Weekend benessere a San Gemini: cosa vedere nel borgo medievale famoso per le Terme

Cosa vedere a San Gemini, cittadina medievale in provincia di Terni immersa tra le verdi colline umbre. Itinerario alla scoperta dei luoghi d’interesse storico partendo da Piazza San Francesco. Informazioni per la visita alle rovine di Carsulae situate tra Terni e San Gemini.

Weekend a San Gemini: cosa vedere nel borgo medievale umbro detto anche Città Slow


San Gemini Turismo informazioni

Gli amanti dei borghi italiani resteranno certamente affascinati da San Gemini, cittadina medievale dove si respira ancora un’atmosfera d’altri tempi e dove il vivere è “slow”.

Eccellente punto di partenza per Visitare la Cascata delle Marmore, San Gemini non può che far parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia ma, allo stesso tempo, si fregia anche dell’appellativo di Città Slow d’Italia, ovvero un importantissimo riconoscimento che promuove le piccole realtà territoriali da scoprire a ritmo lento, a contatto con la natura e con le tradizioni  locali.

Non mancano ottimi ristoranti e taverne dove ordinare i piatti tipici della cucina umbra. Consigliamo un weekend a San Gemini per rigenerarvi tra storia, cultura e buon cibo.

san-gemini-umbria

Quando visitare San Gemini

Resa famosa dalle sue acque minerali e dalle sue terme, San Gemini si presta ad essere visitata in tutte le stagioni.

D’estate potrete godervi il fresco del paesaggio collinare umbro e rilassarvi nelle Terme di San Gemini, mentre nel periodo natalizio camminerete tra vicoli addobbati a festa con presepi allestiti ad ogni angolo.

san-gemini-centro-storico

San Gemini luoghi di interesse ed attrazioni

L’impianto medievale del borgo è ancora visibile, si presenta ben conservato con le sue viuzze, le scalinate, le piazze, gli archi e i torrioni. Molto caratteristiche anche le piccole botteghe situate lungo la via principale del paese.

Da Piazza San Francesco, cuore di San Gemini, si diramano vie strette caratterizzate da case basse con facciate di pietra e mattoni adornate di fiori. Degne di nota Porta Romana e Porta Burgi, le porte di accesso al borgo. Porta Burgi in particolare, con i suoi stendardi rappresenta il più antico ingresso al cuore medievale di San Gemini.

san-gemini-porta-ingresso-centro-storico

Chiesa di San Francesco e Abbazia di San Nicolò

Su Piazza San Francesco si affacciano il settecentesco Palazzo Vecchio o Palazzo Pretorio con l’annessa Torre Esperia e la Chiesa di San Francesco che risale al tredicesimo secolo ed è in stile romanico, con facciata costruita in pietra locale e portale gotico. Al suo interno conserva diversi affreschi quattrocenteschi tra cui la “Crocifissione” e una “Madonna con Bambino”, entrambi di scuola umbra.

L’Abbazia di San Nicolò rappresenta una tappa obbligatoria quando si visita San Gemini. Trattasi di una splendida abbazia romanica risalente all’XI secolo, a cui è annesso un grande giardino.

Da segnalare anche la Chiesa di San Giovanni Battista, tra gli edifici religiosi più antichi di San Gemini e la Chiesa di San Gemine, anche questa antichissima, ricostruita più volte nel corso dei secoli in stile neo barocco.

abbazia-san-nicolo-san-gemini

GeoLab Museo Laboratorio di Scienze della Terra

Consigliamo, soprattutto se siete con bambini e ragazzi al seguito, una visita al Museo Geolab Laboratorio di Scienze della Terra. Scoprirete tante nozioni e curiosità sulle pietre, i fossili, i movimenti della crosta terrestre e altri temi scientifici attraverso giochi interattivi che piaceranno molto ai più piccoli.

san-gemini-architettura

Le Terme di San Gemini

La cittadina di San Gemini è conosciuta per il suo grande parco termale che si trova ad un paio di chilometri dal centro. L’acqua termale di San Gemini è conosciuta per le sue proprietà curative e terapeutiche grazie all’elevatissimo contenuto di calcio.

Oltre a goderne i benefici, potrete anche prenotare trattamenti benessere e trattamenti di bellezza. Inoltre potrete bere direttamente alla fonte le acque Fabia e Sangemini, sempre all’interno del Parco Termale.

fonte-acqua-san-gemini

Parco Archeologico di Carsulae

A pochi chilometri dal centro di San Gemini consigliamo una visita al sito archeologico di Carsulae. Trattasi dei resti di un’antica città romana che fu abbandonata in seguito a gravi smottamenti del terreno. Pensate che risulta ancora parzialmente sepolta e i lavori di scavo potrebbero portare alla luce nuove scoperte.

Molto suggestivi i resti dell’antica Via Flaminia rimasta praticamente intatta, dove potrete notare i solchi lasciati in passato dalle ruote dei carri. Ammirerete anche quel che resta del Teatro e dell’Anfiteatro romano.

Infine visitate il piccolo museo che conserva interessanti reperti provenienti da Carsulae. Per facilitare la visita, potete scaricate l’App con la mappa del sito e cliccare sui vari punti visitabili per ascoltarne la descrizione.

Inoltre potrete visitare la vicina Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, costruita probabilmente sui resti del Macellum romano nelle immediate vicinanze del foro.

carsulae-terni

Eventi a San Gemini: La Giostra dell’Arme e L’Infiorata

Tra gli eventi di punta di San Gemini citiamo la Giostra dell’Arme. È una delle più importanti rievocazioni medievali d’Italia e si svolge ogni anno dall’ultimo sabato di settembre fino alla seconda domenica di ottobre.

La manifestazione ha radici antiche, vuole infatti rievocare giochi popolari equestri e il tradizionale palio tra i due rioni Rione Rocca e Rione Piazza, che si sfidano in una gara avvincente.

Assisterete all’esibizione del Gruppo degli Sbandieratori e potrete partecipare a tutta una serie di eventi collaterali in onore del Santo Patrono San Gemine.

Degna di nota anche l’Infiorata Sangeminese che si svolge ogni anno in occasione della ricorrenza religiosa del Corpus Domini. Le vie del centro storico vengono letteralmente ricoperte da un tappeto di fiori colorati. Una curiosità è che per realizzarli è necessaria una preparazione di un anno!

san-gemini-infiorata

San Gemini immagini e foto