, eccezionalmente aperto al pubblico, permetterà di svelare mirabili opere d’arte come l’”Angelo annunciante” di Bartolomeo Caporali, “San Girolamo e santa Maria Maddalena” del Perugino, un disegno della “Deposizione di Cristo dalla Croce” di Federico Barocci. “Testa virile” di Jean-Baptiste Wicar e molte altre. Si avrà inoltre la possibilità di esplorare gli spazi vissuti dal giovane Aldo Capitini (1899 – 1968), filosofo, politico, poeta, antifascista, una figura chiave dell’ambiente intellettuale perugino e non solo.

Le visite guidate si svolgeranno nei giorni:

  • 11 e 25 febbraio ore 12.00 e 16.00
  • 10 e 17 marzo ore 12.00 e 16.00
  • 14 e 21 aprile ore 12.00 e 16.00
  • 5 e 19 maggio ore 12.00 e 16.00

La prenotazione è obbligatoria (scrivere a [email protected]) e le visite prevedono un massimo di 15 partecipanti a turno, gratuita poiché inclusa nel biglietto di ingresso al museo. Per maggiori informazioni potete consultare il sito web ufficiale gallerianazionaledellumbria.it.

Galleria nazionale dell’Umbria: cosa vedere

Galleria nazionale dell Umbria cosa vedere
Credit Wikimedia Commons

Come abbiamo accennato prima, la Galleria nazionale dell’Umbria è uno dei migliori musei della città di Perugia poiché ospita una delle più ricche collezioni d’arte italiane, che annovera pezzi dal XIII fino al XIX secolo, permettendo di percorre la storia artistica dell’Umbria e dell’Italia. In 3500 metri quadri sono esposte oltre 500 opere tra dipinti, sculture, ceramiche, tessuti e oreficerie, lungo un percorso che si articola in 40 sale, la torre e la cappella del Palazzo dei Priori. Questo magnifico edificio fu, fin dall’epoca medievale, la sede del Comune di Perugia.

Tra le opere più importanti di tutta la storia dell’arte italiana esposte alla Galleria nazionale dell’Umbria ricordiamo il polittico di Sant’Antonio di Piero della Francesca, nella sala 13, poi gli affreschi di Benedetto Bonfigli, nella cappella dei Priori, la “Madonna con Bambino” di Duccio di Buoninsegna, oltre a pezzi di Gentile da Fabriano e Beato Angelico. Segnaliamo poi le sale monografiche dedicate a Pinturicchio e al maestro Perugino, del quale la Galleria vanta la collezione più ampia e completa al mondo, e la sala di Raffaello dove si possono ammirare copie e opere di altri artisti che a lui si ispirarono.

Potrebbe interessarti Visitare Perugia consigli

Gita a Perugia

Palazzo dei Priori a Perugia
Credit David Skalec Wikimedia Commons

Questo bellissimo museo dunque si trova nel cuore del meraviglioso centro storico di Perugia, una città da visitare almeno una volta nella vita per le sue attrazioni, i monumenti e le atmosfere medievali e rinascimentali che vi si respirano. Il capoluogo dell’Umbria è, infatti, una città d’arte che attira turisti provenienti da ogni parte del mondo che giungono qui per ammirare Piazza IV Novembre con la Fontana Maggiore, una delle più celebri e suggestive piazze d’Italia.

Da non perdere poi la Rocca Paolina, le mura e le porte etrusche e medievali, il magnifico e monumentale Palazzo dei Priori con il Collegio del Cambio del XV secolo e la Sala delle Udienze e il Palazzo del Capitano del Popolo. Tra gli edifici di culto, Perugia annovera la Cattedrale di San Lorenzo, di epoca medievale, che conserva il Sacro Anello della Vergine Maria e la Deposizione dalla croce di Federico Barocci di metà Cinquecento. Nella trecentesca Basilica di San Domenico si può ammirare, tra le altre attrazioni, la vetrata del 1411, la seconda più grande d’Italia, dopo quella del Duomo di Milano.

Galleria nazionale dell’Umbria Perugia immagini e foto