Visitare Fagagna: cosa vedere e cosa fare nel “Paese delle Cicogne”

Cosa vedere a Fagagna. Il Castello, le chiese e la Casa-Museo della Vita Contadina Casa Cocèl. Passeggiate sui sentieri storico-panoramici e naturalistici. Visita all’Oasi dei Quadris dove vive la cicogna di Fagagna.

fagagna-castello


Fagagna turismo

Fagagna fa parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia ed è da annoverare tra i borghi del Friuli da visitare in autunno e non solo insieme a Cividale del Friuli, Venzone e Spilimbergo.

Questo bellissimo ed affascinante borgo medievale si trova in provincia di Udine da cui dista 14 chilometri, ad un’altitudine di 177 metri sul livello del mare.

Il territorio comunale si compone di sette borgate che formano un unico centro abitato. Una curiosità sul nome Fagagna è che questo deriva da “fagus” ossia “faggio”, in riferimento a questa pianta che un tempo ricopriva gran parte del Friuli Venezia Giulia.


Leggi anche: Visitare San Daniele del Friuli: cosa vedere e cosa fare nella “Capitale del Prosciutto crudo”

Fagagna è conosciuta non solo per i suoi luoghi d’interesse storico-culturale ma anche perché è la casa della cicogna che nidifica nell’Oasi dei Quadris, ambiente naturale in cui viene protetta essendo una specie a rischio di estinzione.

villalta-castello

Fagagna: attrazioni e luoghi di interesse

Una visita a Fagagna può iniziare dalla piazza principale, Piazza Unità d’Italia dove spicca il Municipio.

Proseguendo in salita lungo l’antica via Cecconaia, si raggiungono il Palazzo delle Comunità che è stato storica sede amministrativa e giudiziaria della cittadina tra il 1500 e il 1700 e i ruderi del Castello di Fagagna.

fagagna

Castello – Fagagna

Del Castello di Fagagna risalente all’XI secolo, restano ormai solo i ruderi. In origine l’edificio dominava il colle che sovrasta il borgo e fu di proprietà del patriarca d’Aquileia Rodoaldo fino al 1400. Già nel 1500 versava in uno stato di abbandono.

Oggi si possono ammirare i resti delle antiche mura e di un torrione chiamato Torre della Pieve.

castelo-di-fagagna


Potrebbe interessarti: I 5 borghi più caratteristici del Friuli Venezia Giulia da visitare in autunno e non solo

Pieve di Santa Maria Assunta – Fagagna

La Pieve di Santa Maria Assunta risale al 1200, fu costruita su un preesistente edificio paleocristiano. Il suo campanile domina il colle del Castello.

La chiesa conserva un organo storico del 1788 con una splendida tastiera intarsiata in ebano e avorio.

Cosa vedere nel borgo medievale di Fagagna: Castello, sentieri e Oasi della Cicogna bianca

Chiesetta di San Leonardo – Fagagna

La Chiesetta di San Leonardo risale al 1300 e sorge lungo l’antica strada romana che attraversava il territorio di Fagagna. Sulle pareti interne si possono ammirare resti di affreschi trecenteschi raffiguranti episodi della vita di San Leonardo e di altri santi.

chiesetta-san-leonardo-fagagna

Castello di Villalta (visite e leggende) – Fagagna

Agli appassionati di castelli segnaliamo il Castello di Villalta che da Fagagna dista circa cinque chilometri. Trattasi del più prestigioso castello medievale del Friuli, i proprietari del maniero sono i Caporiacco.

Il Castello di Villalta è aperto al pubblico e visitabile solo in occasione dell’evento Castelli Aperti oppure durante altre manifestazioni culturali.

La visita agli interni conduce nelle cucine e sul piano nobile, passando per gli importanti saloni affrescati. Una leggenda avvolge il castello, pare infatti che sia infestato dallo spirito di una giovane donna innamorata, Ginevra di Strassoldo.

castello-villalta-fagagna

Museo della Vita Contadina (Casa Cocèl) – Fagagna

La Casa-Museo Cocèl di Fagagna è un’antica casa rurale risalente al Seicento. All’interno gli ambienti sono allestiti proprio come un tempo e si può capire come si svolgeva la vita quotidiana e il lavoro contadino nel Friuli tra fine Ottocento e inizi del Novecento.

Troviamo la cucina, il granaio, le camere da letto, l’aia e le stanze da lavoro del mugnaio e della merlettaia. All’esterno si possono ammirare altri ambienti e attrezzi della vita contadina come il mulino e la fucina.

casa-cocel-fagagna

Oasi delle Cicogne – Fagagna

A Fagagna si può visitare la cosiddetta Oasi Naturalistica dei Quadris, un’area di origine geologica formatasi in seguito alla fusione del ghiacciaio del Tagliamento.

Oggi la zona è caratterizzata dalla presenza di una trentina di stagni di forma quadrata, da qui “quadris”, dove vive la cicogna di Fagagna insieme ad altre specie vegetali e animali come gli ibis eremita, le anatre e altri uccelli acquatici.

Il Parco delle Cicogne di Fagagna è un posto dove trascorrere qualche ora all’aria aperta nel rispetto della natura e dei suoi abitanti. Chi vuole, può contribuire a salvaguardare la cicogna di Fagagna con un piccolo contributo partecipando all’iniziativa “Adotta una Cicogna”.

oasi-dei-quadris-fagagna

Passeggiate e escursioni e Fagagna

Gli appassionati di passeggiate, a Fagagna si dilettano sui numerosi sentieri della zona che attraversano il comune e le sue frazioni. Tra gli itinerari storico-panoramici e naturalistici segnaliamo:

Il sentiero Fagagna, Villalta, Ciconicco è lungo oltre sei chilometri e mezzo. Parte da Piazza Unità d’Italia, passa per punti panoramici, pievi e chiese parrocchiali.

Il sentiero Fagagna, Oasi dei Quadris, Brunelde è lungo più di nove chilometri. Parte da Piazza Unità d’Italia, passa per il Mulino dei Lini ossia il più antico mulino del territorio comunale, per il fortilizio della Brunelde e per la Cecconaia, una delle più antiche strade del paese ancora oggi acciottolata.

Una curiosità sulla casaforte Brunelde di origine medievale è che appartiene ai conti d’Arcano da 1000 anni.

fagagna-casa-cocel

Corsa e Festa degli Asini – Fagagna

Ogni anno la prima domenica di settembre a Fagagna si svolge la Corsa degli Asini, una manifestazione che ha origine nell’800.

Viene allestito un vero e proprio circuito di corsa che vede sfidarsi gli asini con al seguito carretto e fantini.

fagagna-panorama

Fagagna: immagini e foto