Vacanze low cost a Baratti: cosa vedere, mare e la spiaggia di sabbia rossa più bella d’Italia

Cosa vedere a Baratti, la piccola località toscana incastonata nell’omonimo Golfo. I tesori del Parco Archeologico di Baratti-Populonia, la spiaggia della cittadina e le spiagge più belle della Costa degli Etruschi da raggiungere in auto nel raggio di pochi chilometri.

baratti-panoramica


Baratti Turismo informazioni

Siamo in provincia di Livorno, in Toscana, in un contesto paesaggistico di notevole bellezza, immersi nel verde della macchia mediterranea che abbraccia l’azzurro del golfo dominato a sud dal promontorio di Populonia.

Ci sentiamo di consigliarvi un soggiorno a Baratti se avete in programma una vacanza tranquilla, lontani dalle mete estive troppo caotiche. A Baratti farete ogni giorno bagni rigeneranti in un mare che vi colpirà per la sua pulizia e trasparenza. Le acque cristalline e il panorama da cartolina faranno da sfondo a giornate indimenticabili.

Ma Baratti è anche una meta estiva low cost, infatti con un budget contenuto potrete trascorrere una vacanza di tutto rispetto all’insegna del mare, della buona cucina e della cultura. Ampia è la scelta di strutture ricettive, tra hotel, b&b e camping, dove soggiornare con un ottimo rapporto qualità-prezzo.


Leggi anche: Migliori località balneari della Costa degli Etruschi: cosa vedere e spiagge più belle

golfo-di-baratti

Baratti luoghi di interesse ed attrazioni

Trascorrere una vacanza in questa zona della Toscana vuol dire immergersi letteralmente nella storia e scoprire tesori archeologici di notevole bellezza.

Chi ama le esperienze culturali apprezzerà sicuramente Baratti perché a pochi chilometri è possibile visitare l‘Area Archeologica di Populonia-Baratti, un sito affascinante e ricco di storia. Non a caso, Populonia e Baratti vengono spesso citate insieme, proprio perché si trovano a soli quattro chilometri di distanza.

Pensate che Populonia fu fondata dagli Etruschi ed è l’unica delle dodici città della Dodecapoli a sorgere sulla costa.

Senza dimenticare che nei dintorni di Baratti si possono raggiungere altre mete interessanti che gli amanti dei borghi non dovrebbero tralasciare tra cui Suvereto, insignito della Bandiera Arancione del Touring Club e Castagneto Carducci.

populonia-castello

Il Parco Archeologico di Baratti-Populonia

L’Area Archeologica di Populonia è molto vasta, infatti si estende per diversi chilometri e va visitata perlomeno in un paio di giorni. Approfondirete la storia della civiltà Etrusca e capirete come si è insediata in questa zona d’Italia tra il VII secolo a.C. e il I secolo. Tre sono le zone del Parco Archeologico e sono le seguenti:


Potrebbe interessarti: Vacanze a Populonia: cosa vedere nella città etrusca affacciata sul Golfo di Baratti

  • La Necropoli di San Cerbone, situata nella parte più bassa dell’Area Archeologica. Pensate che è uno dei siti etruschi d’Italia più ricchi di reperti. Qui potrete ammirare antichissime tombe a tumulo, ad edicola e a sarcofago tra cui la Tomba dei Carri, l’unica visitabile all’interno, e la Tomba del Bronzetto dell’Offerente.
  • La Necropoli delle Grotte e Grande Cava.
  • L’Acropoli romana di Populonia, situata nella parte alta della del Parco, dove potrete ammirare il Castello, la Torre Medievale e la Rocca degli Appiani. Se amate il trekking, potete partire da qui e raggiungere la Necropoli di San Cerbone (o viceversa) attraverso un percorso naturalistico molto suggestivo. La passeggiata dura circa 30/40 minuti.

Consigliamo di concludere la visita al Museo Etrusco di Populonia, il Museo Archeologico Gasparri, dove potrete assistere anche ad una proiezione sulla storia degli scavi delle Necropoli.

populonia-necropoli-etrusca

La Spiaggia di Baratti Populonia

La Spiaggia di Baratti-Populonia è parte di un ampio litorale di sabbia fine dove sono presenti alcuni stabilimenti attrezzati e ampi tratti di spiaggia libera.

Una particolarità è il colore della sabbia rossa che sembra quasi argilla con residui ferrosi. Gli antichi Etruschi probabilmente la utilizzavano per lavorare la terracotta, produrre vasellame e altri utensili ma anche per l’antica lavorazione del ferro.

Il fondale è sabbioso e diventa subito profondo, permettendo di nuotare anche non lontano dalla riva. L’acqua è sempre limpida. Alle spalle, la pineta offre zone al fresco per ripararsi dal caldo estivo, riposarsi e per fermarsi a mangiare dopo qualche ora di mare.

Baratti accontenta, inoltre, gli appassionati di immersioni subacquee grazie alla ricchezza di flora e fauna marina.

populonia-veduta

Le spiagge più belle del Golfo di Baratti

Tra le spiagge del Golfo di Baratti che ci sentiamo di consigliarvi citiamo la Spiaggia delle Fate detta anche Buca delle Fate, un’insenatura incontaminata rocciosa completamente libera.

Si tratta di una delle spiagge più selvagge del litorale a cui si arriva percorrendo un sentiero immerso nella natura. Impiegherete circa trenta minuti per scendere in spiaggia. Consigliate le scarpette da scoglio.

buca-delle-fate

La Spiaggia libera di San Vincenzo è caratterizzata da sabbia soffice, fondali sabbiosi ed è attrezzata con docce e bagni pubblici. Qui troverete anche una zona dog-friendly e un’area dedicata a chi pratica nudismo.

Sempre in zona citiamo la Spiaggia del Parco Costiero di Rimigliano con la fresca pineta adiacente che permette di godere di un po’ d’ombra nelle ore più calde della giornata.

L’arenile è molto ampio infatti anche in alta stagione riuscirete sempre a trovare posto distanziati dagli altri ombrelloni, godendovi appieno il mare ed il sole.

Segnaliamo infine la Spiaggia di Torre Mozza di Piombino dove troverete acque cristalline e natura selvaggia. In parte attrezzata e in parte libera, è caratterizzata da acque poco profonde, ideali anche per le famiglie con i bambini.

spiaggia-san-vincenzo

Baratti immagini e foto