Cosa vedere a San Bonifacio: le 5 attrazioni del borgo considerato “un affascinante ibrido tra antico e moderno”

Cosa visitare a San Bonifacio: tutte le attrazioni ed i luoghi da non perdere. La cittadina in provincia di Verona dove ammirare opere ed attrazioni e bere del buon vino.

san-bonifacio-veneto


Visitare San Bonifacio: dove si trova ed informazioni

San Bonifacio è un comune in provincia di Verona caratterizzato da atmosfere autentiche e suggestive, punti di interesse storico-artistico ed un territorio circostante ricco di città e paesi da visitare oltre che da bellezze naturali come il Lago di Garda o il Parco Regionale dei Colli Euganei, entrambi abbastanza vicini.

Si tratta dunque della destinazione perfetta per chi desidera trascorrere un weekend alla scoperta di questo borgo oppure per chi ha più tempo a disposizione e può pensare ad un itinerario comprendente anche mete nelle vicinanze.

Il centro abitato di San Bonifacio è attraversato dal Torrente Alpone e la presenza di un corso d’acqua nel mezzo della città rende l’atmosfera magica, soprattutto di sera con le luci che si riflettono in acqua.


Leggi anche: Visitare San Daniele del Friuli: cosa vedere e cosa fare nella “Capitale del Prosciutto crudo”

Sotto il profilo storico, San Bonifacio è un centro ricco di testimonianze e ritrovamenti, i primi risalenti all’epoca romana tra cui l’ara dedicata a Mercurio e l’ara dedicata a Giove.

Anche durante il Medioevo, l’età Moderna e l’età Contemporanea, la città è stata oggetto di numerose vicissitudini che hanno lasciato sul territorio delle tracce, come chiese, palazzi o tracce di altro tipo.

san-bonifacio-panorama

San Bonifacio attrazioni e luoghi di interesse

Visitare San Bonifacio significa lasciarsi travolgere dalla bellezza di luoghi senza tempo che da secoli affascinano chi li osserva.

Tra i principali luoghi di interesse che non possono non essere visitati ci sono l’Abbazia di San Pietro, Villa Gritti, il Museo Civico Geopaleontologico ed il Duomo di Santa Maria Maggiore.

Altri luoghi da segnalare sono la chiesetta di San Biagio, Villa Carlotti e Villa Scudellari.

La città non possiede grandi dimensioni per cui è interamente visitabile anche se si ha poco tempo a disposizione.

san-bonifacio-piazza

Abbazia di San Pietro – San Bonifacio

L’Abbazia di San Bonifacio, conosciuta anche come Abbazia di Villanova, è una delle chiese più antiche presenti in questo territorio.

Per quanto riguarda la sua costruzione, non vi è una datazione certa in merito ma quasi certamente la si può collocare nel periodo dell’Alto Medioevo. Infatti si presuppone la presenza di un tempio di origine paleocristiana risalente probabilmente nell’VIII secolo e distrutto in seguito al terremoto del 1117. La si presuppone per via di alcuni ritrovamenti come il pluteo posto nella cripta, alcuni marmi scolpiti e l’abside di destra della cripta.


Potrebbe interessarti: Santa Margherita Ligure vacanze consigli

L’Abbazia è in stile romanico costruita a tre navate con tre absidi rivolte verso est. All’esterno non mancano elementi barocchi come gli stemmi e le statue dell’ordine benedettino olivetano.

All’interno è possibile ammirare affreschi come quelli dedicati alla vita di San Benedetto o a Santa Caterina. A Sant’Agata, invece, è dedicata una pala settecentesca molto bella.

San-bonifacio-abbazia-di-san-pietro

Villa Gritti – San Bonifacio

Villa Gritti è una costruzione del XV secolo immersa in un bellissimo parco secolare di oltre 40.000 mq. Si tratta di una delle ville più importanti del territorio tanto da dare il nome alla località in cui si trova, Villabella appunto.

Probabilmente i primi proprietari appartenevano alla famiglia Cavalli, ma fu la famiglia Gritti ad espandere le dimensioni della villa che mantennero la proprietà per tre secoli.

Ad oggi la villa appartiene alla famiglia Conforti e viene utilizzata per eventi. feste, matrimoni e talvolta ospita manifestazioni culturali.

san-binifacio-villa-gritti

Chiesa di Sant’Abbondio – San Bonifacio

La Chiesa di Sant’Abbondio alla Motta è stata edificata durante l’ultimo decennio del XV secolo e si presenta ai visitatori con una pregevole architettura romanica.

Questo edificio religioso custodisce pregevoli dipinti ed affreschi di artisti anonimi, nelle immediate vicinanze è possibile visitare i ruderi del Castello dei Conti San Bonifacio e fare passeggiate immersi nella straordinaria vegetazione del Parco della Rimembranza.

san-bonifacio-chiesa-santabbondio

Museo Civico Geopaleontologico – San Bonifacio

All’interno dell’Abbazia di San Pietro si trova il Museo Civico Geopaleontologico di San Bonifacio. Si tratta di una esposizione museale nata grazie alla donazione di Don Giuseppe Dalla Tomba al Comune di San Bonifacio.

L’esposizione è suddivisa ed organizzata secondo ere geologiche a partire dal più lontano archeozoico sino al neozoico.

Ci sono reperti provenienti da più parti del Mondo oltre ad una sezione introduttiva dove viene illustrata la geologia regionale e le caratteristiche geomorfologiche proprie del territorio su cui sorge San Bonifacio.

Oltre ai fossili si possono anche ammirare ben 78 minerali suddivisi in due vetrine espositive.

san-bonifacio-la-motta

Duomo di Santa Maria Maggiore – San Bonifacio

Il Duomo o Chiesa di Santa Maria Maggiore si affaccia su Piazza Costituzione, la piazza centrale della città di San Bonifacio.

L’edificio è stato costruito a partire dall’anno 1769 ed i lavori si sono conclusi nel 1806 mentre il campanile fu eretto esattamente vent’anni dopo, nel 1826.

Quest’ultimo è stato recentemente oggetto di lavori di ristrutturazione ed è particolare notare il fatto che come pietra angolare sia stata utilizzata un’ara romana dedicata a Mercurio.

Lo stile architettonico è neoclassico, la facciata è suddivisa in due ordini ed in alto vi sono tre statue acroteriali. Molto bella e sicuramente degna di nota è la pala di San Rocco attribuita a Bonifacio de’ Pitati conservata all’interno della chiesa.

san-bonifacio-duomo

San Bonifacio immagini e foto

Feliciana De Martis
  • Laureanda in Giurisprudenza
  • Autrice con una forte passione per i viaggi e le discipline umanistiche
Suggerisci una modifica