Le Domus Romane di Palazzo Valentini riprendono vita con un incredibile percorso interattivo e immersivo

Le splendide Domus Romane di Palazzo Valentini riprendono vita in un’area archeologica di oltre 1800 metri quadrati con un incredibile percorso interattivo e una mostra immersiva tra passato e presente.

domus-romane
Ph credits Roma Capitale, Facebook

Alcuni luoghi creano un incredibile fil rouge tra passato e presente grazie anche a delle location d’eccezione. Il tuffo tra età, epoche ed ere è quasi istantaneo, lasciando i visitatori senza fiato. Roma è sicuramente una di quelle città dove ogni angolo trasuda di miti, leggende e racconti tra grande arte, cultura e meraviglie da ammirare. Tra queste le splendide Domus Romane di Palazzo Valentini nel cuore della capitale in via Foro Traiano, che ha riscoperto nei suoi sotterranei nel 2005 due residenze d’epoca insieme a un grandissimo templio, diventate parte di un percorso immersivo per il loro restyling.

Il percorso immersivo delle Domus Romane di Palazzo Valentini

Le Domus Romane sono tra i gioielli della capitale che riportano il visitatore indietro nel tempo, tra le vecchie abitudini, i lavori e gli utensili dell’epoca. Quelle di Palazzo Valentini sono collocate nel centro storico e convogliano migliaia di turisti per la loro bellezza e una location davvero incredibile, voluta dal Cardinale Michele Bonelli nel 1585, venduto poi al Cardinale Giuseppe Spinelli nel 1752 che ne ordinò una serie di opere d’arte e affreschi.

Il nome originale deriva dal proprietario del 1827, il banchiere Vincenzo Valentini  prima di diventare proprietà di Roma Capitale Città Metropolitana. Nel 2005 poi vi è stata la scoperta del sito archeologico delle Domus Romane fino al restyling immersivo degli ultimi mesi e che sta riscuotendo grande successo.

piero-angela-domus-romane
Ph credits Domus Romane di Palazzo Valentini, Facebook

Il percorso espositivo nel ricordo di Piero Angela

Le due domus ritrovate sono risalenti al 125 d.C e 180 d.C e fanno parte di uno splendido complesso archeologico inedito assolutamente da visitare a Roma. Lo sfarzo presente ricolloca indietro nel tempo, con affreschi e mosaici in materiali preziosi e progetti artistici ben precisi. Dal 2007 poi è stato dato il via al nuovo progetto di restyling dei ritrovamenti con un percorso immersivo e interattivo unico nel suo genere, in sinergia con la competenza e l’esperienza di Piero Angela e Paco Lanciano, eccellenze nella divulgazione scientifica.

Con proiettori, effetti speciali, led e schermi è stato ricreato l’ambiente originale a 360 gradi delle Domus, installando tecnologie avanzate lo scorso anno e dando il via all’ultima fase del progetto. Durante il percorso è prevista un’audioguida in italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo e in parte anche russo e giapponese, lasciando fruire tutti di questa incredibile esperienza, anche chi ha disabilità.

domus-romane-palazzo-valentini
Ph credits Domus Romane di Palazzo Valentini, Facebook

Le tre zone archeologiche e le sorprese delle Domus

Il percorso delle Domus è diviso in tre aree archeologiche: la prima è quella delle Domus dove il padrone riceveva gli ospiti in ambienti grandi e comuni; la seconda è quella delle Terme che erano all’interno di una delle due abitazioni e che rappresentavano un momento di relax ma anche di convivialità; la terza è quella dei resti di un templio dedicato probabilmente a un imperatore defunto e poi divinizzato.

Tutte hanno a disposizione schermi e momenti interattivi e immersivi, perfetti per una visita di adulti e bambini. Le Domus sono fruibili fino al 4 marzo 2024 tutti i giorni dalle 10 alle 17 con il mercoledì chiuso. E’ disponibile abbinare anche un tour alla Colonna Traiana o unicamente il percorso Domus, a due passi dalle bellezze del Foro Romano e del Colosseo.

Il percorso immersivo delle Domus Romane di Palazzo Valentini immagini