Visitare Anagni: le 8 cose da vedere nella città papale regno indiscusso del potente Bonifacio VIII

Cosa vedere a Anagni: passeggiata nel centro storico con gli edifici civili e religiosi. Visita alla Cattedrale di Santa Maria Annunziata con annesso il Museo e la Cripta. Informazioni turistiche e consigli per la visita.

cattedrale-di-anagni-esterno


Anagni Turismo ed altitudine

Anagni è un borgo medievale della provincia di Frosinone, nel Lazio e si trova ad un’altitudine di 424 metri s.l.m. Storicamente è una delle cittadine più importanti dell’Italia centrale e anche una delle più antiche della Ciociaria insieme alla vicina Alatri, l’antica Aletrium.

Intorno al XIII secolo si stabilirono qui numerosi papi, non a caso Anagni è conosciuta con l’appellativo di “Città dei Papi”.  Fu anche terra di imperatori come Federico II di Svevia e di nobili famiglie tra cui i Borgia e gli Orsini che fecero edificare dimore storiche, edifici civili e luoghi di culto, di cui ancora oggi ne restano le testimonianze.


Leggi anche: Cosa vedere a San Bonifacio: le 5 attrazioni del borgo considerato “un affascinante ibrido tra antico e moderno”

anagni-lazio

Perché dovreste visitare Anagni? In primis per il suo ruolo cruciale nella storia politica e religiosa del centro Italia. In secondo luogo, per il centro storico con le sue attrazioni: si presenta ben conservato, con case in pietra e vicoli dal fascino tipicamente medievale.

Senza tralasciare l’enogastronomia: tra i piatti locali da provare, solo per citarne alcuni, troviamo il tortolo terracinese, le patacche al sugo di castrato e pecorino ciociaro, il timballo di Bonifacio VIII e le sagnacce di Anagni con broccoli e peperone dolce secco. Ricca anche la produzione vinicola locale, in particolare citiamo il rosso “Cesanese”.

Per quanto riguarda le strutture ricettive, il meraviglioso centro storico ospita una miriade du b&b, appartamenti ed hotel. In alternativa, è possibile pernottare in uno degli agriturismi situati sulla collina che domina Anagni, in posizione tranquilla nella campagna laziale.

anagni-veduta

Lo schiaffo di Anagni

La cittadina è conosciuta per lo storico “schiaffo di Anagni”. Trattasi di un episodio avvenuto durante la guerra tra il papato e la Francia. È stato citato da Dante Alighieri nella Divina Commedia e rappresentato in alcune iconografie delle epoche successive al conflitto.

Più che di uno schiaffo in senso letterale ci si riferisce ad un affronto, un’umiliazione fatta nel settembre del 1303 da Giacomo Colonna, esponente della potente famiglia patrizia di Roma, a danno di Papa Bonifacio VIII. Il papa venne condotto con la forza a Roma dove morì dopo poco.

anagni-panorama

Anagni attrazioni e luoghi di interesse

La passeggiata nel centro storico di Anagni vi mostrerà scorci, atmosfere e suggestioni medievali. Arroccata sul colle, la cittadina è un reticolato di vicoli che conducono alla Cattedrale.

Per quanto riguarda gli edifici sacri, oltre alla Cattedrale di Anagni citiamo la Chiesa di Sant’Andrea e la Chiesa di San Pietro in Vineis. Quest’ultima si trova poco fuori le mura e conserva splendidi affreschi medievali.

Riguardo ai palazzi storici, degni di nota sono il Palazzo del Comune, Palazzo Barnekow e Palazzo Bonifacio VIII. Inoltre consigliamo una visita al Palazzo dei Canonici dove è allestita la Mostra Permanente Tommaso Gismondi.

anangni-chiesa-santandrea

Il Palazzo Comunale, Palazzo Bonifacio VIII e Palazzo Barnekow

Ammirate il Palazzo Comunale dall’esterno e poi entrate a visitare gli interni: la Sala della Ragione con le bifore, la Sala Gialla dove si trova un antichissimo Gonfalone e la Sala delle Trifore con la loggetta e la scalinata.

L’edificio risale al 1200, si trova sulla centrale Strada Vittorio Emanuele. La facciata principale si contraddistingue per la presenza di bellissime trifore e bifore.

Sulla stessa strada ci si imbatte nel Palazzo Bonifacio VIII, anche questo di origine medievale. Storicamente appartenuto al pontefice trecentesco, proprio in una delle sue sale pare sia avvenuto il famoso episodio dello “schiaffo” di Anagni. Le sale del palazzo sono visitabili noleggiando un’audioguida.

Tra i palazzi storici di Anagni segnaliamo anche il trecentesco Palazzo Gigli detto Palazzo Barnekow, dal nome del proprietario il barone svedese Barnekow. Si trova in Via Vittorio Emanuele di fronte alla chiesa trecentesca di S. Andrea. Si racconta che qui vi soggiornò Dante.

anagni-palazzo-comunale

La Cattedrale di Santa Maria, il Museo e la Cripta

Si prosegue con una visita alla Cattedrale di Anagni intitolata a Santa Maria Annunziata che ospita il Museo e la Cripta.

L’edificio risale al 1100 e fu costruito per volere di San Pietro da Salerno. Dall’esterno, la facciata con annessa la torre campanaria dai tipici canoni romanici, ha quasi l’aspetto di una fortezza medievale. All’interno la chiesa è semplice e spoglia ma di grande fascino.

cattedrale-di-anagni-interno

Degno di nota il pavimento composto da blocchi di porfido, posato nel 1231 dalla famiglia dei Cosma. Acquistando un ticket d’ingresso si può accedere al percorso del Museo della Cattedrale.

Si visita la Biblioteca che custodisce antiche collezioni di volumi tra cui le cosiddette “quattrocentine”, ossia i primissimi prodotti della tipografia.

Seguono: la Sala Capitolare e le stanze della Sagrestia che conservano i busti cinquecenteschi dei due patroni di Anagni: San Pietro da Salerno e San Magno di Trani.

Troviamo poi la Sala del Tesoro e la Cappella del Salvatore che ospita dipinti e opere lignee antiche.

Il tesoro d’arte più importante della Cattedrale è custodito nella Cripta del Duomo dove troviamo un ciclo di affreschi della scuola romana del XIII secolo. I dipinti sono attribuiti ad artisti diversi tra cui Cimabue e Giotto di Bondone.

cripta-cattedrale-anagni

Piazza Cavour e il Monumento ai Caduti

Tappa obbligata ad Anagni è la centralissima Piazza Cavour con il Monumento ai Caduti. Sublime l’affaccio panoramico sul Parco della Rimembranza e sulla Valle del Sacco che fa di Piazza Cavour il “balcone” del borgo.

Ai lati della piazza si trovano edifici settecenteschi ma anche esercizi commerciali, bar e ristoranti che si prestano per una piacevole sosta. Il Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale è un doveroso omaggio a chi ha dato la vita alla patria.

anagni

Anagni immagini e foto