Roma si arricchisce di due attrazioni: il Parco Archeologico del Celio e il Museo della Forma Urbis

Autore:
Sara Perazzo
  • Dott. Storia Medioevale

Dal 12 gennaio 2024 Roma si è arricchita di due nuove attrazioni tutte da vedere. Si tratta del Parco Archeologico del Celio con il nuovo Museo della Forma Urbis, una grande pianta della città incisa su marmo, voluta dall’imperatore Settimio Severo, che si svela al pubblico dopo quasi 100 anni.

Guarda il video

parco archeologico del celio
Credit Pagina Facebook Roma Capitale

Da pochi giorni, a Roma, è stato inaugurato il Parco Archeologico del Celio, assieme al nuovo Museo della Forma Urbis collocato al suo interno. Perché visitarli? Per ammirare una splendida e inusuale mappa marmorea della Roma Antica e una meravigliosa collezione di pezzi epigrafici e materiali architettonici, inseriti in una cornice altrettanto meravigliosa. Scopriamo tutti i dettagli e le modalità di fruizione delle nuove attrazioni.

Parco Archeologico del Celio e il Museo della Forma Urbis a Roma

L’apertura del Parco Archeologico del Celio e del Museo della Forma Urbis, avvenuta a Roma il 12 gennaio scorso, è parte integrate di un progetto che ha visto una serie di interventi di valorizzazione dell’intera zona del Celio e che si colloca entro il progetto di più ampio respiro per dare nuova linfa al Centro Archeologico Monumentale (CArMe) e voluto da Roma Capitale.

Il Parco Archeologico del Celio, che si aggiunge così alle principali attrazioni della città, si estende sul settore settentrionale del colle. Si tratta di un’area verde verso il Colosseo, ricchissima di testimonianze archeologiche di grande pregio, come i resti del tempio del Divo Claudio. L’apertura del Parco è stata possibile grazie al recupero degli edifici presenti, tra cui la Casina del Salvi e l’ex Palestra della Gil, e ai lavori di sistemazione del giardino archeologico. Qui i materiali epigrafici e architettonici, appartenenti alle collezioni dell’ex Antiquarium Comunale, rinvenuti durante gli scavi ottocenteschi, sono stati allestiti seguendo nuclei tematici e sono ora aperti al pubblico.

Ma non è finita qui. Infatti, il programma di apertura prosegue ed è già stato preventivata la messa in opera dell’allestimento completo dei reperti e l’apertura della Casina del Salvi secondo la sua funzione originaria di caffetteria a cui sarà aggiunta una delle nuove Aule Studio di Roma.

nuove attrazioni roma
Credit Pagina Facebook Roma Capitale

Il Museo della Forma Urbis

Anche la lista dei musei più interessanti di Roma si arricchisce di una nuova istituzione. Infatti all’interno del Parco Archeologico si trova il nuovo Museo della Forma Urbis, ospitato nell’edificio dell’ex Palestra della Gil. Vi si potranno ammirare i resti della famosa Forma Urbis Romae, la grande pianta della Roma antica, incisa nel marmo tra il 203 e il 211 d.C., durante il governo di Settimio Severo imperatore.

Questa pianta è un pezzo importantissimo in quanto è una delle più rare testimonianze della città antica che torna a essere esposta al pubblica dopo oltre cento anni. Originariamente la Forma Urbis era collocata in un’aula nel Foro della Pace, poi inglobata dal complesso dei SS. Cosma e Damiano, sito nell’area del Foro Romano. All’epoca, essa era incisa su una parete tramite 150 lastre di marmo applicate e misurava circa 18 metri per 13. Dall’anno della sua scoperta, il 1562, ci è giunto circa un decimo del totale della pianta originale.

museo della forma urbis
Credit Pagina Facebook Roma Capitale

Come visitare il Parco Archeologico del Celio e il Museo della Forma Urbis

Il Parco Archeologico del Celio è visitabile gratuitamente, tutti i giorni dalle ore 7.00 alle ore 17.30 (ora solare) e dalle ore 7.00 alle ore 20.00 (ora legale). Chiuso il 25 dicembre e il 1° maggio. Il Museo della Forma Urbis prevede invece l’ingresso a pagamento, con le seguenti tariffe:

  • Intero Non Residente € 9,00
  • Ridotto Non Residente € 6,50
  • Intero Residente € 6,50
  • Ridotto Residente € 5,50
  • Ingresso gratuito con la MIC Card

Il Museo della Forma Urbis è aperto dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 16.00 (ultimo ingresso un’ora prima) ed è chiuso il lunedì, il 25 dicembre e il 1° maggio. È possibile acquistare il biglietto d’ingresso online, tramite il call center 060608, con diritto di prevendita € 1 oppure presso la biglietteria del Museo. Il sito archeologico e il museo sono accessibili a tutti. Per maggiori informazioni potete consultare il sito web della Sovraintendenza Capitolina dei Beni Culturali.

Museo della Forma Urbis e Parco Archeologico del Celio immagini e foto