Visitare Carbonia: le 5 cose da vedere in una delle città più giovani d’Italia


Cosa fare a Carbonia e cosa vedere nella città sarda dal passato minerario. Le spiagge più belle a pochi chilometri dalla cittadina, lungo la costa del Sulcis Iglesiente.

Visitare Carbonia: cosa vedere nella città sarda della grande Miniera del carbone



Carbonia Sardegna Turismo

La provincia di Carbonia è di recente costituzione, è nata infatti nel 2001 in seguito all’istituzione delle quattro nuove province autonome della Sardegna. Insieme ad Iglesias è uno dei centri più importanti del Sulcis Iglesiente.

Carbonia è la principale delle località turistiche della Sardegna, è una “città giovane” nata grazie al boom minerario ed è particolarmente famosa per archeologia industriale, preistorica e storica.

Il suo nome e la sua storia sono legati all’estrazione del carbone di cui il suo sottosuolo è ricchissimo, infatti ancora oggi si possono visitare testimonianze del suo passato minerario.


Leggi anche: Le 8 migliori località dove andare in vacanza in Sardegna del Nord

Più precisamente, la città di Carbonia nasce sopra il grande bacino carbonifero del Sulcis nel 1937, per volontà del regime fascista.

carbonia

Carbonia luoghi di interesse ed attrazioni

Se siete in Sardegna, nel Sulcis, approfittate per visitarla. Carbonia possiede un entroterra di grande interesse paesaggistico grazie soprattutto alla presenza del Monte Sirai ed è vicina ad una zona costiera incontaminata distante solo pochi chilometri che non ha nulla da invidiare alle più belle località del resto dell’isola.

Senza dimenticare che il territorio di Carbonia è ricchissimo di siti archeologici e testimonianze di civiltà antiche che hanno abitato questi luoghi.

Insomma, se cercate una vacanza da sogno che coniughi cultura, mare, relax e storia, allora vi consigliamo di partire da Carbonia per muovervi alla scoperta delle più belle località del Sulcis.

SONY DSC

Il centro storico di Carbonia

La visita può iniziare da Piazza Marmilla, che solitamente ospita eventi e manifestazioni, con i suoi giardini ed un piccolo anfiteatro.

Passeggiando sul lungo rettilineo di via Roma si incontrano il Municipio, la Chiesa di San Ponziano e il Teatro Centrale.

La Chiesa di San Ponziano è costruita in stile neoromanico e spicca per il suo campanile.

Costruito interamente in trachite proprio come la vicina Torre Littoria, questo è una fedele riproduzione del campanile della della Basilica di Santa Maria Assunta di Aquileia. Potrete leggere questa curiosità sulla targa di marmo che trovate sul suo basamento.


Potrebbe interessarti: Le 20 più 1 straordinarie foto delle spiagge più belle d’Italia

Il campanile è aperto e visitabile in giorni prestabiliti.

Raggiungiamo la Torre Littoria, altra testimonianza architettonica risalente al periodo fascista. Fu da qui che Benito Mussolini si affacciò per inaugurare la città di Carbonia e il complesso minerario. Oggi l’edificio ospita gli uffici comunali.

carbonia-torre-littoria

Museo Archeologico Villa Sulcis

Proseguiamo con una visita al Museo Archeologico Villa Sulcis, il cui ticket d’ingresso è disponibile anche in combinazione con il Parco Archeologico del Monte Sirai, il Museo del Carbone ed il Museo dei Paleoambienti Sulcitani.

La collezione di questo museo racconta quanto sia ricca e interessante la storia del Sulcis Iglesiente. Troverete oggetti e reperti ritrovati nel corso degli scavi, appartenuti ad epoche e civiltà diverse, dall’età pre-nuragica a quella fenicio punica, dal neolitico all’epoca romana.

museo-archeologico-villa-sulcis

Parco Archeologico del Monte Sirai

Per approfondire l’argomento, vi consigliamo di dirigervi al Parco Archeologico del Monte Sirai situato su un’altura a circa sei chilometri dal centro di Carbonia.

Unendovi ad una visita guidata scoprirete le rovine di un insediamento fenicio: l’acropoli con i resti dell’antico tempio e il tofet cioè un santuario a cielo aperto.

Siamo certi che apprezzerete questo luogo non solo per la sua ricchezza storico culturale ma anche per il panorama a perdita d’occhio. Arriverete a scorgere fino alle isole di Sant’Antioco e San Pietro.

All’interno del Parco potrete ammirare anche il Nuraghe Sirai, un bellissimo esemplare di nuraghe racchiuso in una fortezza di origine sardo-fenicia. Si può visitare solo in giorni prestabiliti e in occasione di eventi straordinari.

carbonia-parco-archeologico

Parco Archeologico Cannas di Sotto

Immancabile se siete in zona, una visita al Parco Archeologico Cannas di Sotto che sorge intorno ad una necropoli risalente alla fine del Neolitico.

Potrete ammirare 25 domus de janas, tombe di varie tipologie scavate nella roccia e formate da una o più stanze.

carbonia-tombe-necropoli

Museo del Carbone della Grande Miniera di Serbariu

A pochi chilometri dal Parco Archeologico, concludete la visita al Museo del Carbone della Grande Miniera di Serbariu.

Durante il percorso accompagnati da guide molto preparate, conoscerete le antiche tecniche di estrazione e farete come un salto nel passato.

Indossate scarpe e abbigliamento comodo perché percorrerete i cunicoli e le gallerie originarie scavate nella roccia vedendo macchinari, attrezzature e oggetti della dura vita del minatore.

Accanto al Museo del Carbone potete fare visita anche al Museo dei Palaeoambienti Sulcitani per conoscere tante curiosità sul passato geologico di questo territorio. La visita piace molto anche ai bambini.

grande-miniera-carbonia

Mare a Carbonia: le spiagge più belle del Sulcis

Numerose le spiagge nei dintorni di Carbonia, litorali incontaminati tra i più belli del Sulcis Iglesiente e di tutta la Sardegna, che si raggiungono nel raggio di circa venti-trenta chilometri.

Tra queste vi consigliamo senza dubbio la spiaggia di Masua, la più vicina spiaggia di Portopaglietto (la spiaggia cittadina del comune di Portoscuso) e quella di Porto Paglia.

spiaggia-di-portopaglia

Altra spiaggia da non perdere accanto al lido di Masua è quella di Portu Cauli, apprezzatissima sia dai turisti che dagli stessi sardi.

Tappa imperdibile è Piscinas, meglio conosciuta come “Il Gioiello della Costa Verde” che dispone di una spiaggia meravigliosamente bella e le dune dorate alte fino a 60 metri creano paesaggi orientali a dir poco straordinari (conosciuta anche con il nome di  Deserto della Sardegna).

carbonia-spiaggia-di-piscinas

Cosa vedere nei dintorni di Carbonia

Carbonia è un ottimo punto di partenza per andare alla scoperta delle bellezze dell’Arcipelago del Sulcis Inglesiente.

Visitare l’Isola di Sant’Antioco è molto semplice in quanto è raggiungibile in auto ed in soli 20 minuti (l’isola è collegata alla terraferma grazie ad un istmo artificiale) mentre per visitare l’Isola di San Pietro occorre prendere traghetti che partono dalla vicinissima Portoscuso.

carbonia-sardegna

Carbonia immagini e foto

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta